Community » Forum » Commenti ai titoli

Avventure della ragazza cattiva
4 1 0
Vargas Llosa, Mario

Avventure della ragazza cattiva

Torino : Einaudi, [2006]

Abstract: Ricardo conosce la ragazza cattiva da adolescente, a Lima, e per trent'anni la rincorre in lungo e in largo per il mondo, colpito da un amore folle e sconsiderato. Lei ama nascondersi sotto false identità, è sempre in fuga da qualcosa, irretita da ideali politici, alla ricerca di libertà, ma anche di patrimoni da depredare. La rincontra a Parigi, dove lei è di passaggio, guerrigliera della MIR destinata all'addestramento a Cuba: sull'isola seduce un capo castrista, poi un diplomatico francese che la riporta con sé in Europa. Seduce poi un benestante inglese, per poi finire con un mafioso giapponese, che la devasta nel morale e nel fisico con ripetute, terribili violenze sessuali. Ogni volta Ricardo è lì a proteggerla. E ogni volta lei riprende la sua via di fuga.

Moderators:

120 Visite, 1 Messaggi
Giuseppe Sirugo
115 posts

Questo romanzo l’ho trovato divertente! Lui, Ricardito, in diverse tappe si racconta partendo da un periodo puramente adolescenziale sino a giungere all'età matura: in un certo qual modo, la conclusione del narrato, passando attraverso gli anni settanta, ottanta, metterà rilievo a un’esigenza nel dovere emigrare dal proprio paese e l’amore che il narratore incontra con la scrittura. Lo stesso scrivere, sarà il nesso principale per il quale Ricardito lavora, e in fine sarà pure la parola chiave che l’abilità del narratore usa per concludere il romanzo.
Se pur una narrazione divertita, a primo approccio una letteratura non più tanto recente, verrebbe da dire che è stato un romanzo desiderato, fatto di pancia, nel senso di una voluta soddisfazione. Scritto di proprio pugno e distante da l’idea di uno scrittore che è messo davanti a un monitor di computer, magari collegato a qualche social network. Una lettura molto fluida e d’altri tempi. Ovviamente, come nei migliori romanzi, persisterà una donna che sarà capace di trarlo alla disperazione per poi riprenderselo, nonostante che con questa donna che Ricardito ha sempre amato non finirà nel migliore dei modi. Ma probabilmente è proprio da questo addio involontario che Mario Vargas Llosa ha trovato il nesso per scrivere il libro: Travesuras de la niña mala.

Cominciando da un lontano 1950, Vargas Llosa, con diverse tappe ricorda la niña mala, una ragazzina cattiva con la quale nutriva simpatia e avrebbe voluto fidanzarsi: da dire che, nonostante era un periodo dell'età adolescenziale, Ricardito, quanto a un contesto affettivo era preferibile che si sarebbe mantenuto lontano, in particolar modo dalla propria paesana, perché tutte le volte che ha provato ad esprimere alla niña mala il proprio sentimento ne è stato preso in giro. A seguito, per volontà come anche per esigenze di vita, esso va a vive in Francia e intraprende lì la carriera lavorativa. Una volta arrivato a Parigi e distante da qualsiasi affetto ha cominciato a svolgere la mansione del traduttore, però la niña mala, ormai non più bambina, in veste di militante si presenta nuovamente nella sua vita e ne ostacola la normale esistenza.

Lungo il narrato, quando lui ormai aveva compiuto i quarantasette anni ed era convinto che poteva svolgere la propria esistenza esentando il sesso e senza una donna al proprio fianco, la ragazza cattiva riappare. E in quella occasione ha suscitato in lui un’altra volta le stesse emozioni che ormai furono represse. Al trascorrere degli anni Ricardito ogni volta che rivede la niña mala si troverà moralmente ad affrontare alti e bassi, ma anche a dover superare un sentimento affettivo che col passare degli anni si trasformò in odio. Tanto è che non riuscendo a venire a capo della situazione preferisce togliersi la vita: decide di lanciarsi da un ponte della Senna. Suo malgrado, alla decisione di questo suicidio, nonostante diluviava e le strade erano vuote un barbone riesce a vedere il suo gesto estremo, lo afferra per le gambe e lo spinge brutalmente indietro così salvandogli la vita.
La storia di Ricardito nel romanzo andrà avanti con un contrasto sentimentale per tutti quanti gli episodi. Tutte le volte che il narratore pensa di dimenticare la niña mala immancabilmente lei circa ogni quattro o cinque anni si presenterà. Sino a quando, entrambi ormai persone mature, essa lo ritrova e concederà a Ricardito tutto quello che ha.

  • «
  • 1
  • »

2712 Messaggi in 2331 Discussioni di 356 utenti

Attualmente online: Ci sono 8 utenti online