Vedi anche le pagine di ricerca:  GIALLI - FANTASY E FANTASCIENZA

Cerca un libro di narrativa o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2010

Trovati 2681 documenti.

L'esecutore
4 1 0
Materiale linguistico moderno

Kepler, Lars

L'esecutore : romanzo / di Lars Kepler ; traduzione di Alessandro Bassini, Monica Corbetta e Barbara Fagnoni

Milano : Longanesi, 2010

Abstract: Si chiama Joona Linna ed è di origini finlandesi, ma da anni ormai Stoccolma è la sua casa. Ma Joona Linna non è mai stato in quell'appartamento elegante e lussuoso, da cui proviene una musica struggente e rarefatta. Un brano di violino suonato da un esecutore impareggiabile. Joona Linna non è mai stato nel salottino dell'appartamento: è l'unica stanza totalmente spoglia, priva di arredamento, senza soprammobili, insolitamente vuota. A parte il corpo. L'uomo è come sospeso a pochi centimetri dal pavimento e sembra ondeggiare nell'aria seguendo il placido suono del violino, mescolato al ronzio indolente delle mosche. Aveva ragione il collega che l'ha chiamato sulla scena del delitto: c'è qualcosa di inspiegabile. Omicidio o suicidio? Da ispettore della squadra omicidi di Stoccolma, Joona Linna sa che le apparenze sono soltanto il velo ingannatore dietro cui si nascondono i crimini. E i crimini nascono da una cosa sola: i desideri.

La chiave dell'apocalisse
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rollins, James

La chiave dell'apocalisse : romanzo / James Rollins ; traduzione di Gian Paolo Gasperi

[Milano] : Nord, 2010

Abstract: Inghilterra, 1086. Il censimento ordinato da Guglielmo il Conquistatore è stato finalmente portato a termine. La summa di quel lavoro immane è un volume in cui sono elencate tutte le terre e le proprietà del regno. Ma ben presto strane voci cominciano a circolare, e nessuno sa perché due luoghi sono indicati con un'unica, enigmatica parola scritta in inchiostro cremisi: devastato. Circondata da un'aura di mistero, quell'opera monumentale passerà alla storia con un titolo inquietante: Il libro del Giorno del Giudizio. Oggi. Tre omicidi nell'arco di poche ore. Prima il figlio di un senatore americano che svolgeva attività di volontariato in una fattoria nel Mali; poi un sacerdote, esperto di archeologia e studioso di san Malachia, ucciso da un'esplosione all'interno della basilica di San Pietro; infine un professore di biologia molecolare, trovato morto nel suo laboratorio a Princeton. Tre vittime connesse da un dettaglio raccapricciante: sui cadaveri è stata impressa a fuoco una croce celtica. E lo scenario che si presenta agli agenti della Sigma si complica ulteriormente quando le indagini del comandante Grayson Pierce rivelano il coinvolgimento di una multinazionale impegnata nella produzione di alimenti geneticamente modificati. Come mai una ricerca che potrebbe alleviare le sofferenze delle popolazioni africane sembra essere legata a un oscuro flagello che ha colpito l'Inghilterra nell'XI secolo e alle visioni di un santo che ha profetizzato la fine del mondo?

La casa dei corpi sepolti
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Griffiths, Elly

La casa dei corpi sepolti / Elly Griffiths

Milano : Garzanti, 2010

Abstract: Inghilterra, Norwich. Tra le rovine di un'antica villa romana, appena portata alla luce dagli scavi, scintilla qualcosa di bianco. Ruth Galloway, archeologa forense, conosce bene quello scintillio. Si tratta di ossa. Appartengono a un piccolo scheletro umano. Ossa sorprendentemente simili a quelle che sono appena emerse durante la demolizione dell'orfanotrofio vittoriano della città vecchia. C'è un legame tra i due scheletri? Da quanto tempo la terra custodisce quei resti? Solo Ruth, esperta nella datazione di ossa antiche, è in grado di capirlo. Non è la prima volta che la donna si trova di fronte a macabri ritrovamenti di questo tipo. Ma stavolta il caso è ancora più complicato. C'è una sola persona in grado di aiutarla a trovare la verità: Harry Nelson, ispettore della omicidi e sua vecchia conoscenza. L'interrogatorio serrato al vecchio direttore dell'orfanotrofio, un sacerdote cattolico, rivela una sconvolgente verità: quarant'anni fa due bambini sono misteriosamente scomparsi, senza lasciare alcuna traccia. Il caso fu debitamente insabbiato. Appartengono a loro i due scheletri? Solo le ossa possono dirlo. Ruth lo sa bene: le ossa non mentono mai. Ma deve agire in fretta, perché mentre le prove si accumulano, si fa sempre più chiaro che qualcuno sta facendo di tutto per sviarla, spaventandola a morte... Un romanzo intrigante, fitto di misteri e verità oscure, che affondano le loro radici nelle profondità più inaccessibili dell'animo umano.

La testimone scomoda
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Martini, Steve

La testimone scomoda : romanzo / di Steve Martini ; traduzione di Annamaria Raffo

Milano : Longanesi, 2010

Abstract: Katja è giovane e bella, di una bellezza provocante. È piena di sogni, e ha ciò che le serve per realizzarli. Katja potrebbe avere tutto dalla vita. Eppure è proprio la sua vita a essere in pericolo. Perché Katja è diventata particolarmente scomoda per qualcuno. Qualcuno di estremamente pericoloso. Quando l'avvocato Paul Madriani decide di difenderla, però, è lui a ritrovarsi in pericolo. Non si tratta soltanto di scagionare la bella Katja dalle prove schiaccianti che la accusano di un efferato duplice omicidio: la posta in gioco infatti sembra alzarsi ogni minuto che passa, perché Katja è a conoscenza di qualcosa che potrebbe cambiare non solo il suo destino, ma anche quello di migliaia di persone ignare della minaccia che pende sul loro capo. Una minaccia che gravita ben al di là dell'aula di tribunale. Katja non è soltanto un'accusata: è una testimone che sa troppo. Per questo non basta la condanna. Solo la sua morte può impedire che la minaccia venga sventata. La sua morte... E quella di chiunque la difenda. Una storia che mescola in modo magistrale finte verità e verosimili finzioni, legal thriller e azione serrata, dialoghi brillanti e inseguimenti mozzafiato. E un personaggio, quello di Paul Madriani, che con le sue intuizioni geniali e le imprevedibili manchevolezze ha già conquistato milioni di lettori.

Il filo che brucia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deaver, Jeffery

Il filo che brucia / Jeffery Deaver ; traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini

[Milano] : Rizzoli, 2010

Abstract: La notizia raggiunge Lincoln Rhyme nella sua casa-laboratorio di Central Park West: l'Orologiaio, l'unico criminale a essergli sfuggito, è stato avvistato all'aeroporto di Città del Messico. Rhyme sta già pregustando l'occasione di regolare i conti con la sua nemesi, quando al quartier generale dell'NYPD scatta l'allarme per un caso che richiede il suo intervento. Perché in pieno centro a Manhattan un autobus di linea è stato colpito da una violenta scarica elettrica che lo ha ridotto a una carcassa di metallo incandescente. La scena del crimine non lascia dubbi: qualcuno si è divertito a giocare con la rete elettrica della città, e quello che poteva sembrare un incidente è in realtà un attentato riuscito solo a metà. Poco dopo, infatti, il misterioso attentatore si fa vivo con la polizia per avanzare la sua esorbitante richiesta: una riduzione dei consumi elettrici così drastica da condannare New York alla paralisi. Mentre la task-force guidata da Rhyme segue la pista di un gruppo di ecoterroristi, i blackout e gli incidenti letali si moltiplicano, la città precipita nel caos e la minaccia elettrica rivela tutto il suo devastante potenziale distruttivo. Solo Lincoln Rhyme può sperare di sventare il piano criminale di chi sta trasformando New York in una gigantesca trappola mortale. Ma prima di incastrare il colpevole, Rhyme dovrà affrontare i fantasmi più reconditi della propria coscienza e del proprio passato. Evitando di lasciarci la pelle.

La mano sinistra di Dio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hoffman, Paul <1956- > - Hoffman, Paul <1953- >

La mano sinistra di Dio : romanzo / Paul Hoffman ; traduzione di Paolo Scopacasa

[Milano] : Nord, 2010

Abstract: Non lasciatevi ingannare. Si chiama Santuario dei Redentori, quello in cima a Shotover Scarp, ma è un luogo che non dà nessun rifugio e offre ben poca redenzione. Anzitutto è circondato, a perdita d'occhio, da un'arida boscaglia, è avvolto da una perenne coltre di fuliggine ed è così grande che è facilissimo perdersi, proprio come ci si perderebbe in una landa desolata. Poi ci vivono più di diecimila ragazzi, tormentati dalla fame e dal gelo, costretti a pregare e a fare penitenza, stremati da punizioni brutali e da un addestramento sfibrante. E tutto perché i Redentori hanno un disperato bisogno di soldati da mandare in guerra contro gli Antagonisti, contro coloro che non credono in nessun Dio. Una guerra che dura ormai da due secoli. Questa è stata la vita di Cale da quando, dieci anni prima, è stato strappato alla sua famiglia e condotto nel Santuario. Adesso Cale di anni ne ha quattordici: il suo passato è stato cancellato, il suo presente è un inferno e il suo futuro è la morte sul campo di battaglia. La stessa fine di tutti i suoi compagni. Però Cale non è come gli altri. Non si lamenta, non rimpiange, non protesta. Il suo sguardo è freddo e spietato, il suo cuore è calmo e risoluto, la sua mente è lucida e determinata. Perché Cale ha un piano. Deve fuggire. Ma non si può sfuggire al destino. Infatti, dopo aver abbandonato il Santuario, Cale si ritroverà in un mondo ancora più crudele e pericoloso. Un mondo in cui bisogna combattere con le armi e con l'astuzia.

Momenti di trascurabile felicità
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Piccolo, Francesco <1964- >

Momenti di trascurabile felicità / Francesco Piccolo

Torino : Einaudi, 2010

Abstract: Possono esistere felicità trascurabili? Come chiamare quei piaceri intensi e volatili che punteggiano le nostre giornate, accendendone i minuti come fiammiferi nel buio? Sei in coda al supermercato in attesa del tuo turno, magari sei bloccato nel traffico, oppure aspetti che la tua ragazza esca dal camerino di un negozio d'abbigliamento. Quando all'improvviso la realtà intorno a te sembra convergere in un solo punto, e lo fa brillare. E allora capisci di averne appena incontrato uno. I momenti di trascurabile felicità funzionano così: possono annidarsi ovunque, pronti a pioverti in testa e farti aprire gli occhi su qualcosa che fino a un attimo prima non avevi considerato. Per farti scoprire, ad esempio, quant'è preziosa quella manciata di giorni d'agosto in cui tutti vanno in vacanza e tu rimani da solo in città. Quale interesse morboso ti spinge a chiuderti a chiave nei bagni delle case in cui non sei mai stato e curiosare su tutti i prodotti che usano. A metà strada tra Mi ricordo di Perec e le implacabili leggi di Murphy, Francesco Piccolo mette a nudo i piaceri più inconfessabili, i tic, le debolezze con le quali tutti noi dobbiamo fare i conti. Pagina dopo pagina, momento dopo momento, si finisce col venire travolti da un'ondata di divertimento, intelligenza e stupore. L'autore raccoglie, cataloga e fa sue le mille epifanie che sbocciano a ogni angolo di strada. Perché solo riducendo a spicchi la realtà si riesce ad afferrare per la coda il senso profondo della vita.

Senza traccia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Levien, David

Senza traccia : romanzo / David Levien ; traduzione dall'inglese di Maurizio Nati

Roma : Fanucci, 2010

Abstract: Jamie Gabriel, dodici anni, inforca la bicicletta come fa ogni mattina presto per andare a consegnare i giornali nel quartiere in cui vive, nei sobborghi di Indianapolis. Ma da qualche parte lungo la sua strada succede qualcosa, e lui non tornerà più a casa. Quattordici mesi dopo, Paul e Carol Gabriel stanno per abbandonare ogni speranza. Distrutti da una frustrante serie di buchi nell'acqua e delusi dall'atteggiamento della polizia, che non riesce a trovare il loro ragazzo e finisce per archiviare il caso come una semplice fuga da casa di un adolescente irrequieto, i due trovano un nome, quello di un investigatore privato che potrebbe rappresentare la loro ultima speranza per trovare le risposte che cercano. Frank Behr è un omone enigmatico, un ex poliziotto che sulle prime si dimostra molto riluttante ad aiutarli. Ma la richiesta implorante di Paul gli riporta alla mente demoni che ha tentato di ignorare per anni, e che ora reclamano la sua attenzione: il divorzio da sua moglie avvenuto dopo la morte del figlio. Affrontando ogni suo peggior timore, Behr si immerge nella ricerca insieme all'uomo, condividendo con lui il dolore di un padre che ha perso suo figlio. La sua indagine lo porterà lontano da casa e vicino ai fantasmi del passato che lo perseguitano; e per scoprire la verità dovrà affrontare per la prima volta se stesso in un'accelerazione improvvisa degli eventi.

La spirale del tempo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Hancock, Graham

La spirale del tempo : romanzo / Graham Hancock ; traduzione di Bruno Amato

Milano : Corbaccio, 2010

Abstract: Los Angeles, terzo millennio della nostra era: Leoni, un'adolescente ribelle, finisce in overdose e sperimenta un'esperienza di premorte. La sua anima viene catapultata in una realtà parallela collocata nel passato di 24.000 anni fa. Qui la sua vita si lega indissolubilmente a quella di Ria, giovane guerriera dell'Età della Pietra nel pieno della sua battaglia contro i feroci Illimani, popolo di Sulpa, potente demone deciso a distruggere l'umanità. Mentre i guerrieri condotti da Ria stanno per soccombere all'impeto del nemico spietato, Sulpa muove i suoi passi verso lo scopo finale: manifestarsi fisicamente nel ventunesimo secolo per condannare l'umanità alla schiavitù perenne. L'ora è ormai vicina e ogni speranza sembra perduta. Ma forse non del tutto se Leoni e Ria, come è scritto nel loro destino, riusciranno a unirsi al di fuori del flusso del tempo e, avventurandosi oltre i confini del conoscibile, a combattere la loro grande battaglia finale...

Il sorriso di Angelica
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Camilleri, Andrea <1925- >

Il sorriso di Angelica / Andrea Camilleri

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: Gli anni non impediscono a Montalbano di riaccedere alle venture e agli incanti dell'esperienza adolescenziale: all'inadeguatezza emotiva, alle fantasticaggini, ai risalti del cuore, ai turbamenti, alla tenera e trepida lascivia; alle affezioni precipitose, anche: dagli scoppi d'ira, agli schianti di gelosia. Conosce a memoria la poesia Adolescente di Vincenzo Cardarelli. Recita a se stesso i versi sul pescatore di spugne, che avrà la sua perla rara. E sa, non senza diffidenza e discorde sospetto di decrepitezza, quando più e quando meno, tra il lepido e il drammatico, che ... il saggio non è che un fanciullo / che si duole di essere cresciuto. Non crede invece, alla sua saggezza, la fidanzata Livia. E scambia per un tratto di guasconeria la confessione di un tradimento, fatta con la schiettezza propria dell'età men cauta. Montalbano è stato folgorato dalla bellezza, sensualmente sporca di vita, della giovane Angelica. Un misterioso personaggio, nascosto in un gomito d'ombra, confonde il commissario con una giostra di furti architettati geometricamente, secondo uno schema d'ordine di pedante e accanita astuzia. Quale sia la posta in gioco è da scoprire. La vicenda è ingrovigliata e ha punte d'asprezza. E intanto Montalbano si vede in sogno, costretto in un'armatura di cavaliere, e buttato dentro un torneo. Fuor di sogno, nel vivo delle indagini, irrompe, in questa gara similariostesca, la nuova Angelica.

La caccia al tesoro
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Camilleri, Andrea <1925- >

La caccia al tesoro / Andrea Camilleri

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: Un torpore inerte ha invaso il commissariato di Vigàta: un tedio strascicato. Ammortisce pure il trallerallera di Catarella, che adesso incespica tra rebus e cruciverba. Montalbano legge un romanzo di Simenon, e distratto va sfogliando una vecchia annata della Domenica del Corriere: al telefono continua il dai e ridai querulo e molesto della suscettibile fidanzata, lontana sempre, lontanissima. Eppure un diversivo c'era stato. Due anziani bigotti, fratello e sorella, a furia di preterìe e giaculatorie, avevano rincappellato pazzia sopra pazzia. La loro demenza era arrivata al fanatismo delle armi. E la sceriffata santa aveva lasciato sul campo uno strumento di passioni tristi e appassite: una bambola gonfiabile, disfatta dall'uso; una di quelle pupazze maritabili che (diceva Gadda) tu le basci, e ci piangi sopra, e speri icchè tu voi. E, fornito il bascio, te tu la disenfi e riforbisci e ripieghi e riponi, come una camiscia stirata. Un'altra bambola gemella, ugualmente disfatta, ma data per cadavere di giovane seviziata, era stata trovata poi in un cassonetto della spazzatura, in via Brancati. Sembrò una stravaganza.

Leielui
3 0 0
Materiale linguistico moderno

De_Carlo, Andrea <1952- >

Leielui / Andrea De Carlo

[Milano ] : Romanzo Bompiani, 2010

Abstract: 'Leielui' è una storia d'amore. Si svolge tutta nel corso di un'estate caldissima, tra Milano, la costa della Liguria, il sud della Francia e Vancouver, in Canada. Lei è Clare Moletto, un'americana che vive in Italia da diversi anni e lavora al call center di una grande compagnia di assicurazioni. Lui è Daniel Deserti, autore del bestseller internazionale 'Lo sguardo della lepre' e di altri romanzi di minore successo. In un giorno di pioggia torrenziale, lui, ubriaco e in piena crisi creativa, con la sua macchina va addosso alla macchina in cui lei viaggia con il suo fidanzato. Da questo evento potenzialmente catastrofico, nasce un rapporto che passa dall'ostilità alla diffidenza alla curiosità, all'attrazione incontrollabile. Volevo raccontare le ragioni, i dubbi, le contraddizioni profonde che una donna e un uomo di oggi si trovano a fronteggiare quando gli capita di innamorarsi davvero. La scommessa era parlarne nel modo più onesto possibile, e dare ai due protagonisti, donna e uomo, lo stesso peso. Così a capitoli alterni la storia è raccontata dal punto di vista di lei e di lui: la prospettiva cambia, e cambiano le percezioni, i sentimenti in gioco, i pensieri, le domande senza risposta. Credo che per una lettrice o un lettore sia quasi inevitabile identificarsi in uno dei due personaggi, e che questo possa suscitare in certi casi una strana alternanza di partecipazione e rabbia. A me è successo, con lei e con lui. Andrea De Carlo

Una nuova terra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lahiri, Jhumpa

Una nuova terra / Jhumpa Lahiri ; traduzione di Federica Oddera

Parma : Guanda, 2010

Quando verrà la rivoluzione avremo tutti lo skateboard
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sayrafiezadeh, Saïd

Quando verrà la rivoluzione avremo tutti lo skateboard / Said Sayrafiezadeh ; traduzione di Elisa Comito

Roma : Nottetempo, 2010

Abstract: Figlio di un iraniano e di un'ebrea statunitense, Said è nato alla fine degli anni sessanta, mangia carote e yogurt, guarda la tv di nascosto, trascorre le vacanze partecipando a incomprensibili raduni politici. E soprattutto, al contrario dei suoi coetanei, non possiede uno skateboard. Il motivo di tanta originalità? Said è figlio di comunisti: un padre che sembra Che Guevara, una madre che promette gli skate solo quando il proletariato vincerà. Con un ritmo veloce e brillante, e la capacità di cogliere gli aspetti più strambi dell'esistenza, l'autore sorprende col racconto autobiografico di una giovinezza irregolare, trascorsa in attesa di una rivoluzione sempre imminente e sempre rinviata.

Quello che gli animali non dicono
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Grazioli, Oscar

Quello che gli animali non dicono : straordinarie storie vere di animali e dei loro proprietari scritte da un veterinario / Oscar Grazioli

Torino : L'età dell'Acquario, 2010

Abstract: Cani, gatti, cavalli, scimmie, rettili (e l'elenco potrebbe continuare) sono i protagonisti delle trentasei storie - più una postfazione, che tratta una vicenda particolarmente cara all'autore - riunite in questo volume. Ciascuna di esse racconta un frammento di vita degli animali e dei loro proprietari dal punto di vista privilegiato di chi ha vissuto accanto a loro, utilizzando le proprie competenze di veterinario e giornalista per farsi portavoce - con simpatia, senso dell'umorismo e un pizzico di ironia - di quei fratelli minori cui non sempre prestiamo la dovuta attenzione. Se fra i personaggi dei vari racconti non figurano soltanto i classici animali domestici è perché Oscar Grazioli ha avuto la fortuna, e il coraggio, di imbattersi in casi unici e particolari, e anche di seguire con determinazione e interesse le vicende di animali sfruttati e vittime di maltrattamenti. Quello che gli animali non dicono è un libro appassionante, divertente e contagioso: l'affetto che l'autore nutre per gli eroi delle sue storie diventa subito il nostro.

Il circolo degli eretici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Parris, S. J.

Il circolo degli eretici / S. J. Parris ; traduzione di Alfredo Colitto

[Milano] : Sperling & Kupfer, 2010

Abstract: 1583. Elisabetta I siede sul trono d'Inghilterra da venticinque anni, ma tra i suoi sudditi serpeggia il malcontento: sono molti quelli che auspicano l'abbandono della fede protestante e il ritorno al cattolicesimo. L'isola rimane tuttavia un rifugio sicuro per chi peregrina senza tregua per l'Europa, braccato dalla Santa Inquisizione. Come Giordano Bruno, monaco, scienziato e poeta, accusato di eresia e perseguitato dalla Chiesa di Roma per le sue idee radicali sulla Terra e sull'universo. Non appena approda a Londra, Bruno viene reclutato come spia al servizio di Sua Maestà e inviato in missione proprio a Oxford, al Lincoln College. Ufficialmente parteciperà a un dibattito sulle teorie copernicane, in realtà dovrà cercare di infiltrarsi in una rete di cospiratori cattolici per sventare una possibile congiura contro la sovrana. Bruno accetta di buon grado, attratto soprattutto dalla prospettiva di poter accedere indisturbato alla biblioteca universitaria per approfondire le ricerche su un antico e introvabile testo di religione. All'indomani del suo arrivo, però, lo studioso si trova a dover investigare su un fatto ben più inquietante: uno dei docenti è stato brutalmente assassinato. Nel giro di pochi giorni, i delitti si moltiplicano: chi semina la morte nel college? E perché tutti gli omicidi riproducono con macabra precisione i supplizi descritti nel Libro dei martiri? Qualcuno sembra voler scatenare una spaventosa vendetta nel nome della fede. Ma quale fede?

Donna alla finestra
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Dunne, Catherine

Donna alla finestra : [romanzo] / Catherine Dunne ; traduzione di Ada Arduini

Parma : Guanda, 2010

Abstract: Lynda e Robert Graham possono dirsi soddisfatti della vita che si sono costruiti. Una bella casa in un quartiere benestante di Dublino, la sicurezza economica, due figli invidiabili, Katie e Ciaràn. Nonostante qualche nuvola passeggera e qualche preoccupazione legata al comportamento un po' aggressivo del figlio adolescente, i Graham vedono scorrere la loro esistenza placidamente, riflessa nel giardino giapponese che ogni mattina all'alba Lynda si ferma qualche attimo a contemplare con l'orgoglio dell'artista. C'è solo un neo in questo perfetto quadro famigliare: si tratta di Danny, il fratello minore di Robert, uno scapestrato che periodicamente sconvolge la loro routine con le sue pretese e i suoi modi prepotenti. Per fortuna, nella casa dei Graham arriva una persona che porta un po' di serenità. Ciaràn infatti presenta ai suoi Jon, un amico bello, educato e sensibile, che presto diventa una presenza fissa al punto da trasferirsi da loro. Agli occhi di tutti Jon sembra l'ospite perfetto, forse troppo: l'istinto di Lynda le suggerisce che qualcosa non va... Chi è veramente il dolce e disponibile Jon?

La casa nell'ombra
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Faldbakken, Knut

La casa nell'ombra : [thriller] / Knut Faldbakken ; traduzione di Elisa Biagi

Firenze ; Milano : Giunti, 2010

Abstract: Un settantenne ancora affascinante, Jacob Lind, viene trovato morto dopo una festa del centro ricreativo per anziani di Hamar, piccola cittadina norvegese apparentemente tranquilla. Il caso potrebbe essere archiviato sotto la voce morte naturale, se non fosse per una serie di dettagli piuttosto singolari: Jacob Lind all'anagrafe non esiste e ben due donne dichiarano di esserne le fidanzate. Sul caso indagano il commissario Valmann - vedovo di mezza età dalla vita solitaria - e la sua giovane assistente. Tutto sembra ruotare attorno a Elise Valmoe, una delle sedicenti fidanzate di Jacob e alla casa in cui vive. Che cosa si nasconde dietro l'antico quadro della deposizione di Cristo, appeso nella camera di Elise, su cui si concentrano le sue ossessive fantasie e gli ambigui interessi di chi la circonda?

I sette fuochi del tempio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Levin, Daniel <1975- >

I sette fuochi del tempio : romanzo / Daniel Levin ; traduzione di Velia Februari

[Milano] : Nord, 2010

Abstract: Roma. Per il giovane avvocato Jonathan Marcus è quasi un ritorno a casa. È ancora vivo in lui il ricordo del periodo trascorso in Italia per completare una ricerca sulla controversa figura di Flavio Giuseppe, lo storico ebreo che, durante le guerre giudaiche, si era alleato con Tito. Adesso Jonathan è in città per difendere un cliente dall'accusa di aver illegalmente acquistato due frammenti della Forma Urbis - un'enorme mappa in marmo della Roma imperiale raffiguranti una sezione del Colosseo. E in quei reperti Jonathan individua un riferimento proprio a Flavio Giuseppe e all'errore di Tito... Ostia. Dopo aver ricevuto una soffiata, il capitano dei carabinieri Jacopo Profeta perquisisce un magazzino abbandonato e, all'interno di una colonna romana, scopre il corpo imbalsamato di una donna. Sulla pelle è tatuata una frase enigmatica - La vittoria nell'ombelico del mondo - e tutt'intorno sono sparse varie pagine manoscritte di un'opera di Flavio Giuseppe. Profeta intuisce di essere caduto in una trappola e, pochi secondi prima che il magazzino venga distrutto da un'esplosione, riesce a fuggire, portando in salvo alcune pergamene... Gerusalemme. Salah al-Din, nipote del Gran Muftì, sta clandestinamente scavando sotto la Cupola della Roccia. Il suo obiettivo è localizzare la camera segreta dove Flavio Giuseppe ha nascosto una reliquia leggendaria. Il Monte del Tempio, infatti, è l'ombelico del mondo... Tre uomini, un segreto, una missione: trovare la Menorah.

Sangue di mezz'inverno
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Kallentoft, Mons

Sangue di mezz'inverno : romanzo / Mons Kallentoft ; traduzione di Alessandro Storti

[Milano] : Nord, 2010

Abstract: Un'altra notte, un'altra tormenta di neve. Temperatura: meno trenta. Una cortina di gelo avvolge la città e la brina sulle finestre acceca le case e le coscienze. Questa giornata non è fatta per i vivi, pensa Malin Fors, la più brillante e ambiziosa detective di Linkòping, in Svezia. Ma anche la più irrequieta. Divorziata e con una figlia tredicenne avuta quand'era troppo giovane, cerca consolazione nell'alcol e spesso si fa coinvolgere in precarie storie sentimentali. Per lei, tuttavia, ogni indagine è una missione, la possibilità di redimere un mondo in cui vittime e colpevoli sono due facce della stessa medaglia. Questa giornata non è fatta per i vivi. E infatti, nella campagna ghiacciata, impiccato a un albero, è stato ritrovato un uomo. Sui quarant'anni. Nudo. Obeso. Coperto di lividi e di ustioni. Chi l'ha ucciso non ha lasciato tracce. O, se l'ha fatto, ci ha pensato la neve a cancellarle. Nessuno sa chi era quell'uomo. O, forse, nessuno ha mai voluto saperlo. E allora perché è stato ucciso? Per un gioco crudele finito male? Per consumare una vendetta covata da anni? Per celebrare un antico rituale di mezz'inverno? La risposta è lì, nascosta tra le pieghe di un'esistenza sempre ai margini, che adesso però reclama attenzione. Che vuole uscire dall'ombra per essere raccontata. Da Malin. Questa giornata non è fatta per i vivi.