Corso Corsica, 55 - 10135 Torino.  Orari e informazioni

Catalogo in linea

 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Soggetto Puericoltura
× Lingue Multilingua
× Materiale Registrazioni musicali
× Materiale Piu' materiali
× Soggetto Cartografia
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2007
× Lingue Latino

Trovati 15 documenti.

Mostra parametri
Regiae villae poeticae descriptae; et regiae celsitudini Victoris Amedei 2. Sabaudiae ducis, Pedemontij principis, Cypri regis, &c. dicatae a Camillo Maria Audiberto Societatis Jesu
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Audiberti, Camillo Maria

Regiae villae poeticae descriptae; et regiae celsitudini Victoris Amedei 2. Sabaudiae ducis, Pedemontij principis, Cypri regis, &c. dicatae a Camillo Maria Audiberto Societatis Jesu

[S.l.] : Rotary club Cirie Valli di Lanzo, stampa 2007

L'Eneide di Virgilio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vergilius Maro, Publius

L'Eneide di Virgilio / [tradotta da] Vittorio Sermonti

Milano : Rizzoli, 2007

Abstract: Vittorio Sermonti ha dedicato molti anni della sua vita a raccontare Dante, prima alla radio e poi in affollate letture pubbliche (oltre che naturalmente nei suoi libri). Il suo nuovo progetto riguarda invece l'opera del maestro e guida di Dante, Virgilio. Il libro è il racconto-commento di tutti i canti del poema di Virgilio, ciascuno seguito da una nuova traduzione integrale, opera dello stesso Sermonti. L'Eneide riacquista la capacità di parlare ai lettori, con parole di questo tempo.

Le filippiche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cicero, Marcus Tullius

Le filippiche / Marco Tullio Cicerone ; a cura di Bruno Mosca

Milano : Mondadori, 2007

Abstract: Il volume raccoglie le appassionate e drammatiche orazioni (14 giunte fino a noi) che Cicerone pronunciò tra il 44 e il 43 a.C. per indurre il Senato a dichiarare il console Antonio nemico della patria a causa delle sue mire oligarchiche.

Elegie
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Tibullus, Albius

Elegie / Albio Tibullo e autori del Corpus tibulliano ; saggio di Antonio La Penna ; introduzione e commento di Luciano Lenaz ; traduzione di Luca Canali

[Milano] : Fabbri, stampa 2007

Epigrammi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Martialis, Marcus Valerius

Epigrammi / Marco Valerio Marziale ; a cura di Giuliana Boirivant

[Milano] : Fabbri, stampa 2007

Dell'oratore / Marco Tullio Cicerone. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dell'oratore / Marco Tullio Cicerone. 2 / Marco Tullio Cicerone

Rist

[Milano] : Fabbri, 2007

Fa parte di: Cicero, Marcus Tullius. Dell'oratore / Marco Tullio Cicerone

Dell'oratore / Marco Tullio Cicerone. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dell'oratore / Marco Tullio Cicerone. 1 / Marco Tullio Cicerone ; introduzione di Emanuele Narducci

Rist

[Milano] : Fabbri, 2007

Fa parte di: Cicero, Marcus Tullius. Dell'oratore / Marco Tullio Cicerone

Le metamorfosi / Publio Ovidio Nasone ; introduzione di Giampiero Rosati ; traduzione di Giovanna Faranda Villa ; note di Rossella Corti. 3
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ovidius Naso, Publius

Le metamorfosi / Publio Ovidio Nasone ; introduzione di Giampiero Rosati ; traduzione di Giovanna Faranda Villa ; note di Rossella Corti. 3 / Publio Ovidio Nasone

Storia di Roma / Tito Livio. 4
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Livius, Titus

Storia di Roma / Tito Livio. 4 / Tito Livio ; a cura di Guido Vitali e Carlo Vitali

Milano : Mondadori, [2007]

Fa parte di: Storia di Roma / Tito Livio

Abstract: Tra i più importanti storici di Roma, Livio nacque a Patavium - l'odierna Padova - nel 59 a.C. e morì nel 17 d.C. La critica ha concordemente fissato al 27 a.C. l'inizio della stesura della monumentale opera che narra delle vicende della città dalle origini al principato. Proprio il 27 è l'anno del conferimento a Ottaviano vincitore della battaglia di Azio il titolo onorifico di Augusto e proprio in questi anni Virgilio è intento alla stesura dell'Eneide e Orazio a quella delle odi romane e augustee. Dei 142 libri che componevano l'opera, solo 35 sono giunti integralmente: descrizioni di battaglie e di popoli, vividi ritratti dei maggiori personaggi e ricostruzioni sapienti dei loro discorsi. Questo quarto volume raccoglie i libri dal XXVIII al XXXIV, completi di note e glossario. Continua la narrazione della seconda guerra punica con il giovane Publio Cornelio Scipione vincitore della resistenza cartaginese in Spagna, trionfatore in una delle battaglie più celebri di tutta la storia militare, quella di Zama. Il libro XXX, popolato da celebri personaggi, da Sofonisba a Masinissa, da Magone a Siface, si chiude con la descrizione del magnifico trionfo di Scipione. E poi, la battaglia tra Flaminino e Filippo nella gola dell'Aoo, lo scenario dei giochi istmici del 196, in cui viene proclamata da Flaminino la libertà della Grecia, i tumulti per l'abrogazione della legge Oppia sono fra le pagine più alte dell'opera di Livio e un documento significativo della coscienza nazionale romana.

Lettere ai familiari / Marco Tullio Cicerone ; a cura di Alberto Cavarzere ; introduzione di Emanuele Narducci ; traduzioni e note di F. Boldrer ... [et al.]. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lettere ai familiari / Marco Tullio Cicerone ; a cura di Alberto Cavarzere ; introduzione di Emanuele Narducci ; traduzioni e note di F. Boldrer ... [et al.]. 1 / Marco Tullio Cicerone

Lettere ai familiari / Marco Tullio Cicerone ; a cura di Alberto Cavarzere ; introduzione di Emanuele Narducci ; traduzioni e note di F. Boldrer ... [et al.]. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cicero, Marcus Tullius

Lettere ai familiari / Marco Tullio Cicerone ; a cura di Alberto Cavarzere ; introduzione di Emanuele Narducci ; traduzioni e note di F. Boldrer ... [et al.]. 2 / Marco Tullio Cicerone

Le Filippiche
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Cicero, Marcus Tullius

Le Filippiche / Marco Tullio Cicerone ; a cura di Giovanni Bellardi

2. ed

Milano : BUR, 2007

Abstract: Tra il 44 e il 43 a. C. la lotta politica civile che in Roma era scoppiata dopo l'assassinio di Cesare raggiunse il suo culmine. Nella capitale del mondo si giocavano doppi e tripli giochi, in cui tutti erano contro tutti e dominavano il campo veri e propri signori della guerra come Marco Antonio, Bruto e Cassio, Ottaviano. Per gli idealisti la Repubblica e la sua legalità erano ancora incarnate dal Senato, divenuto però un'assemblea incapace di portare avanti una politica decisa. Cicerone continuò a credere nell'autorità senatoria e si scagliò con ferocia, in queste 14 orazioni, contro Marco Antonio, reo di attentare a un potere che ormai era inesistente.

I Carmina Burana che non t'aspetti
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I Carmina Burana che non t'aspetti : canti spirituali, corone e drammi sacri / Ugo Trombi (ed.) ; in appendice Canzone di primavera ; prefazione di Gian Enrico Manzoni

Brescia : Morcelliana, 2007

Abstract: Fu a partire dal 1937, cioè dall'anno in cui i Carmina Burana vennero musicati da Carl Orff, cultore di musica antica, che quelle produzioni poetiche e musicali divennero note al grande pubblico. La loro fortuna si impose nella cultura generale e nella coscienza collettiva sempre con le caratteristiche della gaudente e disinvolta spensieratezza, spesso allargata alla licenza e alla trasgressione. Ma a ridimensionare la communis opinio circa il significato e le caratteristiche dei Carmina Burana esce ora questa sorprendente pubblicazione di Ugo Trombi, che ci colpisce sin dal titolo di per sé significativo: I Carmina Burana che non t'aspetti. Diciamo subito che si tratta di una raccolta poetica che proviene dal medesimo codice bavarese che contiene i più noti carmi gaudenti o licenziosi: ce ne parla il curatore stesso nel capitolo dell'Introduzione dedicato al Codice buranense. Tuttavia, la raccolta che qui viene presentata è composta da canti spirituali, corone e drammi sacri: ci mostra dunque un volto completamente diverso (e in questo senso sorprendente) da quanto universalmente conosciuto circa i Carmina Burana.

Poesia d'amore latina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Poesia d'amore latina / a cura di Paolo Fedeli

Milano : A. Mondadori, 2007

Abstract: La poesia d'amore era ben conosciuta e praticata anche dai greci, ma è Catullo che inventa l'amore come storia interiore, come ossessione di un'intera vita, come metafora letteraria delle contraddizioni dell'esistenza, dando inizio a un filone poetico e narrativo che attraversa il cuore della cultura occidentale, trovando echi e riprese nell'intimo dissidio di Petrarca e, giú giú verso di noi, nella passione romantica di Werther e dei consimili, negli amori masochistici di Dostoevskij, fino a Proust. La fondazione di una fenomenologia dell'amore viene proseguita e, in parte, ampliata da Properzio e Tibullo che propongono, il primo, l'amore rigorosamente monogamico, il secondo, la bipartizione tra versi in vita e in morte della donna amata, soluzioni che entrambe avranno grande fortuna nella letteratura romanza e cristiana. Questa edizione, introdotta e annotata da uno dei massimi studiosi mondiali della poesia latina, Paolo Fedeli, offre le chiavi per comprendere a fondo l'originalità di questi autori individuando ogni volta ciò che è topos e ciò che non lo è, chiarisce i passi oscuri delle poesie piú criptiche, spiega in maniera esauriente i riferimenti mitologici e letterari, restituisce il senso narrativo e storico di ogni componimento. E restituisce, soprattutto, al di là dell'erudizione, il fascino emotivo coinvolgente di una delle fasi piú alte della poesia di tutti i tempi.

Commento al sogno di Scipione
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Macrobius, Ambrosius Aurelius Theodosius

Commento al sogno di Scipione / Macrobio ; saggio introduttivo di Ilaria Ramelli ; traduzione, bibliografia, note e apparati di Moreno Neri ; in appendice: Marco Tullio Cicerone: Il sogno di Scipione; Moreno Neri: Sogni e magnanimità nelle arti; Paolo Antonio Rolli: Scipione; Pietro Metastasio: Il sogno di Scipione

Milano : Bompiani Il pensiero occidentale, 2007

Abstract: Macrobio (V sec. d.C.) è stato uno dei maggiori neoplatonici pagani di lingua latina, insieme a Calcidio e a Marziano Capella. Il Commento al Sogno di Scipione, oltre ai Saturnalia, è la sua opera più famosa e quella che ha avuto maggiori influssi nell'Occidente. Il brano che narra il sogno del condottiero romano è tratto dal VI e ultimo libro della Repubblica di Cicerone e il commento presenta, in forma di annotazioni al testo ciceroniano, le più importanti dottrine della religione filosofica tardo-antica: l'esistenza del mondo intelligibile, l'immortalità dell'anima e i suoi destini ultraterreni, nonché i paradigmi della vita buona per l'uomo di quaggiù, insieme ad ampie digressioni sull'interpretazione dei tipi di sogni e sulle loro rispettive capacità profetiche, la scienza dei numeri pitagorici, la cosmologia, la geografia, i cicli del tempo, l'armonia delle sfere. In tal modo Macrobio costruisce il più soddisfacente e più letto compendio enciclopedico latino sul neoplatonismo. Il testo, criticamente annotato, è preceduto da un ampio saggio introduttivo di Ilaria Ramelli. Accompagna l'opera un'esauriente bibliografia e un indice analitico e la completa una ricca serie di appendici. Lo stesso testo di Macrobio è impreziosito da illustrazioni per la maggior parte tratte da manoscritti e incunaboli che ne attestano la fortuna nelle varie epoche.