Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.


Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Nomi London, Jack

Trovati 54 documenti.

Mostra parametri
La fede degli uomini
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

La fede degli uomini

Landscape Books, 05/07/2018

Abstract: Un cacciatore che sostiene di aver incontrato un mammuth e che riesce a sottomettere un'intera tribù indiana grazie a una miscela misteriosa, una coppia di cercatori d'oro alla ricerca di un improbabile El Dorado, un intraprendente venditore disposto ad arrivare in Alaska con mille dozzine di uova, un cane infernale e una squaw dalla volontà di ferro. Questi sono solo alcuni dei protagonisti degli otto racconti scritti da Jack London tra il 1903 e il 1904, durante gli ultimi fuochi della Corsa all'Oro.

Il richiamo della foresta. Ediz. integrale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Il richiamo della foresta. Ediz. integrale

Crescere, 21/02/2017

Abstract: Buck, figlio di un San Bernardo e di una femmina di razza Collie, passa le proprie giornate in tranquillità nella valle di Santa Clara. Un giorno, il giardiniere della villa, per pagare alcuni debiti lo ruba, rivendendolo come cane da slitta in Alaska a una coppia di cercatori d'oro. Nonostante il radicale cambiamento di vita, il cane impara ad adattarsi alle nuove regole diventando col tempo un leader rispettato dai compagni della muta. Dopo questa esperienza viene nuovamente venduto a Charles, a sua moglie e al fratello, un trio di improvvisati avventurieri che non sanno come gestire un branco di cani da slitta e nemmeno come fronteggiare l'ostile territorio dell'Alaska. Incontrano durante il loro viaggio John Thornton, un vero amante della natura e dei cani che capisce subito le condizioni pessime nelle quali versa il povero Buck, ormai allo stremo delle forze e denutrito. Dopo averlo liberato, il nuovo padrone cura il cane e lo riporta agli antichi splendori di forza e coraggio. Sempre in viaggio alla ricerca dell'oro, una notte, di ritorno dalla caccia, il protagonista trova Thornton e i suoi compari trucidati dagli indiani che stanno festeggiando l'avvenuto massacro. Buck, solo contro tutti, riesce a vendicare il suo amico/padrone uccidendo tutti i pellerossa. Ormai libero si unisce a un gruppo di lupi conosciuto nel frattempo seguendo così il proprio richiamo della foresta.

I figli del gelo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

I figli del gelo

Landscape Books, 10/03/2017

Abstract: "I figli del gelo" raccoglie dieci racconti scritti da London tra il 1901 e il 1902. È un periodo di fondamentale importanza nella vita e nella carriera dell'autore: dopo le prime due raccolte in cui richiamava gli anni della Corsa all'Oro, e la pubblicazione di due romanzi di scarso successo, London abbandona per la prima volta i temi a lui cari raccontando storie di profonda umanità e creando personaggi memorabili. Il tutto, mentre si dedicava alla stesura del suo primo grande successo, "Il richiamo della foresta".

Michael cane da circo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Michael cane da circo

TARKA, 26/03/2016

Abstract: Michael, cane da circo, è un romanzo poco conosciuto di Jack London, che vale la pena riscoprire. La narrazione è densa, avventurosa, vivida, e ci porta inizialmente nei mari del Sud, dove un giovane terrier irlandese, Michael, va ignaro incontro al rapimento da parte di Dag Daughtry, formidabile bevitore di birra, che spera di poterlo vendere per pagarsi il vizio. Dag ha dei modi accattivanti e conquista immediatamente l'amore incondizionato del cane, da lui ribattezzato Killeny-Boy. Quasi involontariamente, Dag scopre in Michael delle doti straordinarie, così con poca fatica lo addestra a contare fino a 5 e a cantare, sognando di trarne un lauto guadagno. Attraverso mille peripezie l'affetto del marinaio per il cane finirà per prendere il sopravvento. Tuttavia il loro destino sarà quello di perdersi. Michael viene rapito da un ammaestratore, e il romanzo d'avventura si trasforma in una denuncia, truce e dettagliata, delle violenze fisiche e psicologiche a cui vengono sottoposti gli animali per l'inconsapevole divertimento del pubblico. In tempi in cui la coscienza animalista si sta svegliando, quello dell'inaccettabilità degli spettacoli animali nel circo è divenuto un tema scottante ed estremamente attuale.

Memorie di un bevitore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Memorie di un bevitore

TARKA, 17/05/2016

Abstract: "Non ero uno di quegli alcolizzati ereditari che nascono con l'organismo predisposto. Ero, per la mia generazione, un essere normale. Avevo acquisito da me stesso il gusto per l'alcol, non senza fatica, perché dapprima l'avevo trovato ripugnante, e mi aveva provocato più nausee di qualsiasi medicina. Strillone di giornali per le strade, marinaio, minatore, vagabondo in terre lontane, ho constatato che dappertutto, dove gli uomini si radunavano per scambiare delle idee, delle millanterie e delle provocazioni, per ridere, per riposarsi e dimenticare il monotono lavoro delle giornate o delle notti estenuanti, si ritrovavano invariabilmente davanti a un bicchiere d'alcol. Il bar è un luogo di riunione in cui si radunano come i fedeli in chiesa, come gli uomini primitivi intorno al fuoco dell'accampamento o all'entrata della caverna. È stata la facilità di procurarmi l'alcol, che me ne ha dato il gusto. Non sapevo proprio che farmene, di questa specie di droga! Anzi, ne ridevo. E tuttavia eccomi qui, infine, posseduto dal desiderio di bere: sono occorsi vent'anni perché si radicasse in me e durante gli altri dieci anni che seguirono, questo desiderio non ha fatto che crescere. Ma, soddisfacendolo, non provo nessun beneficio. Per temperamento, ho il cuore sano e lo spirito allegro. Tuttavia, quando passeggio in compagnia di John Barleycorn, soffro tutte le torture del pessimismo intellettuale."

Il Dio dei suoi padri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Il Dio dei suoi padri

Landscape Books, 27/06/2016

Abstract: Undici racconti scritti da Jack London durante la Corsa all'Oro nel Klondike, dove lo scrittore cercò fortuna a partire dall'estate del 1897. Da quell'esperienza fondamentale per la sua crescita come uomo e come narratore scaturiscono personaggi, eventi e scenari che ben presto London metterà a frutto nei romanzi che lo renderanno celebre.Con un realismo a tratti brutale, London descrive la vita implacabile nello Yukon, la crudeltà del rapporto con la natura e con altri esseri umani e le lotte per la sopravvivenza di avventurieri e viaggiatori.

Il richiamo della foresta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack - Mari, Michele

Il richiamo della foresta

Bompiani, 03/09/2015

Abstract: Più di un romanzo di avventura, molto più di un libro per ragazzi, Il richiamo della foresta è un capolavoro della letteratura americana: la storia del cane Buck, strappato al suo padrone in California e portato nel freddo Klondike al servizio di cercatori d'oro senza scrupoli, ci invade e ci abita forte di un fascino senza tempo. Scoprire o rileggere queste pagine accende un'emozione che ci parla di abbandono e di riscatto, del legame primordiale tra esseri viventi e natura indagato come una sorprendente esplorazione dell'animo. La nuova traduzione di Michele Mari regala alla scrittura di Jack London una voce precisa e affascinante al cui richiamo è impossibile resistere.

Il figlio del lupo. Racconti dal profondo nord
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Il figlio del lupo. Racconti dal profondo nord

Landscape Books, 15/10/2015

Abstract: Pubblicato nel 1900, "Il figlio del lupo" è la prima raccolta di racconti di Jack London. L'autore, allora poco più che ventenne, veniva da anni di fallimenti prima come scrittore e poi come cercatore d'oro nel Klondike. I 9 racconti pubblicati tra il 1899 e il 1900 gli diedero però la fama e fecero scoprire il suo talento nel descrivere i territori di frontiera del profondo nord in cui ambienterà, di lì a pochi anni, i suoi capolavori.

Il richiamo della foresta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Il richiamo della foresta

Gingko Edizioni, 01/06/2015

Abstract: Rapito dal suo rifugio sicuro in California ed impiegato come cane da slitta nel ghiacciato deserto artico, Buck impara presto molte dure lezioni, alle prese con una lotta quotidiana per la vita o la morte: la lezione della frusta e del bastone, del freddo, della quasi fame e della crudeltà. E la più grande di tutte: la lezione della forza dell'amore e della lealtà.Tuttavia, in fondo al suo essere, di là dal tetto e dal fuoco, avverte insopprimibile l'oscuro richiamo delle sue selvagge origini di lupo, un istinto che sembra riportarlo alla natura primeva dei suoi antichi antenati non addomesticati, ululanti alla luna di un mondo ancora giovane.Ancora oggi Jack London è lo scrittore americano più letto al mondo. "Il richiamo della foresta", pubblicato nel 1903, considerato generalmente il suo più grande successo, gli portò fama internazionale e riconoscimenti a soli 27 anni. La storia di Buck che impara a sopravvivere nel desolato Yukon, è vista da molti come la sua autobiografia simbolica. Nessun altro scrittore popolare del suo tempo ha scritto niente di meglio di quello che troverete ne "Il richiamo della foresta". In esso sono contenute tutte le sfumature della fiction. – H.L. Mencken

The call of the wild
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

The call of the wild

Passerino Editore, 24/06/2015

Abstract: "The Call of the Wild" is a novel by Jack London published in 1903. The story is set in the Yukon during the 1890s Klondike Gold Rush—a period in which strong sled dogs were in high demand. The novel's central character is a dog named Buck, a domesticated dog living at a ranch in the Santa Clara Valley of California as the story opens. Stolen from his home and sold into service as sled dog in Alaska, he reverts to a wild state. Buck is forced to fight in order to dominate other dogs in a harsh climate.  The authorJohn Griffith "Jack" London (born John Griffith Chaney, January 12, 1876 – November 22, 1916) was an American author, journalist, and social activist.

White Fang
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

White Fang

Passerino Editore, 18/07/2015

Abstract: "White Fang" is a novel by American author Jack London (1876–1916) — and the name of the book's eponymous character, a wild wolfdog. First serialized in Outing magazine, it was published in 1906. The story takes place in Yukon Territory, Canada, during the 1890s Klondike Gold Rush and details White Fang's journey to domestication.  The authorJohn Griffith "Jack" London (1876 – 1916) was an American author, journalist, and social activist.

L'amore della vita
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

L'amore della vita

Landscape Books, 20/04/2015

Abstract: Otto racconti della vita di frontiera, dalla penna dell'autore che più di tutti ha reso immortale queste ambientazioni.Nel 1907 London era già celebre per Zanna Bianca e Il richiamo della foresta, e si preparava ad affinare stile e tematiche scrivendo il suo capolavoro Martin Eden, ma ancora rimaneva legato alla lotta dell'uomo con la natura e agli scenari sperduti. Scritti durante gli anni del Klondike e della corsa all'oro, questi racconti restituiscono in poche pagine i temi e le atmosfere dei capolavori di Jack London.

Zanna Bianca. Ediz. integrale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Zanna Bianca. Ediz. integrale

Crescere, 15/12/2014

Abstract: EDIZIONE REVISIONATA 25/09/2017 Siamo in America, ai tempi della corsa all'oro. Ultimo di una cucciolata, della quale è l'unico sopravvissuto, è un piccolo cane con una zampa anteriore bianca .La madre Kiche viene adottata da una famiglia di indiani capeggiata da Castoro Grigio, che chiama il piccolo 'Zanna Bianca'. La madre, tuttavia, viene ceduta e scompare dalla vita del cucciolo che se la dovrà vedere con gli altri cani. Questi, infatti, proprio per via di quella zampa, lo vedono come un lupo. Zanna Bianca cresce quindi sempre più selvaggio, scontroso e solitario. Un giorno, Castoro Grigio lo porta con sé a Fort Yukon e qui Smith 'il Bello', uomo crudele e sanguinario, lo convince a vendergli il cane. Zanna Bianca inizia ad essere utilizzato per i combattimenti dove ottiene eccellenti risultati sino a quando viene assalito da un bulldog. Quando il lupo sta ormai per soccombere, il ricco californiano Weedon Scott interviene per salvarlo. Con infinita pazienza, l'uomo riesce a rieducare il cane e a donargli un'esistenza più normale e dignitosa, facendogli conoscere sentimenti come l'affetto e l'amore, finora sconosciuti a Zanna Bianca. Il lupo si affeziona talmente tanto al nuovo padrone che questi lo porta con sé in California, dove l'animale impara la vita di città e le regole di convivenza con gli altri cani.

Martin Eden
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Martin Eden

Faligi Editore, 20/05/2014

Abstract: Martin Eden è la storia di un ragazzo appartenente alla classe operaia, un marinaio che per amore della "Bellezza" e per Ruth, una giovane borghese, sfida se stesso e la società per elevarsi dal suo status sociale, diventando scrittore. La sua è una lotta disperata che lo vede oggetto di delusioni, rifiuti e amarezze, legate alla difficoltà di affermarsi come scrittore e di farsi accettare dalla convenzionale e borghese famiglia di Ruth; sarà questo lo spunto sul quale si baserà London per esporre le sue teorie socialiste attraverso la bocca di Martin. Manifeste, a tal proposito sono le similitudini tra la vita dell'autore e del protagonista, tanto da poter definire l'opera parzialmente autobiografica. Così come Martin, anche London, durante gli anni trascorsi a Oakland, affronta lunghi periodi di stenti e di privazioni, dai quali riesce a sottrarsi grazie alla sua fervente curiosità intellettuale.Attraverso Ruth, che Martin eleva spiritualmente al più alto grado di purezza e nobiltà d'animo, idealizzandola e sublimandola, fino a trasformarla in una creatura quasi ultraterrena, senza intravedere i limiti, l'ottusità mentale e la banalità del mondo alto-borghese nel quale la ragazza è stata educata, il protagonista riuscirà a conquistarsi una posizione, dopo anni d'intenso studio, di lavoro e di privazioni economiche. Sarà solo grazie all'amicizia con un poeta socialista Russ Brissenden che Martin giungerà alla presa di coscienza di un mondo meschino e corrotto che lo ostacolerà a causa della sua fama socialista. Sconfitta questa che porterà Ruth a rompere il fidanzamento con Martin.Dopo la morte di Brissenden e la perdita di Ruth, Martin incomincerà una rapida ascesa sociale, grazie alla pubblicazione di un saggio filosofico che sarebbe diventato il caso letterario dell'anno, suscitando dispute sia negli Stati Uniti che in Europa.L'ascesa sociale di Martin, dunque, unita alla notorietà e alla ricchezza, riavvicina tutti coloro che nei momenti di maggior difficoltà del protagonista non hanno creduto in lui, hanno deriso le sue aspirazioni artistiche, considerandolo un fannullone della peggior specie e lasciandolo quasi morire di stenti, perché ritenuto non meritevole di sostentamento a causa della sua ostinazione a non volersi trovare un "impiego". Anche Ruth, incentivata dalla sua famiglia, tenterà una riconciliazione con Martin, il quale umiliato e disincantato la rifiuterà con disprezzo.È a questo punto che Martin, disilluso da una società alla quale aveva aspirato e per la quale aveva rinunciato alla propria classe sociale di origine, si rende conto di quanta banalità e meschinità risieda in Ruth e in tutti gli altri membri della borghesia.Dopo aver "sistemato" quei pochi che a loro modo lo avevano aiutato a sopravvivere, Martin, ossessionato dalla domanda su cosa fosse cambiato in lui e nelle sue opere, dal momento che i suoi scritti che ora gli editori si contendevano, erano gli stessi che mesi prima erano stati rifiutati, s'imbarca su una nave diretta verso i Mari del Sud e durante il viaggio si lascia inghiottire dalle profondità del mare, verso quell'oscurità liberatoria, considerata l'unica via di fuga da quell'incanto abbagliante e illusorio che è la vita.

Il popolo dell'abisso
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack - Maffi Mario - Maffi Mario

Il popolo dell'abisso

Mondadori, 17/05/2014

Abstract: "Lo stomaco non mi perdonerà mai le schifezze che l'ho costretto a ingurgitare e l'anima la devastante disperazione di cui son stato testimone... Sono nauseato di quest'umana voragine infernale che ha nome East End." A Londra nell'estate del 1902 Jack London condivide la vita di vagabondi, disoccupati e operaie, si veste da clochard e abita nel dedalo di vicoli dove, un quindicennio prima, si aggirava Jack lo Squartatore. Per raccontare il cuore di tenebra della metropoli, il vasto slum proletario a ridosso del fiume e dei docks, questo autore promettente, fiore all'occhiello del giovane movimento socialista statunitense, non si limita a usare la penna in modo magistrale: con la sua Kodak scatta decine di folgoranti istantanee, alcune delle quali sono qui riprodotte per la prima volta in un'edizione italiana. Visi e corpi - colti con attenzione da etnografo ma sempre con profonda umanità - che dialogano efficacemente con la parola scritta.

Martin Eden (Einaudi)
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack - Giachino Enzo

Martin Eden (Einaudi)

Einaudi, 10/06/2014

Abstract: Romanzo largamente autobiografico, Martin Eden riflette l'inquietudine di London, la sua vita stravagante, la tensione autodistruttiva che lo porterà al suicidio. Il protagonista è un marinaio americano che finisce casualmente per frequentare il mondo borghese, salotti colmi di libri e fanciulle eteree. Tra l'iniziale timidezza e un'irresistibile attrazione per il nuovo ambiente, Martin Eden dovrà misurarsi con due impreviste passioni: la giovane Ruth Morse e la letteratura. Attraverso sogni delusi e speranze che sfumano, la strada verso la conquista di una fama che si rivelerà effimera sarà costellato dal conflitto tra le sue origini modeste e una cultura che comunque gli è estranea. I propositi di riscatto sociale e l'inclinazione per i miti borghesi del successo e della ricchezza si dilegueranno di fronte alla consapevolezza di una inevitabile alienazione.

"Smoke" Bellew. Storia di un soprannome nel Klondike
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

"Smoke" Bellew. Storia di un soprannome nel Klondike

Robin Edizioni, 27/01/2014

Abstract: Kit Bellew, pigro rampollo di una famiglia agiata di San Francisco, coltiva con scarso successo i propri talenti artistici, vivendo di rendita. Quando O'Hara – un suo vecchio amico – decide di solleticarne le ambizioni letterarie mettendogli in mano la redazione del "Billow", rivista perennemente incapace di far fronte ai creditori, Kit non sa dire di no e si ritrova imprigionato in un lavoro sfiancante e non retribuito. È allora che diventa provvidenziale suo zio John, – un vecchio pioniere che non fa che rimproverarlo per la sua vita debosciata, – il quale sta per unirsi a una spedizione diretta nel Klondike. Laggiù, mentre Kit – catapultato in una natura selvaggia – deve lottare solo per restare vivo, è Joy, una donna, a fargli da stella polare, dimostrandogli che la forza interiore non dipende affatto dai muscoli. E la corsa all'oro diventa per lui il pretesto per affrontare e vincere i propri limiti.In una nuova traduzione, arricchito da una postfazione, una galleria iconografica e un nota editoriale che ne racconta le origini, "Smoke" Bellew viene riscoperto dalla Robin Edizioni a beneficio di tutti i lettori.

L'errore del creato. Le ultime avventure di "Smoke" Bellew
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

L'errore del creato. Le ultime avventure di "Smoke" Bellew

Robin Edizioni, 27/01/2014

Abstract: "Smoke" Bellew sembra avere ottenuto quel che voleva, l'oro, e insieme al suo amico Shorty trascorre il tempo nel gelido Klondike cercando costantemente di rimpinguare la sua ricchezza. Per uno come lui, però, audace e irrequieto, l'avventura è il fine e non il mezzo, un modo per imparare nuove cose di sé e degli altri. Ora, lungo il suo viaggio, incontra un piccoletto capace di insegnargli il valore del coraggio, una tribù indiana che gli fa fare i conti col suo essere "bianco", e una squaw molto speciale che mette alla prova il suo amore per Joy, la ragazza che lo ha conquistato grazie alla sua forza di carattere. E visto che la febbre dell'oro è una malattia difficile da guarire, tra imprese riuscite e altre fallimentari, "Smoke" deve fare i conti con un mondo incontaminato che l'uomo rischia di distruggere con la sua sfrenata avidità.In una nuova traduzione, arricchita da un'appendice iconografica che mostra i veri volti della corsa all'oro, la Robin Edizioni completa con questo volume la riproposta delle avventure di "Smoke" Bellew.

Jerry Of The Islands
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Jerry Of The Islands

Kitabu, 25/06/2014

Abstract: Jerry is a six-month old Irish Terrier. Loyal and intelligent, lives peacefully in a plantation in the Solomon Islands with their parents. When Mr. Higgins, his beloved owner, gives him to captain Van Horn, he will start a completely new life sailing the South Pacific.

Michael, Brother Of Jerry
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

London, Jack

Michael, Brother Of Jerry

Kitabu, 25/06/2014

Abstract: Michael, is a good-natured and intelligent Irish Terrier. Through his eyes we will be part of the many adventures by sea, meet different creatures and bizarre characters and feel the suffering of cruelty to animals.