Vedi anche le pagine di ricerca:  GIALLI - FANTASY E FANTASCIENZA

Cerca un libro di narrativa o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Inglese

Trovati 88 documenti.

Finnegans wake. Libro terzo, capitoli 1 e 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Joyce, James

Finnegans wake. Libro terzo, capitoli 1 e 2 / James Joyce ; a cura di Enrico Terrinoni e Fabio Pedone

Milano : Oscar Mondadori, 2017

Primo Levi e i tedeschi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Mengoni, Martina

Primo Levi e i tedeschi / Martina Mengoni ; traduzione inglese di Gail McDowell

Torino : Einaudi 2017

Ricordi del passato e altro...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rosso, Egidio

Ricordi del passato e altro... = Recollections of the past and more : 1935-1945, 1947-2016 / Egidio Rosso

LaVergne : Lightning Source, 2016

Una stanza tutta per sé
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Woolf, Virginia

Una stanza tutta per sé / Virginia Woolf ; traduzione e cura di Maria Antonietta Saracino

Torino : Einaudi, 2016

EPIC
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Williams, Leighton

EPIC : an epic music novel / Leighton William

[S.l.] : a cura dell'autore, 2015

Metamorfosi e altre storie gotiche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Shelley, Mary

Metamorfosi e altre storie gotiche / Mary Shelley ; a cura di Franco Venturi

Milano : La Vita Felice, 2015

The master
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tóibín, Colm

The master / Colm Toibin ; traduzione di Maurizio Bartocci

Milano : Bompiani, 2014

Abstract: John Updike, recensendo l'edizione americana di questo romanzo, lo definì un'opera di finzione che segue fedelmente i fatti. Che sono poi quelli che riguardano il protagonista, lo scrittore Henry James, nel periodo forse più tormentato della sua vita, dal gennaio del 1895, che segna il fallimento della sua esperienza teatrale col fiasco del suo dramma Guy Domville, all'ottobre del 1899, quando l'arrivo del fratello malato riapre sopiti malesseri, presenti e passati. Anni traditori, secondo la definizione di Leon Edel, nella sua monumentale biografia, quando affiora la disperazione pacata per cui ogni riscatto che non attenga alla scrittura è precluso: l'esistenza si popola di ricordi e i ricordi fanno male, perché segnano per lui le morti, i timori, i tremori, i rifiuti, la paura di amare. Tóibín segue con magistrale perizia i fantasmi del suo protetto: l'affiorare di una notte allusiva trascorsa, da ragazzo, con l'amico William Dean Howells, il suicidio colposo dell'amica Constance Fenimore Cooper, la morte dell'amata sorella Alice. Lo circonda di solitudine come di mondanità: gli amici che gli parlano del processo Wilde, le petulanti dame che vanno a fargli visita, i domestici che si ubriacano, mentre la vita continua a scorrrere via, o meglio si trasforma in letteratura; sono questi gli anni in cui scrive, tra l'altro, indimenticabili storie quali Cosa sapeva Masie e Il giro di vite. (Piero Celli)

Giro di vite
0 0 0
Materiale linguistico moderno

James, Henry <1843-1916>

Giro di vite / Henry James ; a cura di Alex R. Falzon

Milano : Mondolibri, 2013

Promettimi di non morire
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ottieri, Maria Pace - Gaiser, Carol

Promettimi di non morire / Maria Pace Ottieri e Carol Gaiser

Roma : Nottetempo, 2013

Abstract: Dopo la morte della madre Silvana, Maria Pace Ottieri trova un pacco di lettere scritte in un italiano un po' sgrammaticato e firmate Carol. Questa scoperta segna l'inizio di un viaggio appassionato attraverso il tempo, l'Atlantico e quarant'anni di amicizia tra le due corrispondenti, che si erano conosciute a Roma nei primi anni '60, quando Carol, giovane poetessa, era una brillante borsista Fulbright piena di umorismo e curiosità, catapultata al centro di una vivace stagione intellettuale: conosce Pasolini, La Capria, Elsa Morante, Moravia e Silvana Mauri, con cui nasce una complicità immediata e profonda. Per tutta la vita, Carol le indirizzerà lunghe lettere che involontariamente compongono una biografia epistolare e si rivelano il romanzo che non ha mai scritto: un romanzo pieno di passione, che partendo dal fulgore della stagione romana, attraversa il mondo esaltante del Greenwich Village e percorre poi parabole dolorose, perdite e amori inquieti. Se è vero che apprendi più da un failure che da un successo, io a questo punto dovrei essere omnisciente.

I morti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Joyce, James

I morti / James Joyce ; a cura di Claudia Corti

Venezia : Marsilio, 2012

Abstract: Racconto conclusivo e momento epifanico della raccolta Gente di Dublino, I morti è divenuto un objet de eulte a sé stante della narrativa breve novecentesca. Come nei quattordici racconti che lo precedono, è Dublino la veta protagonista, impietosamente e dolorosamente rappresentata nella paralisi culturale e motale dei suoi abitanti e nella fissità claustrofobica dei suoi rituali, dei suoi ideali e dei suoi simboli asfittici. Ed è appunto il più simbolico dei rituali - la tradizionale festa natalizia delle signorine Motkan - che fa da cornice al racconto: una natura morta splendidamente dipinta nel dettagliato resoconto degli arrivi e partenze, nell'inventario minuzioso di cibi e bevande, nell'annuncio gridato delle figute della quadriglia e nelle ridondanti formule di benvenuto e commiato che aprono e chiudono la festa. Officiante supremo del rito è Gabriel Conroy, maschera di Joyce, che si muove insofferente e impacciato tra sussiego e disagio, autocompiacimento e insicurezza, alla ricerca di conferme di una identità traballante sul vuoto vertiginoso della propria paralisi e del proprio fallimento interiote. Fino allo struggente e ambiguo finale, quando percepisce nel turbamento improvviso e nella distanza di sua moglie Gretta la presenza di un fantasma del passato e di una frattura tra loro, sempre esistita sotto la superficie dotata del grande amore e della famiglia felice. È il momento di una dolorosa agnizione, e dell'incontro con i morti, i morti che tornano a minacciare il presente...

La      caduta della casa Usher
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poe, Edgar Allan

La caduta della casa Usher / Edgar Allan Poe ; traduzione a cura di Laura E. Miller

Milano : Leone, 2011

I leoncini ; 18

Abstract: Perché Roderick Usher gli ha inviato quella richiesta urgente? Perché lo vuole presso la sua dimora in rovina? Questi sono gli interrogativi che accompagnano il narratore fino alla casa Usher. Ma altre e ben più inquietanti domande si affolleranno nella sua testa incontrando il suo amico d'infanzia e la sorella gemella, divorati da un male misterioso che sembra aleggiare tra le pareti della casa. Basterà la razionalità a spiegare gli strani accadimenti e la morte di Lady Madeleine o sarà soltanto l'inizio del trionfo delle oscure forze che dominano l'universo?

L'angolo bello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

James, Henry <1843-1916>

L'angolo bello / Henry James ; a cura di Alide Cagidemetrio

Venezia : Marsilio, 2011

Abstract: Il ritorno in patria di un americano a lungo vissuto in Europa, New York nella convulsa trasformazione primonovecentesca, l'incertezza sui confini della realtà psichica: con questi ingredienti Henry James scrive L'angolo bello (1908). Cosa ne sarebbe stato del maturo espatriato se non avesse abbandonato New York? Questa domanda innesta un ossessivo inseguimento di un possibile altro da sé. Le due personalità del protagonista si confrontano coinvolgendo mondi opposti, Europa e America, passato e presente, agiati ozi e feroce competizione finanziaria, e, infine, l'incubo della sopraffazione da parte di un oscuro straniero.

La spiaggia di Falesá
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stevenson, Robert Louis <1850-1894>

La spiaggia di Falesá / Robert Louis Stevenson ; a cura di Richard Ambrosini

Venezia : Marsilio, 2011

Abstract: La spiaggia di Palesa (1892), racconto dei Mari del Sud, appartiene a quel momento magico della vita di Stevenson in cui, abbandonata per sempre la cappa plumbea della pur amatissima Scozia, si rifugia nel sole delle isole Samoa, dove morirà solo cinque anni dopo, a 44 anni. E la scoperta inebriante di un mondo nuovo, di luoghi e colori, lingue, odori e personaggi mai immaginati prima, ma anche di una nuova impenetrabile complessità in cui si mostrano le maschere grottesche del colonialismo europeo e i nodi profondi e insondabili dello scontro di civiltà: i rozzi e avidi mercanti in guerra tra loro, i missionari e la loro ambigua opera di evangelizzazione, i misteriosi inquietanti tabù di una razza diversa e lontana, la sensualità innocente e irresistibile di una bellissima indigena. Per raccontare tutto questo Stevenson cerca modi e linguaggi nuovi, che fanno posto al realismo, all'ironia e al disincanto: e la gioiosa isola del tesoro, abbandonati pirati e pappagalli, si carica delle voci dissonanti, delle luci e delle ombre che di lì a poco avrebbero dato vita al romanzo coloniale di Conrad e Kipling.

Daisy Miller
0 0 0
Materiale linguistico moderno

James, Henry <1843-1916>

Daisy Miller / Henry James ; traduzione di Angelita La Spada

Milano : Alia, 2011

Parassiti del Paradiso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cohen, Leonard

Parassiti del Paradiso / Leonard Cohen ; traduzione di Giancarlo De Cataldo e Damiano Abeni ; prefazione di Suzanne Vega

Roma : Minimum fax, 2011

Abstract: Parassiti del paradiso, uscito originariamente nel 1966 e qui presentato per la prima volta ai lettori italiani, è una delle tappe fondamentali della produzione artistica di Léonard Cohen. In questa raccolta, infatti, vedono la luce i testi di canzoni che avrebbero segnato la consacrazione del cantautore canadese, capolavori come «Suzanne», «Teachers», «Fingerprints», «The Master Song», «Avalanche». I temi di queste poesie sono quelli ben noti ai fan di Cohen: l'amore romantico e la passione sensuale, l'ironia che trasforma la solitudine in un punto di vista privilegiato sul mondo, gli echi di una religiosità tormentata. A rinnovarli costantemente c'è una lingua ricercata e ricca di suggestione, che trae la sua linfa da fonti tanto distanti quanto possono esserlo la Bibbia e la canzone folk-rock degli anni Sessanta. Prefazione di Suzanne Vega.

Mr. Paradise
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leonard, Elmore

Mr. Paradise / Elmore Leonard

London : Phoenix, 2011

Benito Cereno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Melville, Herman

Benito Cereno / Herman Melville ; postfazione di Beniamino Placido ; traduzione di Bruno Tasso

Milano : BUR, 2011

Abstract: Una nave misteriosa con il suo capitano spagnolo, la bonaccia, un comandante americano che, ligio ai propri doveri, sale a bordo per portare aiuto: è l'avvio di un comune racconto di mare, si rivelerà un satanico doppio gioco narrativo. Quanto accade sulla Saint Dominick, una sorta di immensa scacchiera in cui si mescolano il bianco dei marinai e il nero degli schiavi, il lamento delle cantilene e lo strofinio delle accette, è realtà o sapiente messa in scena? Il centro nascosto del racconto, il segreto di quella nave e forse il cuore di tenebra dell'intero Occidente, sarà svelato solo alla fine. E solo alla fine al lettore sarà svelato l'inganno in cui la macchina perfetta del racconto lo ha fatalmente trascinato. Pubblicato nel volume The Piazza Tales nel 1856, Benito Cereno ha subito la stessa sorte del suo autore: passato quasi sotto silenzio al tempo della sua apparizione, è ora considerato un piccolo capolavoro, in cui Melville mette in scena la secolare lotta tra bene e male, Europa e America, schiavo e padrone con il vigore di un'allucinata potenza creativa e la sapienza millimetrica di uno scrittore impeccabile. Postfazione di Beniamino Placido.

Finnegans wake. Libro secondo, 3-4
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Joyce, James

Finnegans wake. Libro secondo, 3-4 / James Joyce ; a cura di Luigi Schenoni

Milano : Oscar Mondadori, 2011

Abstract: Opera leggendaria della letteratura contemporanea, Finnegans Wake è l'ultima fatica di James Joyce, stampata il giorno del suo cinquantasettesimo compleanno (il 2 febbraio del 1939). Con questo volume - il quarto pubblicato dagli Oscar - si completa la fatica di Luigi Schenoni, il geniale traduttore che ha affrontato la sfida di questo arduo testo. Con l'indispensabile ausilio del testo originale a fronte, esso dell'opera, ambientati nella taverna del protagonista, Humphrey Chimpden Earwicker, tra le 22 e le 23.30 di quell'unica giornata in cui, così come avviene nell'Ulisse, si svolge Finnegans Wake. Una giornata che simboleggia la parabola dell'esistenza, dalla nascita alla crescita, fino alla caduta, alla morte e alla resurrezione.

Sin
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Blackmore, Martin

Sin : un destino glorioso / Martin Blackmore

[Roma] : Casini, 2010

La peste scarlatta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

London, Jack

La peste scarlatta / Jack London ; traduzione di Angelita La Spada

Milano : Alia, 2010