Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.

CHIUSURA DEL PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DEGLI E-BOOK
A partire da oggi, 21/12/2016, non e' piu' possibile il prestito degli e-book di altre biblioteche mediante il Prestito Interbibliotecario Digitale (PID).

Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2014

Trovati 3708 documenti.

Mostra parametri
L'utopia concreta di Ernst Bloch. Una biografia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Münster, Arno

L'utopia concreta di Ernst Bloch. Una biografia

La scuola di Pitagora, 14/02/2014

Abstract: L'oggetto di questa biografia filosofica e politica dedicata a Ernst Bloch è la ricostruzione della genesi del pensiero del "sognare in avanti", della speranza e dell'utopia concreta, sviluppatosi nell'opera di Bloch in una simbiosi molto originale con il materialismo storico. Bloch è stato senza dubbio il più produttivo eretico nel marxismo del XX secolo, la cui lotta per un mondo migliore, liberato dall'oppressione, dallo sfruttamento e dall'alienazione, si identificava con la lotta per la realizzazione dell'"utopia concreta", dell'emancipazione, della giustizia sociale e di un socialismo umano della "democrazia reale". Simultaneamente, questo pensiero "eretico" rappresentava anche una protesta contro le tendenze troppo dogmatiche del marxismo, contro l'identificazione troppo radicale dell'idea socialista con lo Stato e la sua burocrazia e contro tutte le forme di dominazione in cui l'uomo risulta sfruttato, disprezzato e umiliato. Uno sforzo ben riuscito di ricostruire la grande visione utopica-escatologica blochiana del mondo.

Nel segno di Erasmo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Simeone, Eduardo

Nel segno di Erasmo

La scuola di Pitagora, 13/03/2014

Abstract: A conclusione della sua Gedenkschrift su Rudolf Pfeiffer J. Latacz rammenta l'indole mite e pacata del filologo di Augusta: egli non fu né una personalità turbolenta e combattiva come Wilamowitz né uno spirito ipersensibile come K. Reinhardt, ma piuttosto uno di quegli ἄndrej ¢gaqoί che incarnano nell'accezione greca del termine la giusta misura e costituiscono i veri e propri custodi e garanti della philologia perennis. In questo senso si comprende il suo ricorso ad Erasmo, nume tutelare, guida spirituale e antidoto perenne alla barbarie di ieri, di oggi e di domani. È lui il simbolo di una filologia concepita come un sinolo di sentimento religioso, umanesimo e scienza critica che permane attraverso un "untergründig fließende Strom der kulturellen Einheit europäischer Geschichte", di cui Pfeiffer è storicamente consapevole, che va dall'età di Callimaco, il primo Kulturbewahrer, al circolo degli Scipioni, poi fino alla Spätantike ed al Medioevo cristiano, quindi al Rinascimento e di lì al mondo moderno e contemporaneo.

Sovranità e federalismo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Lonardo, Ferdinando

Sovranità e federalismo

La scuola di Pitagora, 13/03/2014

Abstract: Non è davvero consueto, negli studi filosofico-giuridici contemporanei, imbattersi in un saggio sul pensiero di Johannes Althusius. Appare invece di grande importanza – come diventa evidente nel testo di Ferdinando Lonardo che qui si presenta, costruito su di un'analisi puntuale e diretta della Politica methodicae digesta – scandagliare la teoria del grande giurista tedesco, certo in chiave di ricostruzione storico-critica, ma anche in relazione alla crisi radicale che attraversa la nostra democrazia rappresentativa e alle possibili soluzioni alternative. Il complesso modello althusiano, infatti, scavalcando la concettualità moderna della sovranità si proietta verso una dimensione politica post-moderna ripensandola alla luce del federalismo e della sussidiarietà. Del pensiero althusiano il testo esamina la natura della politica, l'ispirazione federalista delle consociazioni, l'antropologia politica delle simbiosi, la natura della sovranità e infine la rappresentanza e il diritto di resistenza. Questa la 'spina dorsale' della costruzione giuridica offerta dal pensatore tedesco.

Dialettica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mustè, Marcello

Dialettica

La scuola di Pitagora editrice, 24/03/2014

Generi letterari
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vedicchio, Massimo

Generi letterari

La scuola di Pitagora editrice, 24/03/2014

Nazione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Scarcella, Emilia

Nazione

La scuola di Pitagora, 24/03/2014

Storia della filosofia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cotroneo, Girolamo

Storia della filosofia

La scuola di Pitagora, 24/03/2014

Storia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Roberts, David D.

Storia

La scuola di Pitagora, 24/03/2014

Economia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Giordano, Giuseppe

Economia

La scuola di Pitagora, 24/07/2014

Rigenerazione urbana e densificazione nelle nuove politiche territoriali
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Meo, Vincenzo

Rigenerazione urbana e densificazione nelle nuove politiche territoriali

La scuola di Pitagora, 18/03/2014

Una visita a Beethoven
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Girod de Vienney, Lois Philippe - Saglietti, B. (a cura di)

Una visita a Beethoven

La scuola di Pitagora, 15/05/2014

Abstract: Vienna, 1809. Mentre Napoleo­ne ha occupato la capitale e si appresta a metter fine alle ostilità siglando la pace di Schön­brunn, un suo funzionario ap­pas­sionato di musica, Louis Philippe Joseph Girod de Vien­ney, bussa alla porta di Beet­hoven. A Parigi ha chiesto lettere di presentazione ai musicisti più in vista della città. Come viatico ha in tasca una lettera del compositore Antonín Reicha. Vienney parla poco il tedesco e sa che Beethoven ha fama d'essere inavvicinabile per il suo carattere burbero e umorale. Il compositore invece lo fa entrare. "Mi aspettavo che, dopo aver letto la lettera, mi congedasse e che la nostra conoscenza finisse lì. Avevo visto l'orso nella sua gabbia, era più di quanto potessi mai sperare", scrive Vienney. È l'uomo giusto al momento giusto. Beethoven è incuriosito dal giovane francese e ben di­sposto verso di lui. In seguito i due s'incontrarono più volte, progettando anche un viaggio in Francia, mai realizzato. Vienney, poi divenuto barone di Trémont, lascia fra le sue carte questo vivido resoconto di quei fatidici giorni.

Governo e capitale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Autieri, Mario

Governo e capitale

La scuola di Pitagora, 25/03/2014

Abstract: Nella prima parte si mostra, attraverso Foucault, che il potere è un certo tipo di relazioni che si vengono a determinare tra gli individui; né la produzione, né lo scambio, né la comunicazione identificano i tratti distintivi del potere, per quanto esso si rapporti ad ognuna di queste sfere. Le forme che il potere assume qualificano le differenti forme di razionalità che intervengono a definirlo; di conseguenza, nessuna resistenza al potere può limitarsi ad una denuncia delle istituzioni che lo incarnano, senza decifrare i meccanismi razionali che ne stanno alla base; solo così evitiamo che una denuncia comporti la semplice sostituzione di un'istituzione con un'altra che persegue gli stessi obiettivi, così come la focalizzazione della cultura neoliberale mostra con straordinaria evidenza.

"Tutto è soltanto simbolo"
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bontempelli, P. Carlo

"Tutto è soltanto simbolo"

La scuola di Pitagora, 09/04/2014

Abstract: Nella sua attenta ricostruzione del microcosmo borghese di Lubecca nel XIX secolo, I Buddenbrook di Thomas Mann si presta come pochi altri romanzi a una lettura che ne valorizzi la capacità di rappresentare le varie articolazioni del sociale. Basandosi sulla sociologia di Pierre Bour­dieu, questo volume propone alcuni percorsi di socioanalisi del romanzo. Il primo capitolo ricostruisce la strategia di posizionamento di Mann nel campo letterario coevo in relazione alla genesi e alla ricezione dei Buddenbrook. I capitoli successivi offrono una lettura sociocritica di alcuni episodi, personaggi e conflitti tematici del romanzo, volta a ricostruire la complessa rete di distinzioni, classificazioni sociali e dinamiche di dominio che Mann mette in scena. Infine, il volume analizza l'ordine simbolico che ruota intorno all'etica del lavoro, proponendo una lettura parallela dei Buddenbrook con altre due grandi narrazioni coeve della borghesia protestante, quelle di Max Weber e Werner Sombart.

Esperienza e rappresentazione nel mondo senza tempo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Trapanese, Giulio

Esperienza e rappresentazione nel mondo senza tempo

La scuola di Pitagora s.r.l., 08/05/2014

Abstract: Oggetto specifico dello studio è il rapporto tra l'accelerazione dell'esperienza dei nostri giorni, figlia di queste nuove tecnologie, e le forme nuove del potere operanti oggi nel seno della società capitalistica. A tal fine i termini di esperienza e rappresentazione, nella loro relazione dialettica, hanno il senso di descrivere la trasformazione del rapporto fra soggetto e mondo nell'era inaugurata da internet e dalla diffusione degli strumenti di comunicazione istantanea. Ma è proprio nell'ultima parte dello scritto che si affronta la questione più delicata, ovvero la possibile via d'uscita dalla rarefazione dell'esperienza che tale virtualità ha importato nella società. Nella conclusione così si rende manifesta la ragione di fondo che anima il testo fin dalle sue prime pagine: fornire ai lettori degli utili strumenti di comprensione per provare a resistere alle nuove forme di esercizio del dominio capitalistico.

Vivere contro l'evidenza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cioran, Emil M. - Bussy, Christian - Di Gennaro, A. (a cura di)

Vivere contro l'evidenza

La scuola di Pitagora, 15/05/2014

Abstract: Vedere le cose così come sono, nella loro intrinseca vacuità, rende la vita quasi intollerabile, osserva Cioran. Eppure, è proprio quando l'evidenza sembra cospirare contro la vita che la vita, sfuggendo alla mera necessità biologica, assurge a fenomeno straordinario, esercitando tut­to il suo irresistibile fascino. Il semplice respirare diventa allora un atto eroico, ed ogni istante si trasforma in un miracolo. Nel 1973, infrangendo la sua naturale ritrosia, Cioran si concede per la prima volta alle telecamere. E così, rievocando la vita incerta da eterno studente nel Quartiere Latino, Cioran par­la della scrittura come frutto della "miseria interiore", del sentimento del­l'Ir­reparabile in Pascal e Baudelaire, degli eroi nichilistici di Dostoevskij, della passione intramontabile per Bach, dell'importanza dell'amicizia, del problema del male, del suicidio come idea salutare, sug­gerendo, infine, come si pos­sa sopportare la vita nonostante l'evidenza che sarebbe stato meglio non essere nati.

Poesia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Verdicchio, Massimo

Poesia

La scuola di Pitagora, 24/07/2014

Abstract: Il Lessico crociano. Un breviario filosofico-politico per il futuro è un progetto di ricerca e editoriale di durata triennale, che si apre nel 2013 e si chiude nel 2016, in occasione dei centocinquanta anni dalla nascita di Benedetto Croce. Il progetto intende recuperare il patrimonio concettuale depositato nella pagina crociana e verificarlo come chiave di lettura del tempo presente e proposta di comprensione del futuro: per questo motivo esso viene immaginato come un ideale "breviario per il futuro" con finalità eminentemente filosofico-politiche. Il Lessico si articola in voci affidate a riconosciuti interpreti e studiosi del pensiero crociano. Nel 2016 le voci, pubblicate in fascicoli singoli nel corso dei mesi, saranno raccolte in volume per la Collana di filosofia teoretica "Criterio"

Storicismo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tessitore, Fulvio

Storicismo

La scuola di Pitagora, 24/07/2014

Abstract: Il Lessico crociano. Un breviario filosofico-politico per il futuro è un progetto di ricerca e editoriale di durata triennale, che si apre nel 2013 e si chiude nel 2016, in occasione dei centocinquanta anni dalla nascita di Benedetto Croce. Il progetto intende recuperare il patrimonio concettuale depositato nella pagina crociana e verificarlo come chiave di lettura del tempo presente e proposta di comprensione del futuro: per questo motivo esso viene immaginato come un ideale "breviario per il futuro" con finalità eminentemente filosofico-politiche. Il Lessico si articola in voci affidate a riconosciuti interpreti e studiosi del pensiero crociano. Nel 2016 le voci, pubblicate in fascicoli singoli nel corso dei mesi, saranno raccolte in volume per la Collana di filosofia teoretica "Criterio"

Il disegno multidimensionale del territorio
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pisacane, Nicola

Il disegno multidimensionale del territorio

La scuola di Pitagora editrice, 09/07/2014

Abstract: Nicola Pisacane, con questa recente opera "Il Disegno multidimensionale del Territorio. Innovazione tecnologica e invarianti geometriche", saldando le fonti della nostra disciplina con l'innovazione tecnologica, prospetta un approccio metodologico di notevole interesse per la rappresentazione dei fenomeni che costituiscono la realtà, alle differenti scale dei singoli manufatti, delle infrastrutture, del territorio. Infatti, la conoscenza fondata sulla misura dei fenomeni intesi come generatori della fisicità e, allo stesso tempo, attraverso la patrimonializzazione dei dati, come elementi rigeneratori della realtà permette una visione dinamica del Disegno il cui luogo è nel limite tra una visione estensiva, Cartesiana, e una visione intensiva, Leibnitziana.

Una vita in cooperazione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Messina, Giuseppe (a cura di)

Una vita in cooperazione

La scuola di Pitagora, 18/09/2014

Abstract: Medici, psicologi, cuochi, preparatori sportivi, educatori, animatori sono alcune delle nuove figure professionali che, accanto a agricoltori, agronomi, veterinari e altre consuete figure del mondo agrario costituiscono la grande "galassia" del nuovo universo dell'agricoltura italiana. Le profonde modificazioni normative apportate negli ultimi anni dall'UE al settore agricolo stanno determinando cambiamenti strutturali che consentono di ripensare la "terra" come un luogo in cui tornare a piantare le radici della propria esistenza e del proprio lavoro. Per questo è stata ideata una "guida" di rapida consultazione, in grado di fornire informazioni utili per imparare a costituire una cooperativa, trovare la terra, reperire i contributi e individuare le istituzioni a cui rivolgersi. Un'appendice telematica, ricca di formulari, modelli e una rassegna delle principali normative, gratuitamente consultabile sul sito della casa editrice, facilita i lettori a risolvere problemi e dubbi.

άνευ μητρός/senza madre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tarantino, Stefania

άνευ μητρός/senza madre

La scuola di Pitagora, 30/10/2014

Abstract: La ricerca di Stefania Tarantino porta alla luce le riflessioni di María Zambrano e di Simone Weil sull'origine della violenza europea, reinterpretando alcuni luoghi fondativi del pensiero occidentale. Vissute controcorrente nella bufera del Novecento, le due filosofe, seppur in maniera diversa, hanno mostrato i meccanismi che hanno modellato la struttura simbolica del dominio, della superbia della metafisica occidentale nei confronti della materialità del corpo materno. Tutto ciò ha determinato un oltrepassamento senza misura dei limiti imposti alla condizione umana, a favore di una oggettivazione intellettuale sempre più calcolante della natura umana e della realtà. La svalutazione del corpo-materia ha provocato la distruzione di quegli antichi saperi che, inizialmente, riguardavano la connessione originaria di corpo, anima e mondo. Madre, materia, misura, simbolizzano la generazione di ogni cosa nella sua misura, nella giusta separazione, la manifestazione ordinata ed equilibrata delle cose e degli esseri attraverso un principio generatore.