Community » Forum » Commenti ai titoli

Bianca come il latte, rossa come il sangue
3 1 0
D'Avenia, Alessandro

Bianca come il latte, rossa come il sangue

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori una specie protetta che speri si estingua definitivamente. Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Moderators:

508 Visite, 1 Messaggi
Antonella Greco
253 posts

Ci sono un sacco di brave persone in questo libro. Di buoni sentimenti. Di cose giuste. E se si trattasse di un lavoro sull'etica, su come dovrebbe essere e non è, allora forse meriterebbe un voto più alto. Il problema è che si tratta di un romanzo e tutto questo susseguirsi di bontà e di definizioni dell'amore da bacio perugina mi hanno alzato il tasso glicemico a livelli stellari. Non riesco proprio a pensare che la controversa, ricca e crudele mente di un adolescente possa davvero essere come descritta in questo libro. Non sono più adolescente da un po', ma lo sono stata e se ci fosse stata tanta peruginità nella mia testa o in quella dei miei amici di giro me ne sarei accorta. O meglio magari la peruginità c'era, ma c'era anche tutto il resto.

  • «
  • 1
  • »

2768 Messaggi in 2383 Discussioni di 361 utenti

Attualmente online: Ci sono 23 utenti online