Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.


Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2016

Trovati 1178 documenti.

Mostra parametri
Terre rare. Ediz. speciale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Veronesi, Sandro

Terre rare. Ediz. speciale

BOMPIANI, 06/05/2016

Abstract: Nel giro di ventiquattr'ore un uomo perde il controllo della propria vita: fa un grave errore sul lavoro, gli viene sequestrata la patente, trova l'ufficio sigillato dalla Finanza, scopre che il suo socio è fuggito lasciandolo nei guai, rompe definitivamente con la sua compagna – e nel frattempo sua figlia è scappata da casa. Credendosi braccato, fugge a sua volta, alla cieca, ma lo sfacelo cui si è di colpo ridotta la sua vita, man mano che egli lo affronta, si rivela sempre più chiaramente un approdo, fatale e familiare – secondo una mappa interiore che era stata tenacemente rimossa. Quest'uomo è Pietro Paladini, l'eroe immobile di Caos calmo, che nove anni dopo ritroviamo nella situazione opposta, roso dall'ansia e senza più un posto dove stare, costretto a vagare alla ricerca di quella pace improvvisamente perduta, o meglio – e questa sarà la sua scoperta – mai veramente avuta. La rimozione, la fuga, la famiglia che si disgrega, il confuso declino dell'Occidente, lo sforzo tragicomico di restare onesti in un tempo che spinge continuamente verso l'illegalità – e poi, di colpo, la verità. Alla fine di Caos calmo Paladini rispondeva a un celebre verso di Dylan Thomas affermando che "la palla che lanciammo giocando nel parco è tornata giù da un pezzo. Dobbiamo smettere di aspettarla". Si sbagliava, la palla era ancora per aria. Torna giù ora, in Terre rare.

Muchachas. Ediz. speciale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pancol, Katherine

Muchachas. Ediz. speciale

BOMPIANI, 06/05/2016

Abstract: Hortense è sempre più determinata a trovare il successo nel mondo della moda, Gary è assorbito dal suo concerto finale alla Juilliard School: a farne le spese è la loro vita sentimentale, che procede tra alti e bassi. Quando Hortense trova finalmente l'idea decisiva per lanciare la maison che porterà il suo nome, Gary dovrà fare uno sforzo per condividerne l'entusiasmo tanto è frastornato dall'intesa con Calypso, la violinista cubana con cui sta preparando il concerto. A colpire Gary non sono soltanto le doti musicali della ragazza, tutt'altro che bella, ma anche la sua grazia e riservatezza. La vita di Calypso è completamente dedicata alla musica e a un violino di grandissimo valore, dono del nonno, figura intorno a cui ruota un mistero che la coinvolge. Intanto, la madre di Hortense, Joséphine, professoressa di Storia medievale all'Università di Lione 2, da qualche tempo è perseguitata da uno strano individuo che si presenta in aula, la osserva con insistenza, senza mai avvicinarla. Hortense non se ne cura, perché è troppo impegnata con il suo progetto, mentre la sorella, Zoé, è molto più spaventata ma non sa cosa fare per proteggere la madre. In realtà, la stessa Joséphine è presa da tutt'altro: Philippe, l'uomo che ama, ma dal quale vive separata per assecondare Zoé che da Londra è voluta tornare a Parigi, sembra aver iniziato una relazione con Shirley, sua collaboratrice e migliore amica di Joséphine. Continua l'appassionante intreccio di storie che vede protagoniste donne complesse alle prese con la propria fragilità, capaci di affrontare misteri, ostacoli e tradimenti per realizzare i propri sogni.

Muchachas. Ediz. speciale
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pancol, Katherine

Muchachas. Ediz. speciale

BOMPIANI, 06/05/2016

Abstract: Muchachas 3, ultimo volume della trilogia di Katherine Pancol, è centrato sulla vendetta di Stella e l'annientamento di Ray e della sua banda. Stella e Joséphine, che da poco hanno scoperto di essere sorellastre, si sono ritrovate. A New York, il cuore di Gary continua a essere combattuto tra Hortense e Calypso, ma Hortense non se ne rende conto, perché troppo impegnata nel lancio della sua linea di moda insieme alla ricchissima Elena. E anche la vecchia contessa ha una vendetta da compiere... Per alcune è l'ora della rivalsa, per altre della liberazione e della speranza, in ogni caso tutti i fili si riannodano. Non sappiamo cosa il destino abbia in serbo per loro, ma le protagoniste di Muchachas non arretrano di fronte agli ostacoli, possono solo affrontare la vita a testa alta e dimostrare tutta la forza e il coraggio di cui dispongono.

A nord del 45° parallelo nord
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Ravina, Edio

A nord del 45° parallelo nord

Robin Edizioni, 05/05/2016

Abstract: Raccontare un viaggio non è cosa difficile: lo fanno in tanti e le librerie sono piene di libri e di guide che descrivono con precisione ogni angolo della terra. Tentare invece di trasmettere anche la passione con cui — è lecito presumere — si dovrebbe viaggiare, è cosa decisamente più ardua.Nel fotografare e annotare, in presa diretta, tutto ciò che mi ha sorpreso ed emozionato, e nel completare e poi comporre il complesso sistema espressivo che ho voluto utilizzare in questo libro — coordinando fra loro cronaca, riflessioni, considerazioni, note, schemi planimetrici di inquadramento territoriale e immagini fotografiche — ho dedicato la stessa, identica passione che mi ha accompagnato nell'intero viaggio "a nord del 45° parallelo nord".

Scegli di splendere
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Trevisani, Catia

Scegli di splendere

Edizioni Enea, 06/05/2016

Abstract: Splendere è sempre la scelta giustaIn questo libro scopriremo perché ci ammaliamo, indagheremo il senso della malattia e il suo messaggio.Cercheremo di capire come non subire gli eventi in modo traumatico, come trasformare i momenti di crisi in opportunità per la nostra vita.Capiremo come funzionano la mente, le emozioni e il loro legame con il corpo.Scopriremo la nostra responsabilità nel produrre ciò che ci accade.Affronteremo il tema della morte.Impareremo che la pretesa allontana l'oggetto del desiderio, mentre la gratitudine lo attira.Apprenderemo quanto il modo di alimentarci influenza il nostro livello di energia e salute, la volontà e lo stato d'animo.Cominceremo a osservare la qualità del nostro dialogo interiore e delle nostre azioni, il loro potere e il nostro senso di autostima. Osserveremo la nostra capacità di relazionarci con gli altri.Infine, esploreremo il nostro rapporto con il sacro, con il grande Fuoco di cui siamo le scintille. Tutto questo per poter finalmente SCEGLIERE DI SPLENDERE."Fatevi un bel regalo come da titolo, scegliete di splendere e fermatievi a riflettere su tutto quello che ti succede intorno. Da leggere." (Recensione)L'AUTRICE: Catia Trevisani è fondatrice e direttrice della Scuola SIMO di Milano. Medico Naturopata. Laureata con lode in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Milano nel 1988. Master in Fitoterapia presso l'Università di Siena, Diploma di Agopuntura presso la Scuola Matteo Ricci di Bologna, Master in Psicologia Olistica a Bologna, Formazione in PNL con Antony Robbins negli USA, aggiornamenti continui in Medicina Cinese Classica.Per tre anni Responsabile del Programma Nutrizionale e del Programma Naturopatico per gli Istituti Doman di Filadelfia (USA) per il recupero dei bambini cerebrolesi. 24 libri e numerosi articoli sulla Nutrizione e la Medicina Naturale. Giornalista Scientifico iscritta all'Ordine giornalisti della Toscana.

Quando finiscono le ombre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rava, Cristina

Quando finiscono le ombre

Garzanti, 09/06/2016

Abstract: UN NUOVO GIALLO PER ARDELIA SPINOLA. CURIOSA. TENACE. IL SUO INTUITO NON FALLISCE MAI."Un medico legale con la passione per i misteri e l'investigazione complicata."la Repubblica"Ardelia Spinola è un medico legale disincantato, che conduce indagini parallele per svelare assassini e ricostruire trame oscure."La Stampa"Consiglio di conoscere Ardelia Spinola, in sua compagnia non ci si annoia mai. Ama i gatti e le soluzioni difficili."Pietro Cheli, AmicaNell'affrontare l'autopsia dell'anziano Spartaco Guidi, ritrovato cadavere in aperta campagna, Ardelia Spinola sa che il suo compito è solo quello di decretare l'ora della morte e le sue cause, eppure non è facile zittire l'anima investigatrice che c'è in lei. In realtà avrebbe ben altro cui pensare: Arturo, l'affascinante apicultore (e amante dei gatti come lei) che da pochi mesi è nella sua vita, sembra nascondere qualcosa che le sfugge. Qualcosa che le fa temere di perderlo. Ma quando la casa di Spartaco Guidi viene messa sottosopra, tutta la sua attenzione torna sul caso. Scopre che l'uomo era tornato da poco ad Albenga, il suo paese d'origine, dopo anni passati in un ospedale psichiatrico per aver ucciso da giovane un amico. L'intuito di Ardelia non sbaglia mai e stavolta le dice che il passato della vittima è più intricato di quanto possa sembrare...

Non ti riconosco. Un viaggio eretico nell'Italia che cambia
0 1 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Revelli, Marco

Non ti riconosco. Un viaggio eretico nell'Italia che cambia

Einaudi, 13/05/2016

Abstract: Un viaggio per tappe della mente e del cuore nell'Italia del boom economico, del sogno, della decadenza. Di pieni fattisi d'improvviso vuoti. Di momenti di caduta e stordimento, ma anche di grande condivisione e cambiamento. "Nel corso di questo lungo viaggio erratico tra le pieghe di un Paese sospeso, ho incontrato un'infinità di tracce di metamorfosi istantanea. Di futuri fattisi istantaneamente anteriori. Di promesse appena immaginate e già mancate. Di progetti iniziati e non terminati. E i segni di mappe che non valgono piú. Ma non riesco a considerarli simboli di un paradiso perduto".Un viaggio in Italia, da Torino a Lampedusa, sulle tracce di città e territori conosciuti, amati, e poi, a volte, perduti. Di luoghi dell'esperienza e della memoria che mutano nel tempo e nelle stagioni fino a "non riconoscerli piú", ma di cui non puoi, comunque, fare a meno. Di paesaggi familiari che giorno dopo giorno stupiscono, disorientano, promettono nuove frontiere. Cosí Torino, prima tappa del viaggio, è un luogo in cui può succedere di perdersi. Ci si può perdere non tanto nel centro, fissato dai recenti restauri in cartolina da consumare con i piedi e con lo sguardo piú che da abitare, ma già nella prima periferia dove i negozi chiudono e le vetrine cambiano volto: la gastronomia diventa un hard discount e la piccola gioielleria di quartiere inalbera la pacchiana bandiera del "compro oro". E ci si può perdere nella seconda periferia dove la scomparsa della grande fabbrica e la trasformazione della vecchia metropoli di produzione ha "sciolto" il paesaggio mutandone anima e corpo. Ma oggi Torino è anche Arduino: una "piattaforma hardware low cost programmabile" che sa innaffiare i fiori alle ore stabilite, guidare un drone in spazi chiusi, gestire un appartamento con il comando vocale. Una risorsa eccezionale open source messa a disposizione di tutti. Un simbolo del futuro. Il viaggio continua, attraversando la nostra penisola, percorrendo autostrade deserte o mescolandosi alla folla, incrociando le storie dei suoi abitanti e ascoltandone ricordi e sogni, accompagnati dal suono del vento negli ulivi o fra gli scogli di una piccola isola lontana. Cosí si scopre il paese abbandonato di Consonno, nel cuore della Brianza, certo il piú bizzarro ghost village italiano, una sorta di "Disneyland lombarda" o il quadrante orientale, il Nordest del grande balzo in avanti e del duro rinculo, o il distretto di Prato, alle porte di Lucca e Firenze, testimone di antichi saperi artigiani sfidati dall'Oriente. E le antiche cattedrali nel deserto del Sud: l'Ilva di Taranto, le industrie chimiche di Saline Joniche, il porto di Gioia Tauro, un bacino lunghissimo a forma di fagiolo protetto da enormi colonne di cemento, e una brughiera spoglia che ha sostituito piú di ottocentomila alberi: aranci, limoni, ulivi secolari. Fino a Lampedusa luogo di arrivo e di sbarco continuo di altre realtà. Porta di entrata e di uscita. Isola che nel suo perimetro breve contiene tutte le fini e tutte le speranze.

Mappare. Arte, antropologia e scienza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marano, Francesco

Mappare. Arte, antropologia e scienza

Altrimedia Edizioni, 09/05/2016

Abstract: Qual è il senso delle mappe oggi? Cosa possiamo mappare e cosa invece sfugge, e perché, alla rappresentazione cartografica? Come questa pratica del mappare attraversa discipline differenti? Domande che impongono riflessioni complesse e una continua ridefinizione dei concetti di spazio e luogo all'interno dei concreti casi di studio e di progettazione artistica. Questi temi sono stati alla base degli interventi dei relatori presenti al Festival dell'Arte dell'Antropologia e delle Scienze (Matera, 11-13 novembre 2011) e dei partecipanti di Rupextre, residenza per artisti e antropologi (11-20 novembre 2011)

Il Piccolo Principe + Le Petit Prince
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Saint-Exupéry, Antoine

Il Piccolo Principe + Le Petit Prince

Crescere, 10/05/2016

Abstract: EDIZIONE REVISIONATA 09/06/2016. Due eBook in uno! edizione italiana e francese. Deux eBooks en un! édition italienne et française. Un bambino lascia il pianeta nativo e giunge sulla Terra, qui entra in contatto con il mondo dei grandi: con disarmante semplicità ne mette a nudo l'assurdità to e l'aridità del cuore. Sono la comprensione e la complicità del bambino, addormentato e dimenticato dentro ciascuno di noi, che l'autore invoca per afferrare la saggezza di un pensiero limpido e profondo, che scaturisce dal cuore.

Narratori cristiani di un Novecento inquieto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Nigro, Raffaele

Narratori cristiani di un Novecento inquieto

Edizioni Studium, 11/05/2016

Abstract: "Vale la pena di apprezzare la tenacia letteraria dimostrata da [...] narratori cristiani i quali, anche quando la società letteraria li snobbava, si sentivano in pace con loro stessi nel voler scrivere bene e nel raccontare degli umili e degli sconfitti o di grandi figure esemplari della Chiesa. I grandi passaggi civili e religiosi dell'Italia repubblicana in cui vissero – dal fascismo alla democrazia, dalla ricostruzione al consumismo, dal papato ieratico di Pio XII alla collegialità del Concilio Vaticano II – non furono fatti banali tanto è vero che continuano ad emanare, come brace sotto la cenere, un calore che scalda ancora la nostra storia. Leggere di scrittori italiani non dogmatici, ma nemmeno eretici, che insieme ai classici della letteratura praticavano i Vangeli, la patristica e gli autori francesi, le riunioni di partito e le redazioni o le chiese, vuol dire rivivere un'esperienza collettiva che oggi, nel settantesimo della Repubblica, appare ancora autentica. E questo libro di Nigro può essere letto come la mappa di una geografia letteraria che non risponde ai canoni di una scienza astratta ma a quelli della vita". Dalla Premessa di Giuseppe Tognon

Dolore
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Shalev, Zeruya - Loewenthal, Elena

Dolore

Feltrinelli Editore, 09/06/2016

Abstract: Iris – 45 anni, sposata, con due figli – pensa di aver lasciato i due grandi traumi della sua vita dietro di sé. L'abbandono del primo amore, Eitan, che l'ha portata giovanissima a desiderare la morte, e poi, anni dopo, l'attentato, il terrorista che si è fatto esplodere sull'autobus e che l'ha portata al confine tra la vita e la morte. A distanza di dieci anni dall'attentato Iris non si aspetta il riaffiorare del dolore fisico, dei ricordi terribili, né si aspetta di rincontrare per caso Eitan sulla sua strada. Se a questo si aggiungono il sospetto che il marito Micki abbia un'amante e la preoccupazione di una madre per la figlia, che le sembra vittima di un uomo molto più grande di lei, la vita di Iris sembra andare di nuovo in frantumi e la situazione diventa deflagrante e ingestibile.Solo una grande scrittrice come Zeruya Shalev, con la sua bellissima scrittura sensuale e il suo stile fluente, riesce a dar voce alla magnifica complessità della vita e delle relazioni, a tirare con pazienza tutti fili della storia fino a comporre una trama impeccabile e a portarci in uno stupefacente viaggio catartico attraverso il dolore e il suo contrario.

Discorso di metafisica
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Leibniz, Gottfried W. - Riccardo Cristin

Discorso di metafisica

Edizioni Studium, 12/05/2016

Abstract: Il Discorso di metafisica, scritto nel 1686, è la prima esposizione organica della filosofia di Leibniz. In esso viene tracciato un percorso che dalla perfezione di Dio digrada al nucleo della sostanza individuale, per dipanarsi poi attraverso la conoscenza del mondo fisico e quella della mente umana, e risalire nuovamente alla tensione dell'uomo verso il divino e alla delineazione della libertà nell'orizzonte dell'armonia universale che Dio ha predisposto. In questo quadro si sviluppa la teoria leibniziana della sostanza, elaborata nella sua espressione individuale e nella sua connessione con Dio. Di particolare interesse risulta la ripresa dell'antica metafisica nel quadro profondamente rinnovato del pensiero filosofico e scientifico moderno. Nella definizione leibniziana dei limiti e delle possibilità della libertà individuale si collegano infatti tradizione e modernità.Edizione a cura di Riccardo Cristin

Morire non costa niente
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Avallone, Sergio

Morire non costa niente

Passerino Editore, 12/05/2016

Abstract: "Era una ridente giornata di primavera, Giovanni e Lucio, dopo aver percorso gran parte del Lungotevere, stavano attraversando il ponte, che li divideva da Castel Sant'Angelo. Percorrendo il ponte si erano accodati ai numerosi turisti, di varie nazionalità, ove poter mettere a segno qualche furtarello, che dava loro modo di mettere qualcosa nello stomaco".Sergio Avallone è uno scrittore, e autore di storie sempre intense, struggenti e colme di passione. "Morire non costa niente" è appunto una di queste.

L'albero "sfogliato" e altri brindilli
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bonetti, Daniel

L'albero "sfogliato" e altri brindilli

Polimnia Digital Editions, 13/05/2016

Abstract: A buon diritto L'arbre effeuillé et autres brindilles ha vinto il francese Prix Œdipe nell'anno 2006. C'è qualcosa di nuovo in questo libro, sia sul piano della scrittura, sia su quello della trasmissione della psicanalisi; un lavoro che è anche una speranza, sia per la psicanalisi, sia per la scrittura psicanalitica.Ma perché tutto ciò acquisti il senso di novità che il lettore di questo libro può incontrare occorre tenere conto della sua non indifferente complessità, per quanto raggiunta attraverso una semplicità che alla lettura appare subito evidente; ma è proprio questa evidenza che sconcerta, sia perché priva di ogni scontatezza e di ogni luogo comune sulla relazione psicanalitica, sia, soprattutto, perché il lettore deve continuamente ricuperare il piano di due racconti che, per quanto distinti graficamente, continuano a intersecarsi provocando quel disorientamento che è in grado di mettere a repentaglio ogni ordine che s'immagina debba essere quello che regola un rapporto professionale fra il terapeuta e il suo paziente. Anzi che regola un rapporto professionale in quanto tale, al quale un luogo comune, così come un'esigenza di ordine sociale, ha voluto assegnare de facto lo statuto deontologico della relazione terapeutica. Lo sconcerto viene dal non riconoscere più un tale statuto e, cosa dirompente, che dalle novelle (ma anche parabole) di Bonetti non è assolutamente possibile risalire a una relazione terapeutica, qualunque sia il modo in cui si vogliano intendere i modi e i termini di tale relazione. Dunque, solo un imperativo etico, e assoluto, può governare una relazione psicanalitica, dove non c'è posto per le deontologie professionali né per le lusinghe sociali o economiche.Daniel Bonetti (Roeulx 1950 – Corte 2015). Ha praticato come psicanalista a Charleroi (Belgio) e ha lavorato per molti anni in un'istituzione per bambini e adolescenti di Liegi. Fin dalla sua costituzione è stato membro dell'associazione belga Questionnement psychanalytique e dell'Inter-associatif européen de psychanalyse. 

Spaghetti Football
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Batella, Fausto

Spaghetti Football

SPORTeBOOK, 25/03/2016

Abstract: I primi passi del football americano in Italia: una federazione (1972); Bruno Beneck, Lamar Hunt, Bob Kap e la Intercontinental Football League (1972); The Roman Gladiators (1973): Robert Carey e la NFL Properties Inc. (1977); la Lega Italiana Football americano (1979); lo Stadio Vince Lombardi e il primo campionato italiano (1980). Il racconto di un sogno parzialmente realizzato, arricchito con oltre 100 immagini e statistiche.

Spaghetti Football
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Batella, Fausto

Spaghetti Football

SPORTeBOOK, 25/03/2016

Abstract: 10 years of passions, deeds and impossible dreams, with Lamar Hunt, Bob Kap, Robert Carey and Bruno Beneck. "With Spaghetti Football"– intended affectionately, not disparagingly – I tell the story of the stadium named for Lombardi, built in the Umbrian countryside after a series of curious circumstances". The milestones: 1972 Intercontinental Football League; 1973 Roman Gladiators; 1979 Italian Football League; 1979 Rome Gladiators; 1980 The "Vince Lombardi" Stadium; 1980 & 1981 Italian Championship. Memories, scores and statistics.Color / B&W illustrated.

Il campo dei sogni
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Batella, Fausto

Il campo dei sogni

SPORTeBOOK, 29/04/2016

Abstract: Dopo i primi due campionati nazionali del 1980 e 1981 (raccontati in Spaghetti Football), il mitico campo dedicato a Vince Lombardi riaprì i battenti nel 1983 per la prima edizione del Campionato Europeo di Football Americano e per i primi allenamenti e la repentina diaspora di una nuova squadra, cacciata dalla sera alla mattina per far posto alle porte per il calcio e alle campane dei rifiuti differenziati… Cronaca sportiva, varia umanità, immagini a colori e in b/n.

Field of Dreams
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Batella, Fausto

Field of Dreams

SPORTeBOOK, 29/04/2016

Abstract: After the first National Championships of 1980 and 1981 (retold in Spaghetti Football), the legendary field dedicated to Vince Lombardi reopens in 1983 for the first edition of the European Football Championship, and for the foundation of a new football team, thrown out from one day to the next to make room at the soccer goals and differentiated waste bins. Sports chronicle, different aspects of humanity. Color and B&W illustrated.

La nuova sortita del cavaliere errante
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Benedetti, Antonio

La nuova sortita del cavaliere errante

Robin Edizioni, 14/05/2016

Abstract: Don Chisciotte apprende nel suo villaggio che Miguel de Cervantes, lo scrittore che ha reso celebri le sue imprese, è rinchiuso nella prigione della capitale, e decide di partire subito con Sancio Panza per andare a liberarlo. Durante il loro viaggio avventuroso essi incontrano un vecchio nobile saraceno, che don Chisciotte affronta in duello, vengono rinchiusi in un manicomio, catturati da una banda di briganti e imprigionati nella capitale, dove il cavaliere scopre che uno scrittore sconosciuto ha raccontato in una sua opera imprese che lui non ha mai compiute. Durante il ritorno don Chisciotte deve affrontare l'aggressione di un sosia, e soprattutto una sua rivelazione devastante.

Lotta di classe all'agenzia investigativa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Larocca, Davide

Lotta di classe all'agenzia investigativa

Robin Edizioni, 14/05/2016

Abstract: Quando il protagonista incontra Gemma, una ragazza romana, s'invaghisce di lei e, con lei, dell'idea di andare via. Nella capitale, s'imbatte in un'agenzia investigativa e, dopo una surreale selezione, vi ottiene un posto. Inizia così per lui una tragicomica routine quotidiana fatta di metodi ben poco ortodossi e sfuriate di clienti frodati, di mobbing e lavoro nero. Quando l'agenzia viene coinvolta in uno scandalo politico e i suoi titolari spariscono per sottrarsi alle indagini, il protagonista, ritrovatosi in difficoltà, decide di cavarsela con metodi simili a quelli a cui ha assistito, cioè sopraffacendo a sua volta la vittima di turno.Totalmente privo di violenza fisica, Lotta di classe all'agenzia investigativa è intriso di violenza psicologica. Lungo una parabola digradante, una coscienza individuale soccombe ad una società amorale; tuttavia, il protagonista, voce narrante, non abiura mai all'ironia, il mezzo più nobile che gli resta per fronteggiare le avversità.