Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.

CHIUSURA DEL PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DEGLI E-BOOK
A partire da oggi, 21/12/2016, non e' piu' possibile il prestito degli e-book di altre biblioteche mediante il Prestito Interbibliotecario Digitale (PID).

Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2012

Trovati 1531 documenti.

Mostra parametri
La Mente Nera
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Palmieri, Salvatore

La Mente Nera

Youcanprint, 10/01/2012

Abstract: Esiste una linea di demarcazione tra i vari livelli di realtà? O è solo un falso confine creato dalla nostra paura irrazionale, dalla nostra presunzione di sapere spiegare tutto, dal delirio di onnipotenza dell'uomo che si vede depositario, creatore e gestore della Verità? Questo è il messaggio del testo che leggerete e questo è il dubbio che l'autore sa sottilmente, implacabilmente insinuare nella mente del lettore, riuscendo a coinvolgerlo in un'altalena di emozioni spesso così intense, da essere percepite fisicamente, come se le parole prendessero vita per percorrere la pelle srotolandosi in gelide onde roventi. "La Mente Nera", una raccolta di dieci racconti dell'orrore, vi trasporterà in mondi oscuri e al cospetto di realtà e mostri difficili da affrontare. Salvatore Palmieri, già autore dei romanzi: "Il Treno Va, per La Terra degli Angeli" e "Apokalypsis, L'Apocalisse dei Demoni", con questa nuova opera, regala un nuovo macabro brivido agli appassionati del dark!

Ninfa ed il vecchiosaggio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ziva Lebino, G.

Ninfa ed il vecchiosaggio

Youcanprint, 06/02/2012

Abstract: Incipit: La sera del 14 di agosto, Elena ed Alessandro giunsero alla Pensione "Fiorita". Erano, più o meno le otto. Avevano fame. Partiti dalla loro piccola città, in Toscana, la mattina presto, avevano percorso tantissimi chilometri sulla Panda di Alessandro, appena revisionata per l'occasione. Ciononostante, avevano avuto dei guai con il raffreddamento del motore. La giornata caldissima, il sovraccarico, il traffico spaventosamente denso avevano fatto il resto. Una riparazione acconciata in un'area di servizio autostradale era costata ben 120 euro. Troppi, per la sostituzione di una tubazione ma il meccanico aveva spiegato che il costo della manodopera era cresciuto tantissimo a causa del grande numero di interventi...

Mondi Paralleli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Celentano, Caterina

Mondi Paralleli

Youcanprint, 02/04/2012

Abstract: Argomento di grande attualità: Internet. Una osservazione semicritica, un po' ironica ed anche accattivante. Una esperienza romanzata di questo mondo dalle mille sfaccettature. Un boomerang, un'arma a doppio taglio. Un' isola sul tetto del mondo reale: il virtuale, mondi paralleli. Piccoli cenni e leggeri spunti di saggistica e di studio socio-psicologico.

Luci nelle tenebre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pergola, Francesco

Luci nelle tenebre

Youcanprint, 14/12/2012

Abstract: Viviamo in un mondo di tenebre. Gli uomini sono spenti,anime morte. Il mondo è senza futuro.Eppure nelle tenebre qualcuno splende come stelle nell'universo!

Canto d'anima amante
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Peluso, Alessandra

Canto d'anima amante

Youcanprint, 28/08/2012

Abstract: Canto d'Anima Amante non è solo una raccolta di versi d'amore … va oltre il contenuto di una vita che comprende un mondo fatto di passioni, sensazioni intense che stravolgono l'essere e lo conducono senza paure, senza false speranze o aspettative ad amare. Amare è Poesia.E la Poesia è una via di espressione per comunicare, comunicarsi. È la trama di un canto di un'anima che ama e cerca l'amore: "Amare senza certezze / trattenendo l'incerto / perchè così è l'amore / darsi all'altro / nella bellezza di essere / senza aspettarsi nulla".

La strada di non ritorno
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Black, Anthony

La strada di non ritorno

Youcanprint, 30/10/2012

Abstract: Otto racconti dell'incubo. Strane storie legate da una comune e umana follia figlia dell'inquietudine.Vite non comuni narrate dai protagonisti stessi, persi nei loro disagi mentali, soli in quell'enorme, buia e senza fine strada di non ritorno.

Un giovane ufficiale. Patrick Cullivan
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zumbo, Daniele

Un giovane ufficiale. Patrick Cullivan

Youcanprint, 01/09/2012

Abstract: La prima guerra mondiale è stato un conflitto di dimensioni intercontinentali, combattuto tra il 1914 e il 1918. Una battaglia lunga e dolorosa con conseguenze abissali, innescata dalle pressioni nazionalistiche e dalle tendenze imperialistiche coltivate dalle potenze europee a partire dalla seconda metà del diciannovesimo secolo.

Percorsi d'anima
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rondina, Arianna

Percorsi d'anima

Youcanprint, 24/11/2012

Abstract: "Il battito del mio cuore si confonde con quello dell'universo..." Utilizzando i suoi stessi versi: così ci piace presentare Arianna e la sua raccolta di poesie. Poesie che ci conducono verso un percorso costellato di illusioni, di desiderio, di incanto e fantasia. Emozioni di un animo sensibile tramutate in parole... parole che celano nell'anima il senso dell'attesa. Immagini che non ritraggono luoghi ma passioni... passioni che rivelano lo spirito della vita che si consuma nelle ore dell'amore. Moreno Blasi da "Il Falco Letterario"

Un narcodipendente ci parla
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Porro, Leo

Un narcodipendente ci parla

Youcanprint, 01/09/2012

Abstract: Leo Porro parte, come sempre, da uno spunto narrativo per le sue riflessioni: stavolta il "racconto" è affidato ad una giovane "vittima della droga", che ci parla dall'al di là e, con tono pacato e addirittura sereno, ripercorre la sua esperienza terrena, i suoi problemi esistenziali, le sue preoccupazioni per un mondo che certi fenomeni rendono estraneo ed ostile a tante giovani vite. Come sempre, poi, in Porro prevale l'istinto pedagogicodidattico ed allora il giovane Andrea diventa Porro (o viceversa): precise informazioni e puntuali riflessioni sul fenomeno"tossicodipendenza", in tutti i suoi aspetti, danno spessore e profondità a questo "racconto" (basta scorrere l'indice per capirne la ricchezza), che contiene anche opportuni suggerimenti per un percorso veramente formativo. Certo, non basta un discorso pertinente e competente (ed a volte anche suggestivo) per cambiare la realtà. Si potrebbe però qui ricordare quanto una volta ebbe a dire il coltissimo scrittore argentino Jorge L. Borges: "Molti si vantano d'aver scritto buoni libri. Io posso vantarmi d'aver letto buoni libri." Ecco, dopo aver letto questo testo di Porro, molti potranno dire: "Ho letto un buon libro, ho letto un libro utile."

Fiabe Gotiche
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ravaschino, Mirko

Fiabe Gotiche

Youcanprint, 01/01/2012

Abstract: Caro lettore, cara lettrice, presentare il proprio libro non vuol dire catturare l'attenzione utilizzando poche parole; non è soltanto un'azione per incuriosire, o per "affatare"… ma vuol dire mantenere tutte quelle sfumature del testo che fanno un libro. Sì, un libro è proprio nelle sfumature. Per questa ragione non vi parlerò degli 11 racconti che compongono "fiabe gotiche" (il termine fiaba in tal contesto sta a sottolineare la presenza del "magico" nella natura, mentre mi son preso la libertà di appellarle come "gotiche" per un'ambientazione spesso retrò ed un po' dark ) ma dei pensieri e delle sensazioni che compongono quelle sfumature.Ho pensato alla pioggia ed al suo odore. Alla terra bagnata. Ho pensato ad un corvo che vola su un campo verde, ai temporali, alle lunghe ombre pomeridiane, a quando la domenica pomeriggio da bambino quelle lunghe ombre si caricavano di tristezza; ho pensato al quadrante di un orologio rotto. Alle ultime volte, a quando non dai peso alle cose o alle persone non sapendo che non ci sarà un'altra volta. Ho pensato alla neve che cade e a quella ghiacciata per terra, ai "per sempre"; ho pensato a Seneca e a Terzani, al presente, alle direzioni obbligate, quelle che prima o poi tutti dovremo prendere; ai sorrisi che esplodono sul volto. Ho pensato ai colori, a Porto ed alle sue barche piene di vino; ho pensato ai tesori più grandi -quelli che ci portiamo dietro, dentro- alle cadute, alle piccole cose, al sapore dell'acqua e all'aria fredda che gela i polmoni la mattina in inverno.

Un autografo sul cuore - Tra realtà e fantasia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vidali, Deborah

Un autografo sul cuore - Tra realtà e fantasia

Youcanprint, 14/11/2012

Abstract: E' l'estate del 1988 e Samanta ha quindici anni. E' un'adolescente scatenata ma allo stesso tempo timida, quando conosce Marco, ragazzo ventenne all'inizio della sua carriera da calciatore. L'intesa è immediata ma non possono stare insieme,perché lui per giocare si deve trasferire in una città lontana. Si scrivono, ma a quell'età un rapporto a distanza non funziona. Decidono allora di rimanere soltanto amici e continuano a sentirsi al telefono. In una di queste conversazioni lui le dice di aver conosciuto la donna della sua vita, la donna che vuole sposare. Dopo quell'affermazione però le telefonate sono sempre più rade e le lettere pure, fino a sparire totalmente. I loro mondi hanno preso strade diverse. Passano gli anni e Samanta è ormai una donna, una scrittrice affermata ; Marco è un calciatore molto famoso, separato dalla moglie. Complice una festa a cui partecipano entrambi, lui rivede lei e ricomincia a scriverle; non lettere però, bensì SMS e... sono subito scintille.

La Nave
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Fera, Vincenzo

La Nave

Youcanprint, 04/07/2012

Abstract: Dalla Prima edizione stampata, che ebbe un buon successo di pubblico e di critica in vari concorsi nazionali, a quello telematico attuale. Dopo il primo anno, non rinnovai più il contratto e si coprì di polvere, rendendosi invisibile! Ma il vento…(La Nave pag.131) "..d'improvviso, il fruscio di foglie secche trasportate dal vento, m'indirizzò verso un viottolo adiacente l'ingresso stesso, vidi una porticina che dava sulle cucine, seguii quella folata di vento e quelle foglie, che vi galleggiavano dentro. La porta era aperta. Io l'attraversai..". Quindi la decisione di ripubblicarlo, oggi, ricollegare i fili….( La Nave pag. 29)."Sono convinto che a tutti noi alla nascita, sia stato dato un identico patrimonio d'elementi, un gomitolo di fili, in dono, come il corredo che è dato alla sposa: "La dote. L'uomo, giocherà con quel gomitolo come fa il gatto, rinnovando perpetuamente il gesto della conquista con l'evidenza della sconfitta. Imbriglierà i suoi fili e ne perderà il capo, un giorno si siederà e pazientemente cercherà di sbrogliarli, ma sarà troppo tardi, l'uomo non se n'accorge mai e se a volte gli succede, si accorgerà di averlo fatto sempre dopo, quando oramai è tardi. Con rimpianto, si renderà conto di aver tirato troppo quel laccio fino a spezzarlo. Ancora fili, che decidono l'esistenza. L'essere umano è avvolto in un mare di fili di onde, dentro e fuori di lui. Di alcuni ne percepisce l'esistenza: il fascio di luce che attraversa la finestra socchiusa della stanza di tua figlia e si ferma lì, sul volto di lei mentre dorme e t'appare così splendida più del reale, e tu che passavi di là carico di tensione e di rabbia con lei che non ti capisce più e che non vuoi più capire ed osservi. Ti fermi, davanti a quei fenomeni della natura misteriosa che va oltre i tuoi sensi e ti senti di un tratto, dolcemente relegato a spettatore di un qualcosa molto più grande ed affascinante di ciò che puoi capire."Ed ora aspetto…( La Nave pag.7). "Alloggiavamo in un appartamento di un palazzo che un tempo era la caserma di una compagnia zonale dell'arma: era enorme, dal salone di casa, ex sala di riunione degli ufficiali, si apriva una grandissima finestra dalla quale in fondo, giù, oltrepassati i tetti e le terrazze di case in discesa, si stagliava azzurrissimo il mare, la porzione finale del porto e l'inizio del bellissimo lungomare livornese. Diverse navi ovviamente, si alternavano quotidianamente nel porto, attraccavano e ripartivano per chissà dove, ma la prima che guardavo quando mi affacciavo era sempre quella,sempre più scura,sempre più trascurata.Tutti trafficavano intorno alle altre linde e vanitose ed in frenetico movimento, lei riposava, ferma, decadente ma austera, sembrava aspettasse. Perché n'ero così attratto?". Buon Viaggio!

Il signore non abita qui
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rotella, Maria

Il signore non abita qui

Youcanprint, 30/08/2012

Abstract: La storia di questo racconto è in prima persona. Il protagonista è Marco, un ragazzo ex bullo, ora uomo che improvvisamente si ritrova a fare i conti con se stesso e con il resto della società. E' la storia della sua presa di coscienza, raccontata in prima persona. E' un dialogo più che per e verso gli altri, è con se stessi e Dio. Tema principale è il bullismo, un disagio che deriva dalla stessa società corrotta e mal organizzata che porta a questa "malattia". Molti ragazzi si ritrovano ad essere "cattivi senza anima" solo per superare questi disagi sociali, attraverso l'uso di alcool, di stupefacenti ed altro, un diversivo pericoloso e il più delle volte mortale, che non li fa pensare né ragionare ma che scatenano in loro solo aggressività e violenza, lasciandoli in una sorta di coma. Ma che accade se uno di loro, uno a caso, si dovesse improvvisamente "risvegliare?" .

Ristretto e senza zucchero
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Felici, Rita

Ristretto e senza zucchero

Youcanprint, 11/08/2012

Abstract: Questa raccolta di racconti sembra voler sbirciare dal buco della serratura frammenti di vite normali. Si scoprono così debolezze, desideri e slanci di uomini e donne che, fra il divertito e l'indignato, testimoniano quanto "visto da vicino nessuno è normale". Una testimonianza veloce che impegna, per ogni racconto, giusto il tempodi un caffè. Ma una testimonianza mai leggera perché, come afferma l'autrice, "si tratta di piccole storie e non di storie piccole".

Kattzen-Beach
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Katzenhimmel, Tiziano

Kattzen-Beach

Youcanprint, 06/04/2012

Abstract: "do it yourself"non aspettare che lo stato ti dia il futuro fattelo, che ormai non sei più il solo

Messaggi All' Umanità Di S. Giovanni Battista
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Piccinini, Anand Walter

Messaggi All' Umanità Di S. Giovanni Battista

Youcanprint, 22/06/2012

Abstract: All'età di 11 anni una frase sentita in televisione mi segna profondamente. La frase è la seguente : DEVI ESSERE TE STESSO. Io non capivo cosa mi voleva dire e per molto tempo mi son sentito di non andare bene e di essere sbagliato. Cercavo conforto negli occhi di mia madre senza dirle il dolore che provavo, ma lei non mi poteva aiutare a capire cosa stavo cercando. Ma cosa vuol dire essere se stessi ? Solo col tempo e la ricerca durata più di 30 anni ho capito cosa voleva dire quella frase. Tanta ricerca e la verità è sempre stata lì, così semplice eppure invisibile per molti, appena al di là della mente e dall'identificazione con quello che pensiamo di essere. Lì giace la nostra vera natura.Le canalizzazioni dello Spirito Anima ti parlano diritte, semplici, parlano da dove tutti veniamo e ivi ritorniamo.Un libro che ti riporta a Casa.

Una Ricchezza Nascosta
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Contesi, Gianmario

Una Ricchezza Nascosta

Youcanprint, 15/12/2012

Abstract: APRILE 1944: Un aereo da trasporto tedesco cade sulle colline dell' Appennino Toscano con il suo carico prezioso. Il Colonnello Gustav Heuss vuole sfruttare quell'incidente per diventare ricco e nasconde in una grotta naturale, sulle colline tra Siena e Arezzo, quello che ha trovato. Tornerà in Italia dopo anni per riprendersi la sua ricchezza ma il destino a volte è bizzarro e non sempre asseconda i desideri. MAGGIO 2005: Una banda di scassinatori deve introdursi nella villa dei Durzi; ricca e potente famiglia toscana, il cui nonno divenne improvvisamente ricco negli anni '50. Il loro compito è di accompagnare un ospite misterioso all'interno della camera blindata della villa. Non devono rubare nulla né lasciare tracce della loro intrusione e grazie all'intuizione di uno di loro...

L'altro me. Tu sei ciò che vedi negli altri
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Guarini, Claudio

L'altro me. Tu sei ciò che vedi negli altri

Youcanprint, 01/01/2012

Abstract: Questa non è la storia di un personaggio particolare, è il viaggio sempre presente in ognuno di noi che apre le sue porte e le sue destinazioni verso tutto ciò che ci appartiene, verso il nostro stesso Universo di segni e parole. L'autore, scrittore e video-maker, nonché caro amico fraterno Claudio Guarini, riesce anche questa volta a catturare l'attenzione del lettore su argomenti che toccano le sfumature più belle di una spiritualità e di un credo che vanno oltre le apparenze. E' un percorso interiore che ha l'obiettivo di penetrare nell'animo di quanti si sentiranno coinvolti ed ammaliati dalla sua intensa e nobile scrittura. La parola "Amore", quello puro, consapevole ed incondizionato scorre e fluisce in ogni pagina per valorizzare quanto più l'importanza del suo stesso compimento e non è difficile poter leggere tra le righe, la forte volontà dell'autore a schierarsi contro le difficoltà della vita. E' uno di quei libri, da portare sempre con sé, come uno di quei preziosi manuali in grado di farti sentire meglio, già dalla prima pagina letta. (Dalla prefazione di Filippo Gigante)

Nello scrigno dell'anima
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Zavattieri, Annunziato

Nello scrigno dell'anima

Youcanprint, 07/06/2012

Abstract: "Lo scrigno dell'anima" di Annunziato Zavettieri è un libro di poesie che si legge trattenendo il respiro fino all'ultimo verso, seguendo il pulsante ritmo delle emozioni che chi scrive riesce a trasmettere con immediatezza al lettore, rendendolo partecipe, in ogni momento, con freschezza e spontaneità, del proprio mondo interiore.Positive le impressioni di chi ha già avuto modo di leggere il libro.Una poesia, fiduciosa e sorridente, dove il cielo "per gioco indossa le stelle", il vento "soffia carezze", e l'umanità, finalmente, "ritorna a parlare di sorelle e fratelli" con l'invito, nelle difficoltà, a saper guardare oltre ("la speranza è l'altra faccia del dolore") e nell'incitamento a sentirsi "diversi, più liberi, più felici, nonostante tutto".Questa raccolta di componimenti che scrutano l'animo umano e le emozioni vissute in vari momenti della propria esistenza (dolore, gioia, odio, perdono, vita, morte, amore, affetti, realtà, illusioni, sogni….), in cui ognuno si può riconoscere, rappresenta un primo traguardo importante per l'autore, dopo aver avuto, lo scorso anno, la menzione al "Salone del Libro di Torino", per alcune sue poesie, ed aver partecipato, ottenendo soddisfacenti risultati, ad alcuni concorsi nazionali di poesia. Annunziato Zavettieri, col suo impegno, è riuscito a far superare alcuni luoghi comuni, incitando il lettore a non arrendersi perchè può sempre trarsi da qualsiasi esperienza, anche la più traumatica, la parte positiva di quell'umanità che risiede in ciascun individuo.Quella, nascosta "nello scrigno dell'anima", descritta, in maniera efficace, dallo stesso poeta, in un nota iniziale al libro: "Ognuno di noi, nel corso della propria esistenza compie un percorso che passa attraverso una serie di dualismi: luci ed ombre, gioia e dolore, bene e male, amore ed odio, vita e morte, realtà ed illusione, errori e redenzione….In questa altalena di sentimenti ed esperienze contrastanti, ad un certo punto, ci si rende conto che, in realtà, ognuno compie un viaggio meraviglioso dentro sé stessi, in fondo al quale si trova una piccola nicchia,scavata profondamente dentro l'anima, nella quale è nascosto il tesoro prezioso di un'umanità che sembrava perduta e che, invece, è lì, pronta a riemergere,splendendo come una candida ninfea, rendendo visibile a chiunque - quale che sia la sua condizione- la parte migliore di sé, quella che era lì davanti a ai propri occhi, ma che non si riusciva a scorgere ed apprezzare; e tale rivelazione comporta, inevitabilmente, la riscoperta di sentimenti, emozioni e valori semplici e profondi, che in realtà non abbandonano mai nessuno e che accendono la speranza, la fede, la fiducia che possa esserci un futuro, anche quando è buio pesto, ed un'umanità migliore…, sempre, comunque, ovunque …Nessuno deve arrendersi, pensando che vi siano persone che non potranno mai più ritrovare sé stessi, la loro umanità, la loro parte migliore, nascosta "nello scrigno dell'anima"….E' sufficiente leggere direttamente i versi di Annunziato Zavettieri, frizzanti, sensuali, gioiosi, a volte amari, ma che fanno apprezzare sempre la vita, trasportando chiunque si accosti agli stessi sull'onda delle emozioni che trasmettono….

Brusio di parole
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Salvini, Rita

Brusio di parole

Youcanprint, 01/01/2012

Abstract: Poesie scritte tempo fa, alcune veramente inusuali, da leggere e fare proprie.