Community » Forum » Commenti ai titoli

La Bhagavad-Gita così com'è
3 1 0

La Bhagavad-Gita così com'è

Firenze : Bhaktivedanta, ©1981

Moderators:

49 Visite, 1 Messaggi
Giuseppe Sirugo
118 posts

Questo volume l’ho ricevuto in regalo per parte dei fedeli religiosi dell'Associazione Internazionale per la Coscienza di Krishna di Torino, se la memoria non m'inganna fra le mani me lo diede il devoto Abhiram. Si può dire che fu un dono inaspettato. Tal volta anche per una coincidenza relativa in quanto, a seguito di un pranzo vegetariano offerto ai senza fissa dimora, presso il Gruppo Abele di Torino nel giorno di Pasquetta 2019, i devoti di Krishna si sono ricordati che per un certo periodo ho frequentato il tempio dove loro pregano costantemente; da persona atea il tempio non l'ho frequentato perché avrei voluto diventare devoto o cattolico, ma decisi di andarci e conoscerlo meglio perché questi religiosi filosoficamente oltre la lettura in sanscrito della Bhagavadgītā spiegavano il testo e i commenti attribuiti al testo. Come meglio dire: sono state un po' come delle lezioni universitarie alle quali è valsa la pena render la propria presenza! Ed è stato così che a distanza di tempo nell’averli ritrovati il devoto Abhiram senza pregiudizi mi diede da leggere la Bhagavad-Gita.

Come modello letterario non è il primo libro che ho letto. E questo volume in particolare è un libro alquanto apprezzabile per la chiarezza e semplicità con la quale hanno tradotto le tematiche. E' un testo sacro. Ovviamente la stesura è basata con tutto ciò che diventa inerente alla spiritualità della persona. Quindi ai fedeli dell'induismo: nonostante che il libro non riporta il nome di colui o di coloro che si presero la briga di tradurlo in lingua italiana c’è da riconoscere che a un tema di grande interesse il volume stesso al lettore devolve una spiegazione autorevole, chiara ed esauriente.

  • «
  • 1
  • »

2930 Messaggi in 2524 Discussioni di 380 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.