Trovati 12740 documenti.

Mostra parametri
Pesci piccoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Robecchi, Alessandro <1960- >

Pesci piccoli / Alessandro Robecchi

Palermo : Sellerio, 2024

Tutti i particolari in cronaca
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Manzini, Antonio <1964- >

Tutti i particolari in cronaca / Antonio Manzini

Milano : Mondadori, 2024

Abstract: Antonio Manzini, il creatore dell'indimenticabile vicequestore Schiavone, entra nel catalogo del Giallo Mondadori con una storia serrata e sorprendente che si interroga sull'equilibrio tra legge e giustizia, e su ciò che saremmo disposti a fare pur di guarire le nostre ferite. La corsa all'alba, la colazione al bar, poi nove ore di lavoro all'archivio del tribunale, una cena piena di silenzi e la luce spenta alle dieci: Carlo Cappai è l'incarnazione della metodicità, della solitudine. Dell'ordinarietà. Nessuno sospetta che ai suoi occhi quel labirinto di scatole, schede e cartelle non sia affatto carta morta. Tutto il contrario: quei faldoni parlano, a volte gridano la loro verità inascoltata, la loro richiesta di giustizia. Sono i casi in cui, infatti, il tribunale ha fallito, e i colpevoli sono stati assolti per non aver commesso il fatto – in realtà per i soliti, meschini imbrogli di potere. Cappai, semplicemente, porta la Giustizia dove la Legge non è riuscita ad arrivare – sempre nell'attesa, ormai da quarant'anni, di punire una colpa che gli ha segnato la vita. Walter Andretti è invece un giornalista precipitato dallo Sport, dove si trovava benissimo, alla Cronaca, dove si trova malissimo. Quando il capo gli scarica addosso la copertura di due recenti omicidi, Andretti suo malgrado indaga, e dopo iniziali goffaggini e passi falsi comincia a intuire che in quelle morti c'è qualcosa di strano. Un legame. Forse la stessa mano...

Chi dice e chi tace
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Valerio, Chiara <1978- >

Chi dice e chi tace / Chiara Valerio

Palermo : Sellerio, 2024

Abstract: Un golfo dalla linea morbida, una lunga spiaggia di sabbia che corre parallela alla via Appia tra due colline, il Monte d'Oro e il Monte d'Argento. Un lungomare pieno di oleandri scandito da stabilimenti colorati e a volte sbiaditi, ognuno diverso dall'altro: la Tintarella, il Lido Delfini, il Lido del Pino, il Lido Maria, e molti altri. E poi la pizzeria Lu Rusticone, il bar Luccioletta, due chiese, una sola vera piazza. Poco più a sud scorre il fiume Garigliano e inizia la Campania. Subito a nord ci sono Formia, Gaeta, Sperlonga; in meno di due ore si arriva a Napoli e a Roma. Scauri, nel Lazio, sul Tirreno, seimila residenti nei mesi invernali e centomila nei mesi estivi. Un paese né bello né brutto, ma con una sua grazia scomposta. Qui ha scelto di vivere Vittoria, che è morta nella sua vasca da bagno. È stato uno stupido incidente. L'avvocato Lea Russo, un marito e due figlie, è sempre stata affascinata da Vittoria. Una donna distante ma curiosa, accogliente ed evasiva; nel parlare ha un fatalismo che lascia sgomenti. Era arrivata a Scauri con la sua risata che cominciava bassa e finiva acuta, aveva comprato una casa nella quale tutti potevano entrare e uscire, non aveva mai litigato con nessuno, non aveva mai cambiato taglio di capelli. Viveva con Mara, forse l'aveva adottata, forse l'aveva rapita, si dicevano tante cose. Ora Vittoria è morta per uno stupido incidente in una vasca da bagno, e Lea Russo non ne è convinta. Lea non vuole più accontentarsi di ciò che ha avuto sempre davanti agli occhi. Vuole capire come è morta Vittoria, e chi era davvero. Il primo romanzo per Sellerio di Chiara Valerio segna una traiettoria narrativa inedita. Storia nera di personaggi, indagine su una provincia insolita, ritratto di donne in costante mutazione. Niente è fermo, in Chi dice e chi tace, le emozioni, gli amori, le verità e gli enigmi, i silenzi del presente e il frastuono della memoria: tutto si muove, tutto si trasforma, tutto può sempre cambiare.

Sad girl
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Marzullo, Sara

Sad girl : la ragazza come teoria / Sara Marzullo

Roma : 66thand2nd, 2024

Abstract: Lucido e viscerale, intimo e pubblico, Sad girl ci domanda, e ci racconta, cosa significa davvero essere una ragazza oggi. «Ero triste, di una tristezza vischiosa e pervasiva, come melassa o incenso. E soprattutto, era cosi che volevo descrivermi». A vent’anni Sara Marzullo non sa spiegare la sua malinconia, così se la tatua addosso, si veste di nero e legge solo poetesse. All’improvviso la confusione e lo spaesamento della giovinezza si condensano in un’identità che è anche, indissolubilmente, un’estetica, quella della sad girl. In mezzo a Sylvia Plath e Anne Sexton, Le vergini suicide, Tumblr e innumerevoli altre testimonianze raccolte online di ragazze interrotte, scopre di essere meno sola, ma soprattutto che le ragazze, perfino quelle tristi, sono irresistibili oggetti del desiderio. Oggi, dieci anni dopo, Marzullo si interroga su cosa si nasconda dietro l’ossessione sociale e culturale verso le giovani donne. Dal capitale erotico al business sempre rinnovato delle pop star, dall’industria della prima persona al tema dominante della ragazza scomparsa, questo libro indaga e smonta gli archetipi e gli stereotipi che plasmano le ragazze condizionandone i comportamenti e l’educazione sentimentale e sessuale.

Le figlie di Saffo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Schwartz, Selby Wynn

Le figlie di Saffo / Selby Wynn Schwartz ; traduzione di Mariagiulia Castagnone

Milano : Garzanti, 2024

Abstract: Viviamo… l'opposto… con audacia. «La nostra prima iniziativa fu quella di cambiarci il nome. Saremmo diventate Saffo.» Ci facciamo chiamare così perché vogliamo essere libere e indipendenti. Vogliamo avere idee e prospettive. Vogliamo essere attrici, scrittrici, o qualunque cosa scelgano i nostri sogni. Vogliamo avere speranze e infinite possibilità. Vogliamo essere e sentirci donne nel modo in cui piace a noi e a nessun altro. Ma non sempre è possibile. Molte volte, ci obbligano a sottostare al volere degli altri. Molte volte, altri prendono le decisioni al posto nostro. Molte volte, siamo costrette a sposarci, a essere madri, a essere docili, a essere belle come dicono loro, a dire sempre di sì. Ed è allora che decidiamo di resistere, di lottare, di ribellarci. Siamo Lina Poletti, Virginia Woolf, Natalie Barney, Romaine Brooks, Sarah Bernhardt, Isadora Duncan, Nancy Cunard, Gertrude Stein e Radclyffe Hall. Siamo qui a dirvi cosa vuol dire essere donna quando non hai una voce. Quando soffocano la tua voce. Siamo qui a dirvi che un futuro diverso è possibile. Siamo qui a dirvi che per viverlo bisogna lottare, ieri come oggi.

Un sogno per Piccolo Orso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rosen, Michael <1946- > - Egnéus, Daniel

Un sogno per Piccolo Orso / Michael Rosen ; traduzione di Chiara Carminati ; illustrazioni di Daniel Egnéus

Milano: Mondadori, 2024

Abstract: Grande Orso e Piccolo Orso si stanno preparando per il Lungo Sonno invernale. Ma Piccolo Orso è preoccupato: e se esaurisse tutti i suoi sogni? Decide perciò di mettersi in viaggio nella foresta alla ricerca di qualcuno che possa regalargli qualche sogno da portare con sé. Età di lettura: da 3 anni.

Le ragazze della Baleine
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Malye, Julia

Le ragazze della Baleine : romanzo / Julia Malye ; traduzione di Elena Cappellini

Milano : Mondadori, 2024

Aut-aut
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Batuman, Elif

Aut-aut / Elif Batuman ; traduzione di Federica Aceto

Torino : Einaudi, 2024

Cane 51
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gaudé, Laurent

Cane 51 / Laurent Gaudé ; traduzione dal francese di Alberto Bracci Testasecca

Roma : E/O, 2024

Abstract: Zem Sparak passa la maggior parte delle sue notti in una buia sala al terzo piano di un frequentato locale del quartiere RedQ, dove grazie alle visioni procurate dall’Okios, una droga tecnologica che dà dipendenza come l’oppio, può ritrovare l’Atene della sua gioventù. È un pezzo che il suo paese non esiste più, venduto dopo la crisi del debito a GoldTex, potente consorzio che assoggetta i paesi in bancarotta. Ormai espatriato, Zem non è altro che un volgare “cane”, un poliziotto declassato che batte la zona 3, sopportando le piogge acide e il caldo torrido. Una mattina, in quel quartiere abbandonato alla miseria, la scoperta di un corpo sventrato lungo lo sterno rompe la rinuncia dietro la quale Zem si è trincerato da anni. Posto sotto la tutela di un’ambiziosa ispettrice della zona 2 si lancia in una lunga indagine. Da qualche parte c’è una verità, lo sa, ma ovunque regnano il cinismo e la violenza. Eppure, prima che tutto morisse, Zem ha conosciuto in Grecia il fremito della rivolta e la speranza di un futuro senza compromessi. Ha amato. E ha tradito. Sotto i cieli infuriati di una megalopoli privatizzata, Cane 51 è l’eco del nostro inquietante mondo sia minaccioso che minacciato. Ma il romanzo contiene anche il ricordo ardente di ciò che è stato, da trasmettere al domani come un ultimo bastione alla nostra postmodernità.

I dettagli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Genberg, Ia

I dettagli / Ia Genberg ; traduzione di Alessandra Scali

Milano : Iperborea, 2024

Abstract: Una donna di mezza età e senza nome è costretta a letto dalla febbre, in uno stato di «oziosa dissoluzione» in cui vede il tempo appiattirsi in una specie di eternità, il confine tra lei e il mondo assottigliarsi e la coscienza fermarsi con insolita lucidità sui frammenti di passato che hanno fatto di lei la persona che è oggi. Così si lascia andare alla rievocazione delle figure fondamentali della sua vita e ora perdute, perché «l’io, o meglio, il cosiddetto “io”, non è altro che questo: ciò che resta delle persone a cui ci siamo stretti». Sullo sfondo di una Stoccolma degli anni Novanta, tra feste e progetti abbandonati, abbuffate di letture e tentativi di scrittura, rievoca Johanna, l’ex fidanzata che sembrava non l’avrebbe mai lasciata perché non lasciava mai niente a metà. Con Niki, invece, una ragazza capace di ribaltare l’amore assoluto in odio assoluto da un giorno all’altro, l’amicizia è da subito destinata a una fine amara. E finirà anche l’amore con Alejandro, che come un uragano arriva e se ne va lasciando una scia tangibile e duratura. Culmine dolente della rievocazione è una donna che la protagonista ha avuto accanto per tutta la vita: la fragile Birgitte, che porta in sé un angoscioso segreto da decifrare. In quattro ritratti dalle pennellate delicate e precise, e senza rinunciare a un sottile umorismo che strappa qua e là il velo di nostalgia, Ia Genberg solleva domande sulla natura delle relazioni e su come raccontiamo la nostra vita, ricordandoci che le persone care non scompaiono mai davvero, perché ci compongono. Anche quando di loro restano solo i dettagli: un gesto, una canzone, una speranza tradita, una dedica d’amore lasciata in un libro.

El Drapò
0 0 0
Materiale linguistico moderno

D'Andrea, Michele - Ricchiardi, Enrico

El Drapò : storie e curiosità intorno alla bandiera del Piemonte / Michele D'Andrea, Enrico Ricchiardi

Torino : Centro studi piemontesi Cà de studi piemonteis : ETS, 2024

Ritratto di donna sconosciuta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Silva, Daniel

Ritratto di donna sconosciuta / Daniel Silva ; traduzione di Seba Pezzani

Milano : HarperCollins, 2023

Abstract: Gabriel Allon, spia leggendaria e raffi nato restauratore, ha lasciato i servizi segreti israeliani e si è trasferito a Venezia, l'unico luogo in cui si sente in pace con il mondo. Chiara, la sua bellissima moglie, si occupa della Tiepolo Restauri, i loro due fi gli frequentano una scuola elementare del quartiere, e lui trascorre le giornate passeggiando tra calli e vicoli della città, deciso a lasciarsi alle spalle una volta per tutte i demoni del suo tragico e violento passato. Ma quando una vecchia conoscenza, l'eccentrico commerciante d'arte londinese Julian Isherwood, gli chiede di indagare sulle oscure circostanze che hanno portato alla riscoperta di un antico dipinto che poi è stato venduto per una cifra astronomica, Allon finisce per ritrovarsi coinvolto in un mortale gioco del gatto e del topo in cui nulla è ciò che sembra. Ben presto scopre che l'opera in questione, il ritratto di una donna non identificata attribuito al fiammingo Antoon van Dyck, è quasi certamente un falso eseguito con diabolica maestria. Per trovare la persona che l'ha dipinto, e portare alla luce una frode multimilionaria ai vertici del mondo dell'arte, l'ex spia mette in scena uno degli inganni più elaborati di tutta la sua carriera. Per riuscirci, però, deve trasformarsi nell'immagine speculare dell'uomo che sta cercando: il più grande falsario che il mondo abbia mai conosciuto. Ritratto di donna sconosciuta è un intrigante viaggio nel lato oscuro del mondo dell'arte, popolato di commercianti senza scrupoli e avidi investitori che trattano i più grandi capolavori come se fossero una qualunque merce da comprare e rivendere per trarne profitto.

Omicidio di uno scrittore di gialli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Rivett, Edith Caroline

Omicidio di uno scrittore di gialli / E.C.R. Lorac ; traduzione di Alessandra Meastrini

Milano : Vallardi, 2023

Abstract: Eleanor Clarke, segretaria del celebre scrittore Vivian Lestrange, informa la polizia che il suo datore di lavoro è svanito nel nulla. Ma nessuno, a parte la segretaria e la governante, anch'essa scomparsa, sembra aver mai visto l'autore in carne e ossa. Toccherà agli ispettori Bond e Warner fare luce su un mistero apparentemente insolubile. Un giallo avvincente pieno di umorismo e false piste – pubblicato per la prima volta nel 1935 – in cui l'autrice prende in giro i suoi contemporanei, erroneamente convinti che lo pseudonimo di Lorac nascondesse un autore maschile.

Diario di una fuggitiva
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Patterson, James <1947- >

Diario di una fuggitiva / James Patterson ; con Emily Raymond ; illustrazioni di Valeria Wicker ; traduzione di Roberta Scarabelli

Milano : Garzanti, 2023

Abstract: Sto scappando. Non verso un luogo, ma verso una persona. Sull’autobus, Eleanor stringe a sé lo zaino per sentirsi meno sola: ha sedici anni e sta andando a Seattle di nascosto dai genitori. La sua non è una fuga: Eleanor sta cercando qualcuno. Sta cercando la sorella Sam che è andata via di casa e nessuno sa dove sia. Eppure Eleanor, che la conosce meglio di tutti, è convinta che sia lì. A farle coraggio c’è il diario su cui disegna e inventa storie. Quando è persa nella sua fantasia non può accaderle nulla e persino il senso di colpa che sente verso la sorella si placa come per magia. Arrivata in città, comincia a cercarla nei negozi di strumenti musicali e di dischi, perché Sam è una grande appassionata di musica. Ma trovare tracce di lei non è facile. Giorno dopo giorno, Eleanor incontra persone sempre più strambe, e ognuna di loro le lascia qualcosa. Perché è vero che sta cercando sua sorella, ma forse quello che trova è un po’ più di sicurezza in sé stessa, un po’ di fiducia negli adulti, un po’ di speranza nel futuro. Un po’ di nuove idee per le sue storie, che assomigliano sempre di più alla persona che sta diventando. Ed Eleanor non vede l’ora che sua sorella lo veda con i propri occhi. I libri di James Patterson dominano le classifiche di tutto il mondo. In questa graphic novel ci parla dell’età in cui è più difficile rapportarsi con gli altri. L’età in cui tutto fa paura ma in cui tutto è ancora possibile. L’età in cui si decide chi saremo e chi non vogliamo essere. Età di lettura: da 12 anni.

Geopolitica umana
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Fabbri, Dario

Geopolitica umana : capire il mondo dalle civiltà antiche alle potenze odierne / Dario Fabbri

Milano : Gribaudo, ©2023

Abstract: «In formula: la geopolitica umana studia l'interazione tra collettività collocate nello spazio geografico calandosi nello sguardo altrui. Oggetto della sua analisi sono le aggregazioni umane, in ogni realizzazione storica. Tribù, póleis, comuni. Fino all'epoca corrente, dominata dagli Stati-nazione, dagli imperi. Mai i singoli individui. Tantomeno i leader. Ritenuti irrilevanti, mero prodotto della realtà che pensano di determinare. Nella migliore accezione, soggetti che incarnano lo spirito del tempo.» Un libro frutto degli studi e del personalissimo approccio di Dario Fabbri, che racconta di una geopolitica “umana”, intessuta con discipline quali l'antropologia e la psicologia collettiva, ma anche strettamente connessa con la profondità storica, l'etnografia e la linguistica, luogo in cui le parole si fanno campo di battaglia e che quindi segnala “traumi e invasioni, conquiste e seduzioni”. Una geopolitica da utilizzare come «lente graduata per vincere la miopia, prisma prezioso per scrutare le questioni del nostro tempo. Con l'obiettivo di comprendere cosa può scalfire il sistema che abitiamo, quale potenza possiederà il futuro, in quali contesti si deciderà la lotta per l'egemonia, quali effetti avrà sul nostro Paese.»

Il primo respiro dopo la pioggia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sánchez, Clara <1955- >

Il primo respiro dopo la pioggia : [romanzo] / Clara Sánchez ; traduzione di Enrica Budetta

Milano : Garzanti, 2023

Abstract: Lucia sembra quasi riuscire a sentire il vento che scompiglia i capelli della madre e a vedere il suo sorriso. Sono passati molti anni, ma ricorda perfettamente la vecchia casa con il grande giardino. La casa in cui suo padre tornava dopo lunghi viaggi di lavoro per ritrovare l'abbraccio della moglie. Ora che ha quarant'anni, Lucia si trova a pensare a quell'amore assoluto, di cui è stata testimone da bambina. Ora che nella sua vita è momento di bilanci, si chiede se sia riuscita a provarlo anche lei. Se il marito giornalista, con cui si scambia solo brevi telefonate, la ami ancora. Se il primo lavoro che ha scelto, e che per pigrizia non ha mai lasciato, sia davvero quello giusto. Se il silenzio di sua figlia sia un segno dell'adolescenza o nasconda qualcosa di più. Ma spesso la vita non concede il tempo di riflettere, perché i segreti vogliono solo venire a galla e le scelte sbagliate tornano a chiedere il conto: come un ospedale che chiama perché una madre sta male, o un marito che non risponde più alle telefonate, o un'amica che si rifà viva dopo anni in cerca di risposte. Lucia non può più nascondersi tra i panni stesi al sole, come quando era bambina. Deve scoprire se dopo la pioggia c'è un respiro nuovo con cui guardare al futuro. Deve decidere se vuole essere comparsa o protagonista della propria esistenza.

Che fretta c'è
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lee, Yiting

Che fretta c'è / Yiting Lee ; traduzione di Gioia Sartori

Milano : Terre di Mezzo, 2023

Abstract: Oggi Tartaruga e Coniglio vanno in gita! Coniglio è già pronto da un pezzo e scalpita per uscire di casa. Tartaruga invece fa tutto con calma e ha ancora un sacco di cose da mettere nello zaino. Il rischio di litigare è dietro l’angolo... ma ben presto la giornata prende una piega inaspettata! Una storia di amicizia che celebra la bellezza di ogni temperamento, sia di chi va veloce, sia di chi va piano. Età di lettura: da 4 anni.

Il giorno in cui la talpa (quasi) vinse la lotteria
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bracharz, Kurt

Il giorno in cui la talpa (quasi) vinse la lotteria / una storia di Kurt Bracharz ; con le illustrazioni di Tatjana Hauptmann ; traduzione dal tedesco di Valentina Freschi

[Milano] : LupoGuido, 2023

Abstract: Questa è una storia d’amicizia tra la talpa, il maiale e gli animali del bosco e di una misteriosa e rocambolesca vincita alla lotteria. Ma è anche la storia di un inganno mal congegnato, di una montagna di lombrichi in barattolo, di parole che si sanno scrivere ma non leggere, di grugni che sembrano prese elettriche e di occhiali che si dovrebbero proprio indossare… Una storia piena di arguzia e colpi di scena, arricchita dalle illustrazioni di Tatjana Hauptmann. Età di lettura: da 5 anni.

I libri di Jakub, o Il grande viaggio attraverso sette frontiere, cinque lingue e tre grandi religioni, senza contare quelle minori
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Tokarczuk, Olga

I libri di Jakub, o Il grande viaggio attraverso sette frontiere, cinque lingue e tre grandi religioni, senza contare quelle minori : narrato dai morti, e dall'autrice completato col metodo della congettura, da molti e vari libri attinto, e sorretto inoltre dall'immaginazione che dei doni naturali dell'uomo è il più grande : memoriale per i saggi, riflessione per i compatrioti, istruzione per i laici e svago per i malinconici / Olga Tokarczuk ; traduzione di Ludmila Ryba e Barbara Delfino

Firenze ; Milano : Bompiani, 2023

Abstract: Jakub Frank è un giovane ebreo di origini oscure che da un villaggio polacco parte alla volta di un mondo che vuole cambiare. Il mondo sta già cambiando, in verità: siamo alla metà del Settecento e nuove idee sconcertanti e attraenti guadagnano terreno tra salotti e accademie. Jakub invece lavora con la gente, tra la gente: viaggia per l'Impero ottomano e quello asburgico, seduce con la parola e la persona, si offre, anima e corpo, come nuovo messia, sfolgorante di verità, eccentrico, irresistibile. I suoi seguaci farebbero – e alla fine faranno – qualunque cosa per lui: cambiano nome, casa, religione, identità. E lui da capo naturale diventa un tiranno sottile, suadente e imperioso, manipolatore. Creerà la sua corte e diventerà amico dell'Imperatrice, conoscerà la gloria, la prigionia, il lusso, la malattia, l'esaltazione, lo sconforto, senza mai negarsi niente, senza mai fare un passo indietro, trascinando con sé e con la sua famiglia il popolo di innocenti e reietti, fedeli e opportunisti che si è scelto e che spinto da ragioni diverse resta con lui fino alla fine. La parabola di un uomo eccezionale – Jakub Frank è veramente esistito – disegnata con minuzia contro uno scenario mobile, una commedia-tragedia corale in cui gli individui hanno tutti il loro momento alla ribalta. In quest'opera straordinaria, frutto di anni di studi, scavi e scoperte, Olga Tokarczuk rivisita i temi che da sempre le sono cari – i vagabondaggi, i confini e il loro senso, la storia grande e le storie piccole – con l'immaginazione, gli scarti sorprendenti e la capacità di indagine dell'animo umano che sono i suoi tratti di grande scrittrice. Un romanzo epico in cui smarrirsi e ritrovarsi, un viaggio nel tempo e fuori dal tempo, come quello di Yente, la vecchia che incontriamo nelle prime pagine e che aleggia – letteralmente – su tutta la storia, testimoniando ogni cosa dal luogo di presenza assente in cui si trova. Come lei, anche noi lettori siamo investiti del potere di vedere tutto, ascoltare tutti. E vorremmo che questo omaggio immenso al valore della parola e del racconto non avesse fine.

Una bella resistenza
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Aristarco, Daniele

Una bella resistenza : un viaggio per l'Italia attraverso storie, incontri, memoria / Daniele Aristarco ; illustrazioni di Sara Cimarosti

Milano : Mondadori, 2023

Abstract: Cosa ha spinto, tra il 1943 e il 1945, ragazzi e ragazze, uomini e donne a lottare, a rischiare, a morire persino, per la libertà? L'autore ci invita a seguirlo nel suo viaggio in treno tra le città d'Italia, per mostrarci i luoghi della Resistenza e farci ascoltare le voci di chi si è opposto al regime fascista e di chi oggi porta avanti quella lotta. Partiamo da Bolzano, dove la storia di Zeudi si intreccia a quella di un partigiano con la pelle del suo stesso colore, Giorgio Marincola; lungo i marciapiedi di Milano inciampiamo in una targa d'ottone che ricorda un Giusto tra le nazioni; a Correggio riviviamo l'incredibile avventura del comandante Diavolo e a Roma ascoltiamo la voce di Camilla e delle straordinarie donne della sua famiglia. Ci spingiamo sempre più lontano fino a Lampedusa, fino a Capo Teulada, per approdare tra i ricordi di un ragazzino che all'epoca non aveva che dieci anni, ma era già abbastanza sveglio da capire che bisognava reagire e lottare. Storie grandi e storie piccole, un itinerario tra le conquiste che bisogna continuare a difendere, per diventare anche oggi partigiani e partigiane, prendendo parte e facendo la propria parte.