Community » Forum » Commenti ai titoli

Sorvegliare e punire
0 1 0
Foucault, Michel

Sorvegliare e punire

Torino : Einaudi, 2014

Abstract: Si imprigiona chi ruba, si imprigiona chi violenta, si imprigiona anche chi uccide. Da dove viene questa strana pratica, e la singolare pretesa di rinchiudere per correggere, avanzata dai codici moderni? Forse una vecchia eredità delle segrete medievali? Una nuova tecnologia, piuttosto: la messa a punto tra il XVI e il XIX secolo, di tutto un insieme di procedure per incasellare, controllare, misurare, addestrare gli individui, per renderli docili e utili nello stesso tempo. Sorveglianza, esercizio, manovre, annotazioni, file e posti, classificazioni, esami, registrazioni. Un sistema per assoggettare i corpi, per dominare le molteplicità umane e manipolare le loro forze si era sviluppato nel corso dei secoli classici: la disciplina.

Moderators:

20 Visite, 1 Messaggi
Utente 24383
5 posts

“L’antichità era stata una civiltà di spettacolo“... “La nostra società non è quella dello spettacolo, ma della sorveglianza; sotto la superficie delle immagini, si investono i corpi in profondità“ ...“Noi siamo assai meno greci di quanto non crediamo. Noi non siamo né sulle gradinate né sulla scena, ma in una macchina panoptica, investiti dai suoi effetti di potere che noi stessi ritrasmettiamo perché ne siamo un ingranaggio”

Con buona pace di Debord, Foucault ci avverte che non ci stiamo facendo un selfie, ma che l’obiettivo dello smartphone é lo spioncino della cella dal quale il potere ci tiene d”occhio.

  • «
  • 1
  • »

3010 Messaggi in 2596 Discussioni di 386 utenti

Attualmente online: Ci sono 25 utenti online