Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.

CHIUSURA DEL PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DEGLI E-BOOK
A partire da oggi, 21/12/2016, non e' piu' possibile il prestito degli e-book di altre biblioteche mediante il Prestito Interbibliotecario Digitale (PID).

Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Trovati 10834 documenti.

Mostra parametri
Voli di soffione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giordano, Filippo

Voli di soffione

Youcanprint, 11/04/2017

Abstract: Voli di soffione, ovvero "piccole storie di minima gente" raccoglie 19 piccoli racconti di prosa rapida, leggera, che poco a poco immerge in una sorta di Olimpo, minore per quanto si voglia, dal clima incantato. Sono storie che percorrono il tempo, a volte lo fermano, altre volte lo riportano ad oggi. Sembra che l'autore riferisca aneddoti appresi in sedute conviviali con amici di varie generazioni, i quali raccontano fatti veri, accaduti ad altri amici.

Centofiaaabe!
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sperandio, Guido

Centofiaaabe!

Youcanprint, 06/06/2017

Abstract: RACCONTI E FILASTROCCHE. Bambini 7 - 10 anni . CENTOFIAAABE!, edizione illustrata de "Il drago racconta", è ricca di immagini e colori. CENTOFIAAABE! è la più grande raccolta di web-fiabe. È nata infatti on-line, giorno dopo giorno, sul mio blog dedicato esclusivamente ai bambini (Il blog ha annoverato visite da Paesi di ogni Continente!) Proprio questo successo ne ha suggerito ora la pubblicazione. In CENTOFIAAABE! ci sono anche storielle divertenti che mettono in evidenza alcuni aspetti insidiosi della lingua italiana. È un libro vario in cui piluccare, ogni bambino ha modo di trovare la storiella di suo gusto e una fonte di intrattenimento personalizzata, formativa anche moralmente, in ogni caso.

La vita nei frutti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Arrabito, Gianfranco

La vita nei frutti

Youcanprint Self-Publishing, 25/05/2017

Abstract: La vita nei frutti è un breve racconto di fantasia, lettura ideale per ragazzi. Il protagonista è uno strano professore che irrompe nella vita frenetica di una grande città con le intenzioni di rivelare un segreto troppo importante alla popolazione. In breve tempo si sparge la voce e il suo intervento verrà addirittura seguito in diretta da tutto il mondo. Il professore in pochi minuti descrive la lunga storia dell'universo, soffermandosi ad analizzare la vita di alcuni abitanti dello spazio che presentano, rispetto all'uomo, la stessa psicologia ma caratteristiche fisiche totalmente differenti.La scena inizialmente si svolge in stranissimi pianeti lontani dove tre civiltà spaziali entrano in contatto tra loro, per poi spostarsi sulla Terra dove una serie di incredibili coincidenze porterà alla nascita dell'uomo. E il professore come fa a sapere tutte queste cose? Chi è in realtà? E per quale motivo ha raccontato il nostro passato? Dopo aver svelato la sua vera identità, che destino ci aspetta?

Magari domani resto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marone, Lorenzo

Magari domani resto

Feltrinelli Editore, 09/02/2017

Abstract: Luce, una trentenne napoletana, vive nei Quartieri Spagnoli ed è una giovane onesta, combattiva, abituata a prendere a schiaffi la vita. Fa l'avvocato, sempre in jeans, anfibi e capelli corti alla maschiaccio. Il padre ha abbandonato lei, la madre e un fratello, che poi ha deciso a sua volta di andarsene di casa e vivere al Nord. Così Luce è rimasta bloccata nella sua realtà abitata da una madre bigotta e infelice, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un capo viscido e ambiguo, un avvocato cascamorto con il pelo sullo stomaco. Come conforto, le passeggiate sul lungomare con Alleria, il suo cane superiore, unico vero confidente, e le chiacchiere con il suo anziano vicino don Vittorio, un musicista filosofo in sedia a rotelle. Un giorno a Luce viene assegnata una causa per l'affidamento di un minore, e qualcosa inizia a cambiare. All'improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare. La causa di affidamento nasconde molte ombre, ma forse è l'occasione per sciogliere nodi del passato e mettere un po' d'ordine nella capatosta di Luce. Risolvendo un dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito il vento che gli diceva di fuggire, o magari restare?

Teorema dell'incompletezza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Callieri, Valerio

Teorema dell'incompletezza

Feltrinelli Editore, 12/01/2017

Abstract: Due fratelli indagano sulla morte del padre, ex operaio Fiat ucciso nel 2004 nel suo bar di Centocelle durante una rapina. A raccontare è il fratello di trent'anni, il più giovane, ed è lui che scopre una misteriosa dedica in codice, "Sempre con te, Clelia 1979", sul retro di una cornice. Da quel momento si aprono le porte sul passato insospettabile del padre. Dietro all'uomo confinato al tifo sportivo emerge uno sconosciuto segnato da segreti e contraddizioni che affondano negli anni della contestazione e della lotta armata. Tito, il primogenito, ha raccolto con scrupolo le prove che lo conducono dritto alla certezza che il padre abbia sempre collaborato con la polizia… Il fratello minore è invece tormentato dal dubbio: e se il padre avesse tradito ogni ideale e persino Clelia, la donna che amava? Ed è ancora il minore che deve fare i conti con il fantasma del padre che gli appare in forme e visioni sempre più allucinate per dire la sua storia e mostrare una strada verso la possibile verità sul suo omicidio. I due fratelli – che da anni non si parlano e sono schierati ideologicamente su versanti opposti – sono costretti a collaborare, tuttavia diffidano l'uno dell'altro, si rinfacciano colpe, si passano alcune informazioni ma ne omettono molte altre. L'uno è aiutato dall'accesso a documenti riservati dei servizi segreti sugli anni di piombo, l'altro da due amici scalcagnati e sopra le righe e da Elena, una hacker che agli occhi del protagonista ha l'aspetto della magnetica Sigourney Weaver. Per svolte inaspettate, il lettore viene trascinato in un incessante passaggio di colpe e responsabilità dove, in un crescendo hitchcockiano, sembra impossibile raggiungere la verità. E, meno che mai, essere in grado di dimostrarla.

L'uomo che voleva uccidermi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Yoshida, Shuichi - Follaco, Gala Maria

L'uomo che voleva uccidermi

Feltrinelli Editore, 26/01/2017

Abstract: In una fredda sera di dicembre, Ishibashi Yoshino saluta le amiche per andare a incontrare il suo ragazzo in un parco di Hakata, nella città di Fukuoka. Il mattino successivo, il cadavere della giovane viene rinvenuto nei pressi del valico di Mitsuse, un luogo impervio e inquietante: è stata strangolata. Chi ha ucciso Yoshino? Chi è l'uomo che doveva incontrare al parco? Perché la cronologia delle chiamate e dei messaggi del suo telefono cellulare racconta una storia diversa da quella che conoscono gli amici e i familiari? La morte violenta di una giovane innesca un intreccio di narrazioni accomunate dal senso di solitudine, dalla difficoltà di vivere in una società sempre più complessa, dalla desolazione dei paesaggi urbani, dall'incapacità di amare.

L'ultimo faraone
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Smith, Wilbur

L'ultimo faraone

Longanesi, 03/04/2017

Abstract: "Un sorprendente ritratto del passato dove storia e mito si intrecciano."San Francisco ChronicleÈ guerra. E stavolta, per l'Egitto, potrebbe essere l'ultima, sanguinosa battaglia prima della sconfitta.Perfino Taita, che nella sua lunga e tumultuosa vita ha attraversato vicende avverse e impensabili rovesciamenti di fronte, ora che è generale dell'esercito reale teme di veder crollare tutto ciò che ha costruito… Ma la vera minaccia è ancora in agguato, e si nasconde proprio in seno alla famiglia reale. Perché l'ultimo faraone potrebbe davvero causare la fine di un impero…In un universo narrativo in cui storia, fantasia e mito si intrecciano in modo unico e mirabile, Taita – il versatile e longevo protagonista della saga egizia di Wilbur Smith – raggiunge il culmine della sua intelligenza, della forza, dell'ironia e della vanità, e allo stesso tempo di quella sensibilità, quasi femminile, che avvince i suoi numerosi lettori e seduce le lettrici.Fra colpi di scena, momenti drammatici e di incredibile suspense, nascono nuovi e indimenticabili personaggi e, accanto all'antico impero egizio, compaiono le prime città greche che daranno vita alla civiltà ellenica.L'ultimo, grande romanzo egizio di Wilbur Smith, re incontrastato dell'avventura, è forse uno dei più belli che abbia mai offerto ai suoi tantissimi lettori. Ci trasporta in tempi e spazi lontanissimi, entusiasmando dalla prima all'ultima pagina, tanto che l'unico dispiacere è giungere alla fine della lettura…Il ciclo egizio:Il dio del fiumeIl settimo papiroIl dio del desertoFigli del NiloAlle fonti del Nilo

Il passaggio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Connelly, Michael

Il passaggio

Piemme, 17/01/2017

Abstract: Harry Bosch è nato con una missione, quella di cercare la verità e operare per la giustizia. Ma ora che è in pensione questi due obiettivi devono essere accantonati. È un nuovo capitolo della sua vita che si apre, un capitolo in cui è ancora più solo, anche perché sua figlia tra poco partirà per il college. Un capitolo in cui deve riempire le giornate e darsi uno scopo. E così Harry cerca di mettere in atto un progetto a cui pensava da tempo, quello di riparare una vecchia Harley-Davidson che stazionava nel suo garage. Non ci riuscirà. Non perché gli manchi la capacità, ma perché il suo fratellastro, l'avvocato Mickey Haller, ha bisogno di lui. Un suo cliente, un giovane nero con un passato tumultuoso, è accusato di aver ucciso una donna, una funzionaria molto in vista della municipalità di Los Angeles. Ma Haller è convinto che non sia lui il colpevole e chiede a Bosch di portargli le prove della sua innocenza. Per Harry significa ricominciare a indagare, questa volta senza distintivo, senza il supporto di una struttura organizzata come quella della polizia, e soprattutto a favore della difesa, una mossa che non lo rende affatto felice. Si deciderà a farlo solo quando si rende conto che l'accusato è davvero innocente, e non sarà facile. Chi l'ha intrappolato, e perché? Harry non smetterà di scavare finché, in un crescendo ricco di suspense, porterà alla luce un intrigo brutale basato sulla avidità, il ricatto, la corruzione.

L'isola di Alice
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sánchez Arévalo, Daniel

L'isola di Alice

Casa Editrice Nord, 09/02/2017

Abstract: Sai dove inizia una bugia, ma non sai dove ti porterà la verità…Un minuto dopo la mezzanotte, il mondo di Alice va in frantumi. Un attimo prima lei era a casa, serena, in attesa che Chris tornasse da Yale, dove si era recato per un importante incontro di lavoro. Un attimo dopo il telefono squilla e una voce gentile le annuncia che suo marito è morto in un incidente d'auto. E, all'improvviso, Alice si ritrova sola con una figlia di sei anni e un'altra in arrivo. A poco a poco, però, un'altra informazione si fa strada fra il dolore e lo sconcerto: quella voce gentile ha detto che la macchina di Chris non era nei pressi di Yale, bensì da tutt'altra parte, sulla strada che porta a Robin Island, un'isoletta vicino a Nantucket. Perché Chris le ha mentito? Cos'altro le ha tenuto nascosto? Possibile che il loro matrimonio fosse una menzogna? Alice ha bisogno di risposte e sa di poterle trovare solo su Robin Island. Quindi abbandona tutto, si trasferisce sull'isola e comincia a indagare. Ma ben presto si renderà conto che, in quella piccola comunità, tutti hanno dei segreti e che le bugie sono come massi che la stanno trascinando in un abisso di ambiguità e tradimenti. Un abisso in cui Alice rischia di annegare…Una storia piena di suspense, in cui nulla è come sembra, e un autore che sa dare vita a personaggi complessi e sorprendenti: ecco perché L'isola di Alice ha conquistato i lettori e la critica di tutto il mondo, arrivando finalista al prestigioso premio Planeta e diventando in breve tempo un clamoroso bestseller internazionale.FINALISTA AL PRESTIGIOSO PREMIO PLANETA "Una protagonista memorabile."El País"La suspense di un thriller si unisce al gusto della narrazione dei grandi romanzi."El Mundo"Un libro emozionante che è valso al suo autore la finale del prestigioso premio Planeta."Heraldo"Il romanzo 'americano' che ha rivelato il talento di uno scrittore d'eccezione."La Vanguardia

La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giordano, Raphaelle - Arena, Sara

La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola

Garzanti, 26/01/2017

Abstract: ""Un libro straordinario sulla forza dell'ottimismo, su come cambiare punto di vista e riscoprire la magia delle piccole cose."""Madame Figaro"""Un romanzo che insegna come essere felici. Vi cambierà la vita."""Femme Actuelle"""Una lettura confezionata a regola d'arte. Arguta e divertente. Da non perdere."""Sud Ouest"Non è mai troppo tardi per essere felici Ci sono giornate in cui tutto va storto. È così per Camille, quando sotto un incredibile diluvio si trova con l'auto in panne e senza la possibilità di chiamare nessuno. Tutte le sfortune del mondo sembrano concentrarsi su di lei. Ma Camille non sa che quello è il giorno che cambierà il suo destino per sempre. Un uomo le offre il suo aiuto. Si chiama Claude, e si presenta come un "ambasciatore della felicità". Le dice che lui è in grado di dare una svolta alla vita delle persone. Camille sulle prime non dà peso alle sue parole. Eppure, riscoprire la bellezza delle piccole cose renderebbe tutto più facile: l'aiuterebbe ad andare di nuovo d'accordo con il figlio ribelle e a ritrovare la sintonia di un tempo con il marito.Così decide di ricontattare Claude e di seguire le sue indicazioni. Per liberarsi delle caratteristiche negative c'è ogni giorno un semplice esercizio da compiere, un piccolo passo alla volta: ripercorrere le sensazioni di un momento felice, guardarsi allo specchio e farsi dei complimenti, contare tutte le volte che ci si lamenta durante la giornata. A volte basta solo ringraziare per quello che di buono accade, dal profumo del caffè la mattina a una realizzazione personale. Camille comincia a mettere in pratica questi consigli, e intorno e dentro di lei qualcosa succede. Con il sorriso sulle labbra, non è più così difficile parlare con suo figlio e riscoprire con suo marito i motivi per cui si erano scelti. Ma c'è una cosa ancora più importante che Camille ha imparato. Non c'è felicità se non la si divide con qualcuno. Questo è davvero l'ultimo tassello per fare di ogni giorno un giorno speciale, di ogni istante un istante da ricordare.Un debutto che è un caso editoriale unico. Con più di 200.000 copie vendute a pochi giorni dall'uscita, ha scalato le classifiche francesi solo grazie al passaparola. La stampa ha poi consacrato il suo successo. Un romanzo che cambia la vita. Un romanzo che insegna come per essere felici a volte basta solo cambiare prospettiva e ricordare la magia delle piccole cose, delle parole che scaldano il cuore. Perché se affrontata passo dopo passo, nessuna montagna è insormontabile. Si riesce sempre ad arrivare in cima.        

Nessuno come noi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bianchini, Luca

Nessuno come noi

Mondadori, 10/01/2017

Abstract: Torino, 1987. Vincenzo, per gli amici Vince, aspirante paninaro e aspirante diciassettenne, è innamorato di Caterina, detta Cate, la sua compagna di banco di terza liceo, che invece si innamora di tutti tranne che di lui. Senza rendersene conto, lei lo fa soffrire chiedendogli di continuo consigli amorosi sotto gli occhi perplessi di Spagna, la dark della scuola, capelli neri e lingua pungente.In classe Vince, Cate e Spagna vengono chiamati "Tre cuori in affitto", come il terzetto inseparabile della loro sit-com preferita.L'equilibrio di questo allegro trio viene stravolto, in pieno anno scolastico, dall'arrivo di Romeo Fioravanti, bello, viziato e un po' arrogante, che è stato già bocciato un anno e rischia di perderne un altro. Romeo sta per compiere diciotto anni, incarna il cliché degli anni Ottanta e crede di sapere tutto solo perché è di buona famiglia. Ma Vince e Cate, senza volerlo, metteranno in discussione le sue certezze.A vigilare su di loro ci sarà sempre Betty Bottone, l'appassionata insegnante di italiano, che li sgrida in francese e fa esercizi di danza moderna mentre spiega Dante. Anche lei cadrà nella trappola dell'adolescenza e inizierà un viaggio per il quale nessuno ti prepara mai abbastanza: quello dell'amore imprevisto, che fa battere il cuore anche quando "non dovrebbe".In un liceo statale dove si incontrano i ricchi della collina e i meno privilegiati della periferia torinese, Vince, Cate, Romeo e Spagna partiranno per un viaggio alla scoperta di se stessi senza avere a disposizione un computer o uno smartphone che gli indichi la via, chiedendo, andando a sbattere, scrivendosi bigliettini e pregando un telefono fisso perché suoni quando sono a casa. E, soprattutto, capendo quanto sia importante non avere paura delle proprie debolezze.

La casa dei Krull
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Simenon, Georges

La casa dei Krull

Adelphi, 02/02/2017

Abstract: La casa dei Krull è ai margini del paese; e loro stessi, in quanto tedeschi, sia pur naturalizzati, ne vengono tenuti ai margini. Sono gli stranieri, i diversi. Nella loro drogheria non si servono i francesi, ma solo i marinai che a bordo delle chiatte percorrono il canale. E quando proprio davanti a casa Krull viene ripescato il cadavere di una ragazza violentata e uccisa, i sospetti non potranno che cadere su di loro. In un magistrale crescendo di tensione, Simenon ci narra il montare dell'ostilità verso un perfetto capro espiatorio, e il progressivo disgregarsi di una famiglia apparentemente esemplare, osservati dagli occhi penetranti di un cugino a sua volta diverso da loro – diverso da tutti.

Hollywood Noir
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Indiano, Andrea

Hollywood Noir

Vololibero, 09/01/2017

Abstract: Hollywood Noir raccoglie dieci dei misteri più incredibili avvenuti in questa cittadina californiana, sempre baciata dal sole, ma capace di nascondere un lato macabro destinato a venire a galla.A distanza di decenni alcune morti che hanno funestato il mondo del cinema restano avvolte nel mistero e molti avvenimenti sono stati tenuti nascosti per troppo tempo.Racconti che mischiano realtà a fantasia, segreti diventati leggende. Queste sono le storie che definiscono la realtà di Hollywood. Dove ogni attore ha un ruolo da recitare, spesso anche nella vita vera.Si dice che il cielo di Los Angeles sia il più inquinato del mondo, per questo di sera è quasi impossibile vedere le stelle. A Hollywood la notte non è mai del tutto nera, in compenso sono le storie di chi ci vive a essere noir.Chi si aspetta di trovare risposte vedrà moltiplicate domande e curiosità. Non per nulla su questo tema si sono già cimentati tanti autori. Persino trasmissioni televisive di culto se ne sono occupate. E continuano a occuparsene.Perché più si scava per cercare la realtà, più ci s'immerge nel mistero. Chi ama il mistero lo sa e apprezzerà questo libro.Andrea Indiano è nato a Savona nel 1983. Dopo gli studi a Venezia e in Giappone, ha lavorato a Milano nell'ambito della comunica- zione e del giornalismo. Da qualche anno abita a Los Angeles negli Stati Uniti da dove lavora come giornalista freelance per varie testate italiane scrivendo, principalmente, di serie tv, cinema e tutto quello che ha a che fare con Hollywood.Hollywood Noir è il suo primo libro, dedicato alla sua più grande passione: il cinema.

Nina Simone
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Del Savio, Gianni

Nina Simone

Vololibero, 14/01/2017

Abstract: L'arte di Eunice "Nina Simone" Waymon, sfugge a ogni classificazione di genere.In pochi anni, a partire dalla seconda metà dei '50, quella timida, talentuosa ragazzina, pianista e poi anche cantante, nata nel '33 a Tryon, North Carolina, diviene una delle figure più importanti e carismatiche della storia della black music, ma non solo. Dato il suo impegno per i diritti civili e razziali, per alcuni anni è anche la "voce del Movimento", poco propensa a porgere l'altra guancia ("non sono non violenta" dirà a Martin Luther King), più vicina alle idee di Malcolm X e Stokeley Carmichael.Grande talento e passione per la musica classica, messi al servizio di un'arte che tocca temi quali amore, solitudine, spiritualità, dignità, diritti, fino alla reincarnazione. Compone molto anche in proprio, e rielabora con grande inventiva alcune scritture di autori di diverso rango e stile, piegate alle sue esigenze espressive.Passa dall'esaltazione e sicurezza di sé, allo sconforto, al senso di solitudine, costretta a difendersi dagli attacchi di paranoia e del frenetico e famelico mondo dello showbiz. Lascia una lunga scia di gioielli e qualche capolavoro, all'insegna dell'inimitabilità: eredità di una grande artista, scomparsa nel 2003.Gianni Del SavioScopre la musica nera negli anni '50. Prima recensione nel '58, sul ciclostilato di classe. Catturato poi da soul e r&b, e loro radici gospel, blues, doo wop, e dai fermenti rock. Nel '67 scrive il suo primo articolo professionale (Musica & Dischi) in omaggio a Otis Redding. Continua a diffondere quella passione: fanzine, schede enciclopediche per vari editori, collaborazioni giornalistiche (redattore del Buscadero), anche di festival (Porretta, Sestri Levante, Pesaro), titolare di trasmissioni radio (Radio Popolare, Milano), presentazioni e letture in materia. Non pensa di fermarsi.Massimo OldaniGiornalista, produttore, conduttore radiofonico. Dal 2007 trasmette su radio Capital ogni sera con VIBE, format musicale di soul /r&b.Graziano UlianiCreatore del Porretta Soul Festival che, dal 1988 anno della prima edizione, in pochi anni è diventato la vetrina europea del Memphis Sound.

Guerre, debiti e democrazia. Breve storia da Bismarck a oggi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Romano, Sergio

Guerre, debiti e democrazia. Breve storia da Bismarck a oggi

Laterza, 12/01/2017

Abstract: Dal Trattato di Versailles al Piano Marshall, la gestione del debito ha rappresentato da sempre uno dei motori fondamentali della politica europea. Sergio Romano, osservatore d'eccezione, ce ne mostra tutta la complessità nell'ultimo secolo e mezzo, evidenziando le interdipendenze tra i Paesi, l'importanza della fiducia reciproca per avviare la ripresa e che cosa abbiamo da imparare dalla nostra storia recente per costruire un futuro migliore. Col Trattato di Versailles, al termine della Grande guerra, la Germania è condannata a pagare in trent'anni 132 miliardi di marchi d'oro. Le conseguenze della miopia dei vincitori emergono presto: una Germania frustrata e indignata diventa il vivaio ideale per la nascita del nazismo. Dopo la Seconda guerra mondiale tutto cambia: il Piano Marshall finanzia la ricostruzione europea e, più tardi, nella conferenza di Londra del '53, i Paesi creditori decidono di cancellare metà del debito tedesco. Ma non esistono solo i debiti di guerra, ci sono anche quelli contratti in tempo di pace. L'Europa degli anni più recenti ha affrontato la questione senza riuscire a dimostrare unità. Il caso del debito greco esplode nel 2009, seguito da una crisi di rapporti greco-tedeschi: la Grecia accusa la Germania di non aver onorato i debiti contratti con la guerra, mentre i tedeschi accusano la Grecia di aver truccato i conti. L'Unione vacilla sotto il peso della crisi. Oggi, per capire le polarizzazioni e i contrasti sulle politiche dell'austerità è fondamentale isolare gli snodi storici che hanno definito i rapporti tra creditori e debitori in Europa. È quello che fa Sergio Romano attraverso gli ultimi centocinquant'anni, sottolineando come la fiducia reciproca tra i popoli abbia svolto una funzione fondamentale per superare i momenti di difficoltà e avviare la ripresa.

Fallen. Ediz. speciale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Kate, Lauren

Fallen. Ediz. speciale

Rizzoli, 12/01/2017

Abstract: QUESTA EDIZIONE INCLUDE NUMEROSE FOTO DI SCENA TRATTE DAL FILM "FALLEN". Basta un istante per sconvolgere un'esistenza. A cambiare quella di Lucinda, diciassette anni, è stato l'incidente in cui è morto un suo caro amico. E lei ha visto addensarsi di nuovo le ombre scure che la perseguitano da quando è bambina. Guardata con sospetto dalla polizia e da chi la ritiene responsabile della morte dell'amico, Luce – così la chiamano tutti – è costretta a entrare in un istituto correzionale. Nessun contatto con il mondo esterno, telecamere di sorveglianza, ragazzi e ragazze dal passato oscuro e disturbato sono tutto ciò che trova alla scuola Sword & Cross. E poi appare Daniel, e Luce d'un tratto non sa più cosa è vero e cosa non lo è: il cuore le dice di averlo già incontrato, ma nella sua mente si accendono solo rari lampi di ricordi troppo brevi per essere veri. Soltanto quando rischia di perderla, Daniel decide di uscire allo scoperto: i loro cuori si conoscono da sempre, da tutte le vite che Luce non ricorda ancora di aver vissuto.

Canti Orfici
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Campana, Dino - Barricalla, Fabio (a cura di) - Lanzola, Andrea (a cura di)

Canti Orfici

Matisklo Edizioni, 02/01/2017

Abstract: "Se à ancora una copia dei 'Canti Orfici' me la mandi, mi farà molto piacere: io li ebbi solo in lettura da Boine che li ricevette indirettamente": così scriveva, nel gennaio del 1916, Mario Novaro, industriale oleario, poeta-filosofo e direttore della rivista "la Riviera ligure" di Oneglia, a Dino Campana, autore 'unius libri', che nell'estate del 1914 aveva pubblicato, presso un tipografo del suo paese, quella che ebbe a definire "la sola giustificazione della 'sua' esistenza". Il "poeta notturno", già collaboratore della rivista dell'"Olio Sasso", l'avrebbe accontentato qualche giorno più tardi, inviando una copia dei 'Canti Orfici' con dedica autografa. Ora quell'esemplare, tuttora custodito presso la Biblioteca della "Fondazione Mario Novaro" di Genova, è riprodotto per la prima volta in questa edizione anastatica curata da Fabio Barricalla e Andrea Lanzola, arricchita non solo da un testo apocrifo di Marco Ercolani, e da una nota di Veronica Pesce, ma anche dal celeberrimo 'plauso' di Giovanni Boine, che tanto avrebbe contribuito alla fama del pazzo di Marradi. Con questa operazione culturale, in collaborazione con la "Fondazione Novaro", Matisklo edizioni intende mettere a disposizione di un amplissimo pubblico, di studiosi e di semplici lettori, un esemplare poco o nulla conosciuto di un'opera capitale del Novecento poetico italiano.

Nemmeno esistevi. Ero io.
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Santoro, Alfonso Maria

Nemmeno esistevi. Ero io.

Robin Edizioni, 03/01/2017

Abstract: Andrea ha vent'anni, frequenta l'università, ed è dominato da un'apatia interiore che si traduce in disinteresse verso tutto ciò che invece interessa i suoi coetanei. Dietro il suo aspetto da viziato figlio di papà si cela in realtà lo spettro di una profonda insicurezza, che cerca di scacciare andando alla ricerca dell'unica cosa che non può comprare: l'apprezzamento di ragazze sempre migliori. Tutto il resto passa in secondo piano. Vive senza sentire il profumo della vita. Fino all'incontro con Nadia. La ragazza è una che non passa inosservata, gli piace da sempre, sembra irraggiungibile, fin troppo bella per lui. Rappresenta perciò la giusta sfida per mettere a tacere una volta per tutte la sua apatia. Ma Nadia è fidanzata con Mirko, con cui ha un rapporto logoro. Quella che per Andrea inizia come una sfida, si trasformerà ben presto prima in amore e poi in ossessione.

Via Amendola
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Roberti, Dario

Via Amendola

Robin Edizioni, 03/01/2017

Abstract: Diego Mantovani ha quattordici anni e trascorre la sua vita tra i pochi vicoli che si diramano attorno a via Amendola nella cittadina di Settimo, alle porte di Torino. I suoi compagni di viaggio sono gli amici dei tempi dell'asilo: Paolone, non un semplice vicino di casa ma un vero e proprio fratello; Stefano, un ragazzo introverso e segnato da numerose sventure famigliari; e Cinzia, un'autentica mina vagante che travolge tutto ciò che la circonda. Le avventure di Diego ruotano attorno a un piccolo giardinetto, non lontano da casa, e all'antica torre medievale, storico simbolo della città e unica eredità lasciata da un castello signorile andato distrutto: essa rappresenta per Diego una fortissima ossessione. Lo spartiacque della sua vita è rappresentato dall'inizio del liceo: per la prima volta, si trova a dover affrontare un luogo sconosciuto, non così lontano da quelli a lui più cari ma distante anni luce dalla compagnia dei suoi più cari amici. Sui banchi del "Giordano Bruno" fa la conoscenza di Francesca, ragazza con cui entra subito in sintonia, e di Lele, personaggio estremamente particolare e indecifrabile. È con questi ultimi due che inizia a legarsi sempre di più, allontanandosi progressivamente dai suoi amici d'infanzia. Un ciclone di emozioni e di pensieri travolge Diego che, quasi per caso, trova sfogo in un diario: una routine quotidiana, decine e decine di pagine disordinate, scritte con una piccola matita che si porta sempre dietro, in cui riversa ansie e paure. Il tutto, con un ricordo sempre vivo nella sua mente: una ragazza incontrata per pochi secondi, ma in grado di fargli perdere completamente la testa.

Dell'aristofanesca irrisione del mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Crudi, Luca

Dell'aristofanesca irrisione del mondo

Robin Edizioni, 03/01/2017

Abstract: Il testo monografico sulla vita e l'opera di Friedrich Nietzsche comprende un'analisi sintetica dei documenti, anche inediti, relativi allo sviluppo delle riflessioni più controverse e problematiche della modernità senza esaurirne il significato nelle interpretazioni consolidate che riducono la filosofia di Nietzsche alla topica d'ispirazione heideggeriana cioè alla volontà di potenza, ai miti del superuomo, dell'eterno ritorno e dell'amor fati. È anzi possibile dedurre una dimostrazione convincente del progressivo distacco dal platonismo, della derivazione presocratica e del carattere satirico di queste caricature dell'uomo moderno. L'aristofanesca irrisione del mondo è l'espressione utilizzata da Nietzsche per definire la propria esistenza.