Community » Forum » Commenti ai titoli

L'iguana non vuole
4 3 0
Marchetta, Giusi

L'iguana non vuole

[Milano] : Rizzoli romanzo, 2011

Abstract: Ce li hanno dipinti così, i professori precari di oggi: arrendevoli, menefreghisti e incompetenti. Invece sono bravi e arrabbiati. Finalmente un romanzo ce li racconta senza indulgenza o pregiudizi, per mostrarci come, in reazione alle ingiustizie di una scuola pubblica che sta cadendo a pezzi, scoppieranno - è solo questione di tempo - l'indignazione, la protesta. Perché Emma, ventotto anni, ha lasciato Napoli per lavorare in una classe a Torino. Non avrebbe voluto: le mancano una città e un amore di nome Gianni. Anziché insegnare latino si trova a seguire il caso di Andrea, un ragazzo autistico che reagisce con violenza alla cattiveria di alcuni professori. E intorno a lei vede solo la rassegnazione di chi accetta contratti impossibili o di chi, arreso, scappa all'estero. Con stupore Emma si renderà conto che è proprio il suo ragazzino pieno di problemi a insegnarle che non bisogna più accettare i ricatti di questo Paese. Contro le crisi di Andrea, infatti, la famiglia le ha suggerito di ricorrere all'iguana, suo immaginario totem personale: se l'iguana non vuole, quella cosa non si fa. Evocare l'animale serve a renderlo innocuo fino a quando, però, il ragazzo non si trattiene più e sfoga la sua rabbia. Così, a fine anno, quando su tutti si abbatterà una serie di ingiustizie pubbliche e personali, Emma maturerà l'idea che un dio in forma d'iguana sarebbe d'accordo nel punire subito i colpevoli di un'Italia che non funziona più. Lei è pronta a seguirlo.

Moderators:

248 Visite, 3 Messaggi
P39828
12 posts

Lo sto leggendo con molta attenzione, la cosa che più mi ha impressionato nell'autrice è la sua estrema attenzione alle parole. Non una in più, non una in meno. L'autrice mi sembra quasi una sorta di “chirurgo” che sa quando e dove tagliare sul “corpo” della carta. Marco Patruno

P39828
12 posts

La seconda impressione ma che potrò confermare soltanto finendo il romanzo. E' che l'autrice fornisce un quadro finalmente realistico di Torino. Le difficoltà del mondo del lavoro e dei giovani che cercano lavoro in linea con le loro aspirazioni. Marco Patruno

P39828
12 posts

Nei prossimi giorni vi aggiornerò con altre mie impressioni in merito al libro. Marco Patruno

  • «
  • 1
  • »

2626 Messaggi in 2255 Discussioni di 349 utenti

Attualmente online: Ci sono 24 utenti online