Trovati 39067 documenti.

Mostra parametri
Elizabeth Finch
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Barnes, Julian

Elizabeth Finch / Julian Barnes ; traduzione di Susanna Basso

Torino : Einaudi, 2024

Abstract: Affascinante senza essere manipolatoria, rigorosa ma mai dogmatica, elegante seppure austera, irriducibilmente anticonvenzionale, eternamente sfuggente: così è Elizabeth Finch, docente del corso di «Cultura e civiltà» al college. Il suo carisma e la forza delle sue idee sono destinati a segnare per sempre il modo di pensare dei suoi studenti. O almeno di uno di essi. Questa è la storia che lui ci racconta. Ma, come direbbe Elizabeth Finch, «travisare la propria storia è parte dell'essere una persona». Il «Re dei Progetti Incompiuti», secondo la definizione della figlia adolescente, Neil si porta appresso un bagaglio di insuccessi lungo una vita: un'ambizione attoriale frustrata, due matrimoni falliti. Ma a quella prima lezione del corso di «Cultura e civiltà», tanti anni prima, il giorno in cui fece la conoscenza della docente Elizabeth Finch, Neil ebbe la sensazione di essere arrivato, per una volta, nel posto giusto. Sobria nell'abbigliamento, esatta nel dire e cristallina nel pensare, fumatrice incallita e insofferente del comune sentire, Elizabeth Finch – EF per la classe – incuneò fin da subito il grimaldello del libero pensiero nelle quiete coscienze dei suoi studenti, mai trattati come «oche all'ingrasso» da infarcire di nozioni, ma coinvolti in un continuo processo socratico di collaborazione, spesso caustico ma mai sprezzante, e fatalmente fertilizzato dall'elisir del carisma. Impossibile, per i discenti, non perdersi in congetture sulla sua inespugnabile vita privata e non restare colpiti dalle sue idee sulla Creazione: «Il mondo è male organizzato, perché Dio l'ha creato da solo. Avrebbe dovuto consultare qualche amico: uno il primo giorno, un altro il quinto, un altro il settimo, allora sì che sarebbe stato perfetto», sull'amore: «Esiste una parola più mistificante, abusata, fraintesa, più estensibile a livello di significati e di propositi, più contaminata dagli sputacchi di miliardi di lingue bugiarde, della parola amore? E c'è qualcosa di più scontato che lamentarsi di tutto questo?», sul pensiero unico: «Monoteismo. Monomania. Monogamia. Monotonia. Niente di buono inizia con questo prefisso», o su ogni altra area del sapere e del sentire, antico e moderno. Odiarla o amarla, non c'è alternativa. Neil rientra da subito nella seconda categoria, e vi rimane per decenni dopo la fine del corso, sposando il suo metodo critico e infine facendosi carico del suo progetto incompiuto: quello sulla figura di Flavius Claudius Julianus, ovvero Giuliano l'Apostata, l'ultimo imperatore romano non cristiano, la cui sconfitta in battaglia determinò l'instaurarsi a Roma del monoteismo ai danni di tutte le altre religioni e dunque, a detta di EF, la chiusura della mentalità europea e la fine della gioia. Neil ha ormai i capelli grigi quando si addentra nelle carte della sua antica maestra e forse amica, in cerca di verità mai svelate. Eppure Elizabeth Finch l'aveva avvertito fin dall'inizio: «Artificio, rigore, verità. Artificio non come opposto della verità ma spesso come sua manifestazione, ciò che lo rende irresistibile».

Quando il caffè è pronto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kawaguchi, Toshikazu

Quando il caffè è pronto / Toshikazu Kawaguchi ; traduzione di Daniela Guarino

Milano : Garzanti, 2024

Abstract: Un caffè, una sedia e una regola da seguire. Pochi passi che possono condurre alla felicità. Ma solo se si è nel posto giusto. E il posto giusto è una caffetteria di Tokyo in cui si può scegliere di rivivere un preciso momento della propria esistenza. Un'esperienza che dura un istante, giusto il tempo di gustare la bevanda prima che si raffreddi. Certo, non è facile decidere, perché la vita è spesso piena di rimpianti. Ma ci sono quel gesto, quella parola, quella lettera, quel bacio, quella dichiarazione che non abbiamo fatto o detto. Quello è l'attimo giusto. Ci vuole coraggio per affrontarlo di nuovo, ma il risultato, a volte, è inaspettato. Chissà se il piccolo Yuki, che non riesce a superare il divorzio dei suoi genitori, è pronto. E chissà se lo è Megumi, che deve decidere che nome dare alla figlia senza avere accanto l'uomo che ama; o le amiche Ayame e Tsumugi, che hanno permesso all'orgoglio di intromettersi tra di loro. Fili e destini che potevano rimanere spezzati, ma che ora hanno una seconda possibilità. E non importa che il passato sia ormai alle spalle e nulla si possa fare per modificarlo, lo sguardo è rivolto al futuro, perché su quello si può ancora intervenire. Quanto è accaduto è solo un insegnamento per non commettere di nuovo gli stessi errori, per non lasciare più che rabbia, odio, gelosia o frustrazione offuschino i sentimenti più veri che sono dentro di noi.

I cammini di Oropa
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Conte, Alberto <1964- >

I cammini di Oropa / Alberto Conte

Milano : Terre di Mezzo, 2023

Abstract: Raggiungere Oropa significa immergersi nella natura del Canavese, attraversare le risaie di Biella e Vercelli, incontrare la Comunità di Bose, scoprire il tempio mariano più importante delle Alpi. Il percorso principale, a due ore da Milano o Torino, parte da Santhià ed è ideale per un weekend lungo. In più, la guida permette di scegliere altri tre itinerari: da Valperga e Ivrea; lungo le tracce dello storico pellegrinaggio notturno di Fontainemore; attraverso i colori e le fioriture dell’Oasi Zegna. Natura e spiritualità guidano al santuario di Oropa, e da qui c’è la possibilità di tre escursioni in giornata per godersi una vacanza o andare alla scoperta della montagna. Con tutte le informazioni utili per mettersi in cammino: le cartine dettagliate, le descrizioni del tracciato, i dislivelli, i luoghi dove dormire e quelli da non perdere.

I fiori hanno sempre ragione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schira, Roberta

I fiori hanno sempre ragione : [romanzo] / Roberta Schira

Milano : Garzanti, 2023

Abstract: Eleonora stringe tra le mani un bauletto che custodisce ricette con ingredienti speciali: il Coraggio, la comprensione, la Fiducia in sé stessi, la Gentilezza… Basta usarne solo un pizzico per creare l'Amore, la Speranza, il Perdono. Ma dove trovarli? Eleonora non lo sa, eppure inizia a cercarli, perché quelle ricette sono l'ultimo ricordo della nonna Ernesta. È stata lei a insegnarle che cucinare è molto più che “far da mangiare”: è anche un atto di guarigione, per gli altri e per sé stessi. Proprio di questo Eleonora ha bisogno ora che ha perso il dono di interpretare il mondo attraverso gli odori e i sapori. Un dono che le ha permesso di diventare una famosa chef. Le ricette della nonna le hanno dato nuova speranza, giorno dopo giorno: un tocco di Coraggio oggi, una goccia di Allegria domani le fanno capire il valore dell'attesa e della rinascita, ma anche i risvolti positivi della solitudine e della vecchiaia, del combattere per veder soddisfatti i propri desideri. Sono parole da far sobbollire nel cuore al fuoco lento della tenacia. Perché a volte il mondo intorno crolla e non ci si sente pronti ad affrontarlo. Ma dentro ognuno di noi c'è la forza per ricominciare. Ognuno ha la propria ricetta speciale. Eleonora deve trovare i suoi ingredienti unici per tornare in cucina: era il suo porto sicuro, ora le fa paura. Soprattutto deve imparare che gli obiettivi possono essere raggiunti anche da soli, ma che la vita ha il giusto sapore solo insieme alle persone che amiamo. Roberta Schira ha scritto un esordio che fa sognare. Un romanzo importante, in tempi in cui la serenità sembra così lontana. Una storia che riconsegna la voglia di vivere e sorridere, nonostante tutto e tutti. A volte basta trovare un ingrediente speciale per ricucinare la propria vita. A volte, per rinascere, si può iniziare da un libro.

2: Quello che siamo insieme
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Kellen, Alice

2: Quello che siamo insieme / Alice Kellen ; traduzione di Francesca Signorello

Milano : Mondadori, 2023

Fa parte di: Kellen, Alice. Lascia che sia / Alice Kellen

Abstract: «Mi spaventava che la linea di separazione tra l'odio e l'amore fosse così fine e sottile che bastava fare un salto per passare da una parte all'altra. Lo amavo. Lo amavo con la pancia, con gli occhi, col cuore, ma un'altra parte di me lo odiava. Lo odiava con i ricordi, con le parole non dette, col rancore…» Sono passati ormai tre anni dall'ultima volta che Leah e Axel si sono visti. Ora lei sta per realizzare il suo sogno di esporre in una galleria. E Axel, venutolo a sapere, sente che non può che partecipare a questo momento, nonostante il silenzio successivo alla fine della loro storia. Reincontrarsi, però, per due come Leah e Axel, non può essere solo un rivedersi . È sentire tutto, di nuovo. Sentire il desiderio, l'odio, l'amore, l'amicizia, il mare, la delusione, tutto quello che non sono stati e che avrebbero potuto essere. È vedere le emozioni traboccare come acquerelli troppo annacquati che finiscono per uscire dai bordi del foglio. È comprendere che i ricordi sono ancora lì, intatti, unici e dolorosi perché il tempo, in fondo, non guarisce mai del tutto le ferite. Le calma, magari, le addolcisce ma non riesce a farle scomparire. Perché lui rimane il ragazzo che Leah non è ancora riuscita a dimenticare nonostante le abbia spezzato il cuore. Perché lei è le albe in spiaggia, il rumore del mare e le notti stellate in veranda, l'unica persona che ha fatto provare ad Axel tutte le emozioni del mondo. E soprattutto perché, forse, nella vita ci sono cose che non possiamo scegliere perché sono loro a scegliere noi… Mi spaventava che la linea di separazione tra l'odio e l'amore fosse così fine e sottile che bastava fare un salto per passare da una parte all'altra. Lo amavo. Lo amavo con la pancia, con gli occhi, col cuore, ma un'altra parte di me lo odiava. Lo odiava con i ricordi, con le parole non dette, col rancore… Sono passati ormai tre anni dall'ultima volta che Leah e Axel si sono visti. Ora lei sta per realizzare il suo sogno di esporre in una galleria. E Axel, venutolo a sapere, sente che non può che partecipare a questo momento, nonostante il silenzio successivo alla fine della loro storia. Reincontrarsi, però, per due come Leah e Axel, non può essere solo un rivedersi. È sentire tutto, di nuovo. Sentire il desiderio, l'odio, l'amore, l'amicizia, il mare, la delusione, tutto quello che non sono stati e che avrebbero potuto essere. È vedere le emozioni traboccare come acquerelli troppo annacquati che finiscono per uscire dai bordi del foglio. È comprendere che i ricordi sono ancora lì, intatti, unici e dolorosi perché il tempo, in fondo, non guarisce mai del tutto le ferite. Le calma, magari, le addolcisce ma non riesce a farle scomparire. Perché lui rimane il ragazzo che Leah non è ancora riuscita a dimenticare nonostante le abbia spezzato il cuore. Perché lei è le albe in spiaggia, il rumore del mare e le notti stellate in veranda, l'unica persona che ha fatto provare ad Axel tutte le emozioni del mondo. E soprattutto perché, forse, nella vita ci sono cose che non possiamo scegliere perché sono loro a scegliere noi…

Gli unici indiani buoni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Jones, Stephen Graham

Gli unici indiani buoni / Stephen Graham Jones ; traduzione di Giuseppe Marano

Roma : Fazi, 2023

Abstract: Lewis, Gabe, Ricky e Cassidy sono quattro giovani indiani cresciuti insieme in una riserva ai confini col Canada. Il legame che li univa si è spezzato quando Ricky è morto all’improvviso: una rissa fra ubriachi, secondo la versione ufficiale. Ma è davvero andata così? Sono passati ormai dieci anni, i ragazzi sono diventati uomini e si sono più o meno integrati nella società bianca, lasciandosi alle spalle gli eccessi di gioventù ma anche un fardello con il quale non hanno mai fatto davvero i conti: le regole e le tradizioni della riserva. Il ricordo dell’amico scomparso, però, non li ha mai abbandonati. Con esso, torna prepotentemente a turbare le loro coscienze un episodio del passato che li ha segnati, mettendo fine per sempre alla loro innocenza: una battuta di caccia finita male. Una storia difficile da dimenticare, che oggi torna a perseguitarli. È Lewis il primo ad accorgersi di una presenza inquietante in casa sua, e a questo punto ognuno di loro inizia ad avere paura, per sé e per i propri cari...

Parigi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Touring club italiano

Parigi : la città a portata di mano : quartieri, tendenze, indirizzi / [Touring Club Italiano]

Nuova ed. aggiornata

Milano : Touring Club Italiano, 2023

Abstract: La guida ideale per brevi soggiorni. Tour Eiffel, Musée du Louvre, Sacré-Coeur, jardin du Luxembourg, canal Saint-Martin, bistrot senza tempo e locali alla moda, mercati e boutique di lusso, bar alternativi e barconi sul fiume per far festa, passeggiate nel Marais o lungo la Senna: la Ville Lumière si svela a 360 gradi! Siti e monumenti da non perdere, ristoranti, locali, teatri... indicati sulle mappe. Idee, gite fuori porta e itinerari per vivere la città in modo diverso. Tutto ciò che serve per vivere al ritmo di Parigi! Collana: Cartoville.

Tutti sul divano!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Strasser, Susanne

Tutti sul divano! / Susanne Strasser

Milano : Terre di mezzo, 2023

Abstract: Pronti per leggere un libro tutti insieme? Sembra facile ma... Un momento! Al gatto serve un cuscino. Il criceto vuole andare a prendere il pesce rosso. Il leone si lamenta che gli schiacciano la coda. Il rinoceronte butta tutto per aria. Riusciranno a trovare l’incastro giusto? Età di lettura: da 2 anni.

Maktub
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Coelho, Paulo

Maktub / Paulo Coelho ; traduzione di Rita Desti

Milano : La nave di Teseo, 2023

Ergo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Deacon, Alexis

Ergo / Alexis Deacon ; illustrazioni di Viviane Schwarz ; [traduzione di Loredana Baldinucci]

Milano : Il castoro, 2023

Abstract: Se sei un pulcino nell’uovo, il guscio è tutto il tuo mondo. Quanto coraggio ci vuole per romperlo e scoprire l’immensità che c’è fuori? Ergo è un pulcino – anzi, una pulcina! - e l’uovo è tutto il suo mondo. All’inizio è felice: sembra un mondo bellissimo. Ma poi sente un rumore... fuori. E tutte le sue certezze crollano. Chi è stato? Che fare? Meglio rimanere al sicuro nel mondo che conosce, o scoprire la verità fuori dal guscio? Ergo è troppo curioso e coraggioso per accontentarsi di quello che sa già. Siete pronti a sentire un bel crack? Alexis Deacon, grande illustratore inglese già arrivato in Italia con Bilù, si cimenta stavolta con la scrittura di un testo al tempo stesso semplice e profondo, lasciando che la pulcina Ergo prenda vita nelle illustrazioni essenziali, luminosissime e gioiose di Viviane Schwarz. Un albo perfetto per un neogenitore, ma anche per i bambini che cominciano a farsi le grandi domande, e per gli adulti disposti a riscoprire il mondo insieme a loro. Età di lettura: da 4 anni.

La casa a 100 piani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Iwai, Toshio

La casa a 100 piani / Iwai Toshio ; traduzione dal giapponese di Asuka Ozumi

Milano : L'Ippocampo, 2023

Abstract: Un giorno Tochi, un bambino che ama osservare il firmamento celeste, riceve per posta un misterioso invito in cima a una casa di 100 piani. Incuriosito, Tochi penetra nell'edificio e, risalendone le interminabili scale, incontra uno dopo l'altro i suoi simpatici inquilini. I primi dieci piani sono il regno dei topi, i successivi dieci ospitano gli scoiattoli, poi vengono le rane, le coccinelle e così via. Al centesimo piano Tochi trova infine la regina dei ragni, che lo invita a osservare le stelle al telescopio. Un momento magico per il bambino, a cui sembra di sfiorare il cielo. La casa a 100 piani è un libro che si apre, contando via via, in verticale. Ogni doppia pagina presenta in sezione dieci piani della casa, con tutta la brulicante vita che si svolge al loro interno: un centinaio di irresistibili scenette tutte da osservare! Età di lettura: da 3 anni.

Leggere piano, forte, fortissimo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bigli, Alice

Leggere piano, forte, fortissimo / Alice Bigli

Milano : Mondadori, 2023

Abstract: Ma perché leggi così tanto? mi sento spesso chiedere durante i miei incontri con i ragazzi e le ragazze. Potrei rispondere semplicemente che è bello, che con i libri possiamo vivere mille avventure, scoprire mondi lontani, diventare i protagonisti di storie appassionanti. Eppure, leggere non è così naturale per noi esseri umani: da piccoli ci costa molta fatica imparare a farlo e anche da grandi, se siamo poco allenati, può risultare difficile e poco appagante. Questo perché il nostro cervello non è predisposto per la lettura, e perché leggere è davvero un'attività incredibilmente complessa. Cosa fare allora quando si è davanti a una lista di libri assegnati per le vacanze o a decine di pagine da leggere per il giorno dopo? Proprio come accade ai nostri muscoli quando pratichiamo sport, anche nella lettura il segreto è allenarsi. E per farlo al meglio bisogna avere conoscenze, competenze, metodo. Una guida per ragazzi, genitori, insegnanti, bibliotecari e addetti ai lavori, ricca di riflessioni ma anche di suggerimenti pratici, consigli e spunti per avvicinare ai libri, allenare la capacità di leggere e far appassionare anche i lettori più restii e meno esperti a quel mondo pieno di meraviglia e potenzialità che è la lettura.

Divertimenti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pera Toons

Divertimenti / Pera Toons

Latina : Tunué, 2023

Abstract: Lo spasso è assicurato con il libro a fumetti targato Pera Toons! Mettiti alla prova con indovinelli e giochi divertentissimi, e preparati a ridere con tante battute e freddure inedite, sempre al top! Età di lettura: da 7 anni.

Ti ricordi, papà?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Balzano, Marco

Ti ricordi, papà? / Marco Balzano ; illustrazioni di Riccardo Guasco

Milano : Feltrinelli, 2023

Abstract: Rimarremo amici per sempre, io e te!. Tutta la tenerezza dei gesti che, giorno dopo giorno, creano il legame tra padre e figlio. Età di lettura: da 5 anni.

Sorelle
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De_Giovanni, Maurizio

Sorelle : una storia di Sara / Maurizio De Giovanni

Milano : Rizzoli, 2023

Abstract: Teresa Pandolfi ha esagerato. Questo pensa chi l'ha rapita. La sfacciata, attraente bionda a capo dell'Unità segreta dei Servizi deve essere messa a tacere. Prima di farla fuori, però, serve la certezza che non abbia lasciato prove compromettenti per il loro sistema di potere. Intanto Sara è in crisi. Diverse come il giorno e la notte, lei e Bionda sono amiche, colleghe, rivali. Più ancora: sorelle. Dal giorno in cui non le risponde a un messaggio, Mora ha capito: Teresa è in pericolo di vita. Lei è disposta a qualsiasi cosa per salvarla, con Viola, Pardo e persino Boris, il colossale Bovaro del Bernese. Al suo fianco la risorsa più preziosa, l'ex agente Andrea Catapano, che con Bionda e Mora ha condiviso gli anni migliori. Così comincia una forsennata corsa contro il tempo. Per capire se esistono delle prove, unica merce di scambio per la liberazione di Teresa, Sara dovrà scavare dentro tutto ciò che sa di lei. Tornare alle indagini di ieri, collegarle a quelle di oggi. Ma dovrà soprattutto schiudere lo scrigno dei ricordi, anche i più minuti, all'apparenza insignificanti, che ognuno di noi cela a propria insaputa in fondo al cuore. Lì in mezzo, Mora potrebbe indovinare la pista giusta, a cui arriverebbe - in uno slancio dell'anima - soltanto una sorella.

Educare controvento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lorenzoni, Franco <1953- >

Educare controvento : storie di maestre e maestri ribelli / Franco Lorenzoni

Palermo : Sellerio, 2023

Abstract: «Perché le differenze non si trasformino in discriminazione è necessario educare controvento, mettere in atto una ribellione nonviolenta. Educare alla libertà è un artigianato difficile, che ha bisogno di ispirarsi a chi ha saputo incarnare una rivolta tenace e quotidiana, in grado di costruire strumenti culturali capaci di accrescere le possibilità di scelta di tutte e tutti. Ma per educare controvento è necessario moltiplicare le domande e seminare inquietudine». Franco Lorenzoni è stato per quarant'anni maestro elementare e, insieme, ricercatore e formatore in un laboratorio pedagogico d'avanguardia. È autore di due libri ormai di culto in cui si dipinge l'avventura di una scuola capace di dare piena voce a chi apprende. In questo terzo libro illustra la pedagogia dell'educare controvento. Vale a dire una scuola «incubatrice di vocazioni», come voleva Calamandrei, il cui fine è «il pieno sviluppo della persona umana» e il mezzo una ricerca continua delle proprie capacità per cercare di contrastare ogni esclusione sociale. Il maestro Lorenzoni prosegue con il suo stile anti manualistico e non dottrinario, partendo dalla memoria di molteplici esperienze e rivivendo incontri e lezioni indimenticabili. La pratica e la teoria. La pratica è nei capitoli dispari, che narrano ciò che nasce dal continuo dialogo con bambine e bambini e da laboratori che rovesciano il mondo per cercare di comprenderlo nei suoi aspetti fondamentali: il corpo, lo spazio, il tempo, la convivenza, il parlare, il contare, la natura e la spiegazione scientifica della realtà. La teoria è nei capitoli pari, ed emerge dagli incontri che lo hanno formato con maestre e maestri capaci di aprire prospettive nuove e inattese. Calamandrei che osserva il figlio crescere, Carla Melazzini e i maestri di strada, l'approccio psicoanalitico capace di ascolto di Alessandra Ginzburg, la matematica come liberazione del pensiero di Emma Castelnuovo, le innovazioni radicali di Mario Lodi e don Milani, l'opposizione a ogni esclusione etnica di Alexander Langer, l'utopia necessaria di Nora Giacobini, fino ad arrivare alle esperienze contemporanee di Malala Yousafzai e di Greta Thunberg. Sono tante le presenze che compongono questo affresco di una pedagogia necessaria.

Capolinea Malaussène
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pennac, Daniel

Capolinea Malaussène : Il caso Malaussène 2 / Daniel Pennac ; traduzione di Yasmina Melaouah

Milano : Feltrinelli, 2023

Abstract: Non sapevo che i miei ragazzi avessero rischiato di farsi ammazzare nel caso Lapietà. Quando ho scoperto che c’era di mezzo Nonnino, ho capito una cosa: chi non conosce Nonnino non sa di cosa è capace l’essere umano.” (Benjamin Malaussène). La tribù Malaussène è tornata.

Maria Adriana Prolo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bessoni, Stefano

Maria Adriana Prolo : la signorina del cinematografo = the lady of cinema / Stefano Bessoni ; traduzione David Haughton

Modena : #Logos, ©2023

Abstract: C'era una volta una ragazza, colta, raffinata, curiosa, dal carattere deciso e caparbio. Somigliava a una diva del cinema muto e viveva nel cuore della vecchia e tenebrosa Torino. La chiamavano La Signorina del Cinematografo, perché era sempre alla ricerca di tesori per la sua collezione di oggetti legati al mondo del cinema. Aveva un sogno nel cassetto o meglio, come era solita ribadire, un progetto: creare un grande museo dedicato alla settima arte. Un'idea che avrebbe portato alla nascita del Museo Nazionale del Cinema di Torino.

Ombra
1 0 0
Materiale linguistico moderno

Pandiani, Enrico <1956- >

Ombra / Enrico Pandiani

Milano : Rizzoli, 2023

Abstract: Max, Abdel, Sanda e Vittoria vorrebbero solo vivere come persone normali, loro che di normale hanno ben poco. Dopo essere evasi da un carcere francese mai avrebbero pensato di diventare detective per caso. E mentre l’aria pungente dell’autunno torinese fa cadere le foglie e ingrigire le facciate dei palazzi, Numero Uno, il misterioso fondatore dell’agenzia investigativa per cui lavorano, li convoca in una cascina abbandonata. Nella periferia di Torino un prete è morto in strane circostanze. In quartiere don Mario Stejardt era amato da tutti, negli ultimi tempi però appariva molto giù di corda. Ora al suo posto c’è un nuovo parroco e durante le funzioni si respira un’aria gelida. Il caso è stato archiviato come un normale incidente stradale e gli imputati hanno subìto lievi condanne. Ma le coincidenze sono difficili da digerire e anche questa volta, per vederci chiaro, Max, Abdel, Sanda e Vittoria dovranno scavare a fondo. E da una piccola parrocchia verranno catapultati nella realtà più oscura della Chiesa. Il prezzo da pagare sarà alto, soprattutto per Vittoria, l’affascinante e malinconica alsaziana che dovrà lottare con tutte le sue forze per proteggere se stessa e la figlia.

Mamma, latte!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cozza, Giorgia

Mamma, latte! : Adesso no, però... / Giorgia Cozza ; illustrazioni di Ilaria Faccioli

Milano : La Coccinella, 2023

Abstract: Questo libro-gioco ha un duplice utilizzo: accompagna bimbi e genitori verso la conclusione dell'allattamento, nel rispetto dei tempi e delle emozioni dei più piccoli; può aiutare la mamma che non desidera terminare questa esperienza, ma vuole ridurre la frequenza delle poppate. Un valido strumento per lasciarsi alle spalle vecchi metodi oggi sconsigliati (come quello di cospargere il seno di sostanze sgradevoli) e valorizzare la relazione tra madre e bambino. Un libro da leggere insieme con tanto amore. Età di lettura: da 1 anno.