Via Verolengo 212 - 10149 Torino 

Orari e informazioni sul sito web

Le opere prese in prestito presso il Centro devono essere restituite direttamente in sede.

 

Cerca nel catalogo del Centro di documentazione

Trovati 6635 documenti.

Mostra parametri
Senza intellettuali
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Caravale, Giorgio

Senza intellettuali : politica e cultura in Italia negli ultimi trent'anni / Giorgio Caravale

Bari ; Roma : Laterza, 2023

La destra italiana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Macry, Paolo

La destra italiana : da Guglielmo Giannini a Giorgia Meloni / Paolo Macry

Bari ; Roma : Laterza, 2023

Contagi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Harper, Kyle

Contagi : le malattie e il corso della storia umana / Kyle Harper ; traduzione di Luigi Giacone

Torino : Einaudi, 2023

Abstract: La monumentale ricostruzione del ruolo decisivo e paradossale delle malattie nello sviluppo delle civiltà umane in un esemplare intreccio di storia sociale, biologia, genetica, geografia ed economia. Kyle Harper ci spiega perché vi sia un gruppo di malattie pericolose per l'umanità così radicato in profondità nel nostro passato evolutivo e perché la sua crescita sia accelerata dal progresso tecnologico. Dimostra come la storia delle malattie sia connessa con la storia della schiavitù, del colonialismo e del capitalismo, rivelandoci gli effetti duraturi delle epidemie del passato negli andamenti di prosperità, salute, potere e disuguaglianza. E ci racconta come l'umanità sia riuscita a evitare alcune malattie infettive, un successo che ha reso possibile la vita per come la conosciamo, ma che destabilizza l'ambiente favorendo nuove patologie. Con sguardo panoramico, il libro traccia il ruolo delle malattie nel passaggio all'agricoltura, la diffusione delle città, l'avanzare dei trasporti e l'eccezionale incremento della popolazione umana. Harper offre una nuova interpretazione del percorso intrapreso dall'umanità per controllare le malattie infettive, mentre l'evoluzione di nuove minacce si oppone al progresso umano e gli effetti devastanti della modernizzazione contribuiscono a grandi disuguaglianze tra le diverse società. La salute umana è globalmente interdipendente e inseparabile dal benessere del nostro pianeta e Harper, mettendo in prospettiva la pandemia di Covid-19, racconta la storia passata della nostra specie per aiutarci a decidere il nostro futuro.

Una civiltà in crisi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gallino, Luciano <1927-2015>

Una civiltà in crisi : contraddizioni del capitalismo / Luciano Gallino ; a cura di Paola Borgna

Torino : Einaudi, 2023

Terra irredenta, terra incognita
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Todero, Fabio

Terra irredenta, terra incognita : l'ora delle armi al confine orientale d'Italia : 1914-1918 / Fabio Todero

Bari ; Roma : Laterza, 2023

La diplomazia del terrore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lomellini, Valentine

La diplomazia del terrore : 1967-1989 / Valentine Lomellini

Bari ; Roma : Laterza, 2023

La maschera dei classici
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pizzorno, Alessandro

La maschera dei classici : leggere i maestri della teoria sociale / Alessandro Pizzorno ; a cura di Gian Primo Cella

Bari ; Roma : Laterza, 2023

Gadda, Montale e il fascismo
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Zunino, Pier Giorgio

Gadda, Montale e il fascismo / Pier Giorgio Zunino

Bari ; Roma : Laterza, 2023

Marckalada
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chiesa, Paolo <1956- >

Marckalada : quando l'America aveva un altro nome / Paolo Chiesa

Bari ; Roma : Laterza, 2023

La terra del rimorso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De_Martino, Ernesto <1908-1965>

La terra del rimorso : contributo a una storia religiosa del sud / Ernesto De Martino ; a cura di Marcello Massenzio ; introduzione di Marcello Massenzio e Fabio Dei

Torino : Giulio Einaudi editore, 2023

Abstract: La Terra del rimorso di Ernesto De Martino, un classico del pensiero contemporaneo, verte sul tarantismo, un istituto culturale d'impronta magica, diffuso nelle comunità contadine del Salento, al cui interno la musica e la danza ricoprono un ruolo d'importanza primaria. Nel 1959 De Martino ne fece l'oggetto di un'innovativa inchiesta etnografica, guidando un'équipe formata da specialisti di discipline diverse, dalla storia delle religioni all'etnomusicologia, dalla psichiatria alla sociologia. Lungi dall'essere un mero fenomeno morboso, il tarantismo si configura, nella straordinaria indagine demartiniana, come un orizzonte mitico-rituale di deflusso di profondi conflitti operanti nell'inconscio, fatti risalire al morso della Taranta, monstrum mitico evocato dal suono di musiche del repertorio tradizionale, che i tarantati dovevano sfidare e vincere in una vorticosa gara di danza. Questa nuova edizione conferisce il massimo risalto alla ricchezza teorica di un'opera che va ben oltre l'indagine di un peculiare fenomeno di catartica musicale, mobilitando le due competenze disciplinari, storico-religiosa e antropologica, che hanno innervato il pensiero di De Martino. Marcello Massenzio individua la tematica etico-politica alla base della scelta di studiare il tarantismo, in un confronto con l'altro grande etnologo dei suoi tempi, Claude Lévi-Strauss e il suo disagio o «rimorso» di fronte alla disgregazione delle culture indigene nel mondo postcoloniale. Fabio Dei analizza l'altro dialogo cruciale nella genesi dell'opera, quello tra De Martino e Antonio Gramsci, riconducendo il progetto delle spedizioni etnografiche nel Mezzogiorno all'influenza delle annotazioni gramsciane sul folklore come cultura delle classi subalterne. Con il dossier fotografico di Franco Pinna.

Maleficia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Montesano, Marina

Maleficia : storie di streghe dall'antichità al Rinascimento / Marina Montesano

Roma : Carocci, 2023

Abstract: Il libro esplora le relazioni tra la stregoneria antica e la sua incarnazione moderna, colmando così un'importante lacuna nella storiografia. Si è spesso notato che storie di streghe circolavano nei testi classici greci e latini e che i trattati tardomedievali e moderni che si occupavano di credenze in materia di malefici, discutendo del volo magico e della metamorfosi dei corpi, vi facevano riferimento. Tuttavia, il ruolo della cultura umanistica e del revival classico nello sviluppo della caccia alle streghe finora non era stato ancora studiato a fondo. Dalla letteratura di età classica alcune descrizioni di malefici sono state trasmesse attraverso il Medioevo fino al XV secolo e al Rinascimento, quando i primi processi italiani richiamano il mito della strix, comune tanto nelle fonti dotte quanto nella memoria e nelle credenze popolari. Nell'Italia rinascimentale e anche oltre, nell'Europa moderna, il revival classico patrocinato dalla cultura umanistica dava nuovo spessore e ricontestualizzava i racconti antichi, che cessarono così di essere solo storie, come erano stati in precedenza, e divennero una prova cogente dei poteri del demonio e delle sue seguaci.

Catilina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Canfora, Luciano

Catilina : una rivoluzione mancata / Luciano Canfora

Bari ; Roma : Laterza, 2023

Aspettando la nuova storia dei valdesi
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aspettando la nuova storia dei valdesi / a cura di Giuseppe Platone ; saggi di Francesca Tasca, Susanna Peyronel Rambaldi, Gian Paolo Romagnani, Paolo Naso

Torino : Claudiana, 2023

I carnefici del duce
4 1 0
Materiale linguistico moderno

Gobetti, Eric

I carnefici del duce / Eric Gobetti

Bari ; Roma : Laterza, 2023

Fascismi in vetrina
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gaudenzi, Bianca

Fascismi in vetrina : pubblicità e modelli di consumo nel ventennio e nel Terzo Reich / Bianca Gaudenzi

Roma : Viella, 2023

La guerra delle tasse
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Visco, Vincenzo

La guerra delle tasse / Vincenzo Visco, con Giovanna Faggionato

Bari : Laterza, 2023

Ensemble Torino
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bolino, Francesca <omonimi non identificati>

Ensemble Torino : 22 interviste a donne e uomini illustri / di Francesca Bolino ; introduzione di Ottavia Giustetti ; illustrazioni di Massimo Jatosti

Torino : GEDI, c2023

Il colonialismo degli Italiani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Ertola, Emanuele

Il colonialismo degli Italiani : storia di un'ideologia / Emanuele Ertola

Roma : Carocci, 2022

Abstract: Cercare "posti al sole" in Africa per gli emigranti, lavoratori e "brava gente": questa è l'idea che più di altre ha spinto gli italiani alla conquista di un impero coloniale, nella convinzione che i problemi sociali dovessero trovare una soluzione non in Italia, attraverso riforme o rivoluzioni, né all'estero, ma in terra d'Africa, sotto la bandiera italiana. Il volume racconta i 150 anni di un'ideologia capace di sopravvivere ai rovesci militari, all'ascesa e caduta di regimi, persino alla fine del colonialismo, ripercorrendo dal Risorgimento a oggi grandi progetti e grandi fallimenti, la nascita di una cultura coloniale sempre più diffusa e l'evoluzione di un'idea cantata da Pascoli, estremizzata da Mussolini, ereditata dalla Repubblica fino a diventare uno dei cardini dell'identità nazionale.

Dalla parte delle donne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dalla parte delle donne : storie di consultori torinesi / a cura di Tullia Todros

Torino : Editrice Il Punto - Piemonte in bancarella, 2022

Tuta blu
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Di_Ciaula, Tommaso

Tuta blu : ire, ricordi e sogni di un operaio del sud / Tommaso Di Ciaula ; prefazione di Paolo Volponi

Roma : Alegre, 2022

Abstract: Da sempre in Italia in narrativa vale l'equazione lavoro + scrittura = letteratura industriale. Eppure le opere di Ottieri e Volponi hanno colto del lavoro soprattutto gli elementi oggettivi ed esterni della classe operaia, concentrandosi su alienazione e catena di montaggio. Con l'aumento della conflittualità sociale, tra la fine degli anni Sessanta e i primi Settanta, alcuni scrittori di classe operaia inseriscono in quell'equazione un'incognita che permette di spiegare gli elementi soggettivi di questa classe: il vissuto, la vita quotidiana, il tempo libero. Tra loro colpiscono, sia in poesia che in prosa, autori come Luigi Di Ruscio, Tommaso Di Ciaula e Ferruccio Brugnaro. Subito ribattezzati in maniera un po' naïve come «i selvaggi». L'operaio pugliese Tommaso Di Ciaula dà alle stampe Tuta blu nel 1978 per Feltrinelli nella collana dei Franchi Narratori curata da Nanni Balestrini e Aldo Tagliaferri. Un romanzo-memoir-pamphlet che racconta l'industrializzazione a cottimo del meridione contadino con una penna rabbiosa e lucida, poetica e aggressiva. Il libro diventa un caso editoriale con svariate traduzioni all'estero. Viene anche adattato al cinema nel 1987 con Alessandro Haber nei panni del protagonista. Quella di Di Ciaula è una scrittura con squarci lirici e invettive che colpisce l'ideologia lavorista dell'andare-camminare-lavorare assunta anche da una parte della sinistra. Procede per accumulazioni, lavorando di tornio attorno a questioni fondamentali come il contrasto tra mondo contadino e industriale o le nocività e gli infortuni di fabbrica, tra metallo arrugginito, orli di sole e spicchi di mare. Un romanzo che con la fine della stagione della conflittualità operaia è stato spinto ai margini dell'industria editoriale e che ripubblichiamo perché pietra miliare della letteratura working class italiana.