Via della Cittadella, 5 - 10122 Torino -  Orari e informazioni

Catalogo in linea

 

Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Estetica

Trovati 202 documenti.

Mostra parametri
I percorsi dell'immaginazione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I percorsi dell'immaginazione : studi in onore di Pietro Montani / a cura di Daniele Guastini e Adriano Ardovino

Cosenza : Pellegrini, 2016

Fa parte di: De_Gaetano, Roberto. L' immaginazione cinematografica Roberto De Gaetano

Fa parte di: Pinna, Giovanna. Storicità ed eclettismo. Forme del moderno nell' estetica di Hegel / Giovanna Pinna

Fa parte di: Diodato, Roberto. Note sull' interattività / Roberto Diodato

Fa parte di: Di_Giacomo, Giuseppe <1945->. Composizione, costruzione e icona nella concezione artistica di Pavel Florenskij / Giuseppe Di Giacomo

Fa parte di: Somaini, Antonio <1968->. Interattività, intermedialità, tecno-estetica. Qurant' anni di confronto con l' opera di Vertov (1975-2015) / Antonio Somaini

Fa parte di: Pezzini, Isabella. Giocare a Dziga Vertov : un esperimento di metodo / Isabella Pezzini

Fa parte di: Antinucci, Francesco. Il fare cognitivo dell' artista / Francesco Antinucci

Fa parte di: Ferraris, Maurizio <1956->. Heidegger e Pesev / Maurizio Ferraris

Fa parte di: Cieri Via, Claudia. Fra visibile e invisibile. Aby Warburg e le ultime riflessioni sulle immagini / Claudia Cieri Via

Fa parte di: Abruzzese, Alberto. Frammenti di un discorso sulla formazione necessaria a contenere gli effetti della complicità tra violenza della persona e violenza del sociale / Alberto Abruzzese

Fa parte di: De_Carolis, Massimo <1954->. Le tecnoscienze dello spirito e la questione del senso / Massimo De Carolis

Fa parte di: Borutti, Silvana. Wittgenstein : giudizio estetico e comprensione dei significati / Silvana Borutti

Fa parte di: Valentini, Valentina <1948->. La condizione postmediale del video / Valentina Valentini

Fa parte di: Careri, Giovanni. La vocazione di San Matteo di Caravaggio. Montaggio e conversione / Giovanni Careri

Fa parte di: Costa, Antonio <1942->. Fra intertestualità e intermedialità : citazioni cinematografiche in Danubio di Claudio Magris / Antonio Costa

Fa parte di: Ferrario, Edoardo. L' insonnia delle immagini. Note al poema Die Zahlen di Paul Celan / Edoardo Ferrario

Fa parte di: Bufalo, Romeo. Sull' unità e la distinzione delle arti : Emilio Garroni e Galvano della Volpe / Romeo Bufalo

Fa parte di: Grusin, Richard. Appunti per un' ecologia della mediazione / Richard Grusin

Fa parte di: Tavani, Elena. Arte e politica : i casi di Gerhard Richter e Suzanne McClelland / Elena Tavani

Fa parte di: Pinotti, Andrea. La replica non indifferente. Mosse di iconologia politica all' epoca dell' internet-meme / Andrea Pinotti

Fa parte di: Didi-Huberman, Georges. La dialettica aggressiva secondo Ejzenstejn / Georges Didi-Huberman

Fa parte di: Lancioni, Tarcisio. La storia nel paesaggio / Tarcisio Lancioni

Fa parte di: Amoroso, Leonardo. Un' esperienza di Kant (secondo Robert Gernhardt) / Leonardo Amoroso

L'immagine e la scrittura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Furlani, Simone

L'immagine e la scrittura : le logiche del vedere tra segno e riflessione / Simone Furlani

Milano ; Udine : Mimesis, 2016

Scritti di estetica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Diderot, Denis

Scritti di estetica / Denis Diderot ; a cura di Guido Neri

Milano : Abscondita, 2016

La profondità della letteratura
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bertoldo, Roberto

La profondità della letteratura : saggio di estetica estesiologica / Roberto Bertoldo

Milano ; Udine : Mimesis, 2016

La bellezza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chiodo, Simona

La bellezza : un'introduzione al suo passato e una proposta per il suo futuro / Simona Chiodo

[Milano] : Bruno Mondadori, 2015

La decivilizzazione estetica della società
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marroni, Aldo

La decivilizzazione estetica della società : sul sentire neo-cinico / Aldo Marroni

[Milano] : Bruno Mondadori, 2014

La bellezza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zecchi, Stefano <1945- >

La bellezza / Stefano Zecchi

Nuova ed

Torino : Bollati Boringhieri, 2013

Abstract: Certi trionfi sono peggiori delle eclissi. È accaduto anche alla bellezza. Proscritta come imbarazzante anticaglia dal sussiego postmodernista, ha poi riguadagnato terreno nella vita quotidiana attraverso un'idea artefatta di naturalezza e il culto della prestanza corporea, che promette a chiunque una facile elusione del proprio ricettacolo di fango. Stefano Zecchi non si compiace affatto di un simile rientro in scena della bellezza. Se oltre vent'anni fa la riscattava dal limbo di irrilevanza in cui l'aveva confinata l'intero Novecento, avanguardista e post, adesso la difende dalla sua versione cosmetica, domenicale. Nella nuova edizione di quel saggio controcorrente, accolto con successo, Zecchi torna a essere felicemente inattuale. Ai suoi occhi rimozione estetica ed esaltazione sociale appartengono allo stesso orizzonte isterilito, in cui ancora una volta viene aggirata la domanda di senso che è racchiusa nella rappresentazione di una forma sensibile e che costituisce la vera dimensione utopica dell'esistenza. Più che salvare il mondo, secondo l'auspicio di Dostoevskij, oggi la bellezza deve essere messa in salvo dal mondo.

L'apparire del bello
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Curi, Umberto

L'apparire del bello : nascita di un'idea / Umberto Curi

Torino : Bollati Boringhieri, 2013

Abstract: Bello è un concetto di inquietante complessità, un giacimento di idee e intuizioni dilatatosi nel tempo fino ai confini estremi della riflessione. Bello, bellezza, sono tra le parole più ricorrenti per definire immagini, aure, fantasie e nutrire estri letterari, indugi filosofici. Si parla di bello in riferimento all'aspetto di una persona, alla suggestione di un paesaggio, alla forza comunicativa di un'opera d'arte. Ma si usa anche per indicare la capacità argomentativa di un discorso, la qualità di un'idea, la coerenza di una legge o la configurazione di una galassia. Eppure, a dispetto di una così grande diffusione, non vi è affatto chiarezza né univocità nel modo di intendere questo concetto. Umberto Curi delinea un percorso affascinante e innovativo che, muovendo dal mondo classico greco-latino, quando il bello era ritenuto il requisito di ciò che non mancava di nulla, conduce al pensiero moderno e contemporaneo e ai tremendi angeli rilkiani, quando ormai il bello deve lasciare spazio all'assenza. L'apparire del bello, suggerisce Curi, coincide con la manifestazione di un'ambivalenza insuperabile, con la rivelazione di uno scandalo, con l'emergenza di una contraddizione, che tuttavia scalda il cuore e ci consola.

IL piacere delle immagini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Butti de Lima, Paulo

IL piacere delle immagini : un tema aristotelico nella riflessione moderna sull'arte / Paulo Butti de Lima

Firenze : Olschki, 2012

Salto di scala
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pierantoni, Ruggero

Salto di scala : grandezze, misure, biografie delle immagini / Ruggero Pierantoni

Torino : Bollati Boringhieri, 2012

Abstract: Sulla sommità di una monumentale testa di sfinge dal profilo africano, ingegneri francesi sono impegnati in riti di misurazione; appoggiata alla possente nuca di pietra, si intravede la lunghissima scala da cui sono saliti. Quel remoto episodio della campagna d'Egitto riprodotto in copertina illustra una delle operazioni meno scontate che si possono compiere con un manufatto artistico: stabilirne le dimensioni. Sembrerebbe un gesto prosaicamente quantitativo, invece schiude un mondo, anzi mette in comunicazione mondi diversi. A Ruggero Pierantoni, che sa di scienza e d'arte, ed è abituato a spiccare balzi dall'una all'altra con estro da acrobata e curiosità leonardesca, non sfuggono le meraviglie del misurare. Che si accosti un righello a un affresco dissepolto o si immerga una statua in una vasca piena d'acqua per calcolare - alla maniera di Vasari - il volume del marmo scolpito, prendere le misure significa varcare la soglia dell'opera, lasciare che le sue ragioni dimensionali parlino di qualcosa che va oltre il millimetrabile, ossia di pensiero spaziale, di artifici retorici, di astuzia esecutiva, di strategie di visione, di negoziato tra grandezza effettiva é proporzioni evocate, di distanze fisiche tramutate in senso del tempo. Attraverso funambolici salti di scala dal minuscolo al colossale, dalle superfici planari al tutto tondo, Pierantoni riesce a portare alla luce il non-detto delle immagini, raccontando la materialità e l'epica infinita della loro creazione.

La bellezza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scruton, Roger

La bellezza : ragione ed esperienza estetica / Roger Scruton

Milano : V&P, 2011

Abstract: La bellezza può consolare o turbare; può essere sacra o profana; può essere divertente, stimolante, ispiratrice, raggelante. Può influenzarci in infiniti modi, ma mai viene considerata con indifferenza: la bellezza esige di essere notata. Con queste parole il filosofo inglese Roger Scruton apre il suo ultimo saggio, una ricognizione al tempo stesso profonda e accessibile sul significato della bellezza e sul posto che essa occupa nella nostra vita. Il punto non è tanto trovare una definizione esaustiva di ciò che piace, ma riflettere sulla nostra esperienza della bellezza, trovare il senso delle emozioni che essa suscita. Tuttavia l'autore non si sottrae al confronto con un dibattito culturale e filosofico che ha radici lontane e voci di somma autorevolezza. Egli espone e spiega le idee di Platone, che vede il bello come via che conduce al trascendente; quelle di Tommaso d'Aquino, per cui la bellezza è un attributo dell'essere e un dono di Dio, per soffermarsi poi sulle teorie estetiche di pensatori moderni, primo fra tutti Kant, del quale analizza approfonditamente la dottrina sulla natura del giudizio estetico.

Estetica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

D'Angelo, Paolo <1956- >

Estetica / Paolo D'Angelo

Roma ; Bari : GLF editori Laterza, 2011

Abstract: L'esperienza estetica è sempre esperienza di una scelta e implica una valutazione che ci mette in gioco. Partendo da questo presupposto è possibile riallacciare i rapporti, da troppo tempo recisi, tra estetica e critica letteraria e artistica.

Dal sublime ai nuovi media
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bordoni, Carlo <1946- >

Dal sublime ai nuovi media : arte, estetica, società / Carlo Bordoni

Ghezzano, [San Giuliano Terme] : Felici, 2011

Abstract: Questo libro non vuole essere una storia dell'estetica non convenzionale, ma un rapido excursus attraverso alcuni temi e problematiche fondamentali della disciplina, usando una metodologia trasversale, dove dare opportuno risalto ai riferimenti, ai collegamenti, alle grandi linee di sviluppo del pensiero. Un libro pensato per tutti coloro che hanno voglia di conoscere e d'imparare, ma che spesso si trovano ostacolati da parole incomprensibili, dentro le quali si perde il nucleo fondamentale del pensiero di un autore o la linea di sviluppo di una tendenza.

Neopostidealismo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ottengo, Kajati

Neopostidealismo / Kajati Ottengo

Torino : Edizioni Etimpresa, 2010

Mente e bellezza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Morelli, Ugo <1951- >

Mente e bellezza : arte, creatività e innovazione / Ugo Morelli ; postfazione di Vittorio Gallese

Torino [etc.! : Allemandi ; [Susa! : susaculture project, 2010

Abstract: Rispetto al tempo profondo dell'evoluzione, da epoche recentissime abbiamo creato segni per un altro, mostrando di sentire quello che l'altro sente. Possiamo così riconoscere di aver elaborato la nostra distinzione biologico-evolutiva verso una fenomenologia in cui l'immaginazione e la creatività hanno un ruolo costitutivo e generativo. Non nella ricognizione e rappresentazione del reale consiste l'esperienza del creare e del conoscere, ma nella considerazione della realtà in quanto cifra, codice rinviante all'ulteriorità del senso, a cui l'incompiutezza di ogni esperienza e la mancanza rimandano, proponendo già l'oltre e il possibile. Nella rottura di ogni orizzonte in cui potrebbe concludersi, sta sia il compimento della chiarezza razionale del conoscere, che la sua generativa incompletezza creativa che rinvia al non ancora. Fra tendenza alla semplificazione e tensione rinviante, si generano la creatività e la conoscenza, che sono possibili per la nostra continuità evolutiva originaria e le nostre caratteristiche emergenti, neurofenomenologicamente distintive.

Pensare per immagini
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Breidbach, Olaf - Vercellone, Federico <1955- >

Pensare per immagini : tra scienza e arte / Olaf Breidbach, Federico Vercellone

[Milano] : Bruno Mondadori, 2010

Abstract: Da sempre, l'uomo pensa per immagini. Ma l'approccio visuale manifesta oggi una sua particolare attualità. Viviamo infatti in una cultura che dall'immagine è intensamente dominata. Di fronte al riaffacciarsi della potenza della rappresentazione iconica, che già l'antichità aveva conosciuto e talvolta condannato come idolatria, rimessa in contatto con la sua portata conoscitiva ma anche con la sua natura ingannatrice, la cultura contemporanea ha fatto propria la sfida dell'immagine creando un nuovo universo scientifico, guello degli studi visuali, che questo libro indaga secondo una prospettiva inedita, attenta all'intersezione fra i tradizionali domini dell'estetica e il mondo delle scienze. La presenza dell'immagine non è infatti confinata all'arte. E non si estende solo alla pubblicità e al design, ma include anche la scienza e la tecnica (si pensi per esempio al significato dell'immagine nell'ambito della diagnostica medica). Anche nel caso della conoscenza scientifica, come già nell'arte, si impongono stili della visione. Apprendendo che spesso conosciamo il mondo attraverso l'immagine, diveniamo edotti della natura storica del nostro modo di vedere e di intuire. E comprendiamo come, nel succedersi degli stili della visione, si avvicendano i mondi culturali.

Verso una nuova estetica
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vizzardelli, Silvia

Verso una nuova estetica : categorie in movimento / Silvia Vizzardelli

[Milano] : Bruno Mondadori, 2010

Abstract: L'evoluzione delle arti nel corso del Novecento ha drasticamente mutato anche la natura dei concetti che impieghiamo per descriverle e giudicarle. Alla base di questo libro c'è la convinzione che per seguire al meglio questo processo verso una nuova estetica, lo strumento più adatto proviene dalla pertinenza dei nomi e delle categorie. Morphing è la parola chiave. Una trasformazione fluida, graduale, senza soluzione di continuità ci pone davanti, a un certo punto, un panorama mutato, una storia nuova che dobbiamo raccontare con uno stile e un vocabolario diversi, approfittando del senso che le parole guadagnano sul terreno concreto del loro uso. Per questo Silvia Vizzardelli, con un gusto per i passaggi impercettibili e per le dinamiche sottili, inette a confronto, di volta in volta, un termine dell'estetica tradizionale e quello che, nel dibattito attuale, ne ha preso produttivamente il posto. Tutte le categorie individuate vengono affrontate per coppie, non per fornire un lessico dell'estetica, ma allo scopo di rendere evidente la corrente che le attraversa e gli slittamenti che si sono prodotti nella storia recente della disciplina.

Filosofia dell'ornamento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Buci-Glucksmann, Christine

Filosofia dell'ornamento : dall'Oriente all'Occidente / Christine Buci-Glucksmann ; introduzione di Gianni Puglisi ; traduzione di Simone Verde

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: È a Vienna che nacque la polemica che avrebbe aperto alla modernità. L'ornamento è un crimine come scriveva Adolf Loos, o uno stile come affermava l'Art Nouveau?. E rozza e barbara incompetenza realizzativa oppure è un'astrazione, un bello libero che fornisce il paradigma della creazione? Per l'autrice di questo libro che vuole articolare momenti di vita e di pensiero, e dunque viaggia tra pensieri, opere, luoghi, città e arte, così parlando di filosofia dell'estetica in modo nuovo, un bilancio di tutti i dibattiti, che quell'alternativa ha suscitato, non soltanto dà torto a Loos. Oggi, che il presente l'ha del tutto riabilitato e l'ornamento è diventato vita, ciò che è sempre stato fin dalle origini, si può meglio mettere in rapporto la modernità con i primi alfabeti plastici dell'uomo così come con le grandi culture e con gli stili di ornamento occidentali e non occidentali. Un ponte nel tempo e nello spazio che supera in tal modo il doppio pregiudizio che ha condannato per secoli l'ornamento: la sottomissione del bello al vero ontologico, e l'identificazione dell'ornamentale con l'esotico, con l'altro, il femminile, l'orientale. Introduzione di Gianni Puglisi.

Saggio sulla filosofia del gusto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cesarotti, Melchiorre

Saggio sulla filosofia del gusto / Melchiorre Cesarotti ; a cura di Romana Bassi

Venezia : Marsilio, 2010

Abstract: Manifesto antinormativo indirizzato all'Arcadia contro la nozione di gusto esclusivo, il Saggio sulla filosofia del gusto di Cesarotti traccia un (auto)ritratto del critico e del traduttore-poeta, in cui si rileggono origine, storia e fini dell'Accademia romana nel segno dell'apertura verso i moderni. L'emergente gusto preromantico viene a conciliarsi qui con il canone razionalistico della convenienza, secondo implicite coordinate teoriche, trascelte nel dibattito europeo. Gli echi dell'estetica della fruizione di Du Bos, della nozione di sublime di Burke filtrata attraverso Helvetius, dello statuto del genio secondo Rousseau, del nesso vichiano tra poesia e barbarie si combinano con le rielaborazioni ispirate da Hume e dagli enciclopedisti. Il giudizio di gusto, permanendo nell'oscillazione tra ragione e sentimento, si sottopone alla depurazione baconiana dagli Idola fino a farsi antidoto al pregiudizio e alla superstizione. Emerge così l'istanza morale che configura il dominio di un'etica del gusto in cui la figura del lettore incontra quella dell'autore.

La precarieta degli oggetti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La precarieta degli oggetti : estetica e poverta / a cura di Carla Lunghi e Maria Antonietta Trasforini

Roma : Donzelli, 2010