Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.

CHIUSURA DEL PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO DEGLI E-BOOK
A partire da oggi, 21/12/2016, non e' piu' possibile il prestito degli e-book di altre biblioteche mediante il Prestito Interbibliotecario Digitale (PID).

Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Letteratura e studi letterari

Trovati 1678 documenti.

Mostra parametri
Vivere per scrivere. 40 romanzieri si raccontano
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Franceschini, Enrico

Vivere per scrivere. 40 romanzieri si raccontano

Laterza, 11/01/2018

Abstract: Charles Bukowski  Nick Hornby  Martin Amis  Ian McEwan  Frederick Forsyth  Zadie Smith  James G. Ballard  J.K. Rowling  Hilary Mantel  Michel Faber  Sophie Kinsella  William Boyd  Hanif Kureishi  Alan Bennett  Peter James  Paula Hawkins  Jonathan Coe  Irvine Welsh  John Banville  Roddy Doyle  Catherine Dunne  Bret Easton Ellis  J.J. Abrams  Nathan Englander  Amos Oz  David Grossman  Abraham B. Yehoshua  Aleksandr Solgenitsyn  Evgenij Evtushenko … Suonai il campanello con trepidazione. Passò un minuto. Ne passò un altro. Le cicale cantavano, il sole picchiava, dalla casa non veniva alcun segno di vita. Poi, quando stavamo per andarcene, si sentì un rumore. Un istante dopo la porta si aprì e apparve un uomo di circa sessant'anni, in calzoncini da bagno. A parte quelli, era nudo dalla testa ai piedi. Non disse niente: si limitava a guardarci con diffidenza. La mia fu una domanda ridicola, poiché non avevo il minimo dubbio sulla sua identità. "Are you Charles Bukowski?". Rispose a sua volta con una domanda. "Why?". "C'è chi scrive ancora a mano e chi è stregato dal computer, chi programma ogni pagina dall'inizio alla fine e chi avanza di getto senza sapere dove lo porterà la trama, chi frequenta i corsi di scrittura creativa e chi esce dalla scuola della vita, chi si fa ispirare dalla realtà e chi la deforma, chi lavora esclusivamente di fantasia e chi studia, imita o perlomeno usa come modello i grandi autori del passato. Per scoprire che cos'è e come si scrive un romanzo, non c'è niente di meglio che interrogare uno scrittore. E di scrittori, grazie al mio lavoro di giornalista da oltre trent'anni in giro per il mondo, ho avuto la fortuna di incontrarne tanti. In queste pagine, quaranta di loro parlano dei libri che scrivono e di quelli che amano, di come nasce una storia e del proprio metodo narrativo, dei propri maestri, delle proprie vite".

L'esperimento. Inchiesta sul Movimento 5 stelle
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Iacoboni, Jacopo

L'esperimento. Inchiesta sul Movimento 5 stelle

Laterza, 11/01/2018

Abstract: Un movimento partito dalla democrazia dal basso, ma controllato in realtà da una srl dall'alto; nato sul mito della rivolta di popolo contro il sistema e finito a incontrare lobby e costruire reti di potere; un movimento che è passato dal tifare per le Pussy Riots a incontrare gli emissari di Vladimir Putin. Un esperimento che costruisce e organizza il consenso usando le reti. È questa duplicità che bisogna spiegare per raccontare la vera storia del Movimento 5 Stelle. A questo esperimento Casaleggio lavorava fin dalla fine degli anni Novanta, quando – amministratore di Webegg – cominciò a testare nei forum intranet dell'azienda i meccanismi di formazione e produzione del consenso attraverso le reti. Ma quello era solo l'inizio. L'esperimento si sviluppa attorno a un nocciolo: propaganda, propaganda, propaganda. Sociale, pianificata, centralizzata, virale. Testi e scaletta dei Vday (gli eventi che rappresentano di fatto l'antecedente storico del Movimento) sono già coordinati da due dipendenti della Casaleggio. Grillo è l'innesco per far evolvere l'esperimento a un livello superiore: è il frontman, l'uomo del consenso elettorale che può coagulare e incarnare un sentimento di rivolta contro il sistema, ormai fortissimo nella società. In questa prima stagione il Movimento predica alcune cose con integralismo militare: il rifiuto assoluto di comparire nella tv italiana, la promessa di dimezzare lo stipendio ai suoi futuri politici e di vivere secondo uno stile di vita francescano, la posizione contro l'euro e lo scetticismo verso l'Unione europea. Al contrario, promette la democrazia attraverso Internet ed esalta la meritocrazia, denunciando la piaga dei tanti ragazzi italiani costretti a cercare fortuna all'estero. Per ognuno di questi cavalli di battaglia emergerà lo scollamento tra come il Movimento si è proposto inizialmente a elettori e attivisti e quel che realmente ha fatto sino a oggi.

Emigrante per diletto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Stevenson, Robert Louis

Emigrante per diletto

Edizioni Studium S.r.l., 11/01/2018

Abstract: A cura di Cecilia Bolles Prefazione di Francesca Romana de' Angelis                                                   Nell'agosto del 1879 Robert Louis Stevenson lascia l'Inghilterra diretto negli Stati Uniti per raggiungere Fanny Van de Grift, la donna di cui è perdutamente innamorato. La traversata sarà descritta in Emigrante per diletto che è insieme cronaca di viaggio, memoria autobiografica, riflessione sociologica, splendida avventura letteraria. Sul piroscafo Devonia, tra gli emigranti che spinti dalla povertà e dalla sofferenza affrontano l'esilio inseguendo il sogno di un futuro migliore, Stevenson scopre un mondo sconosciuto. Da questo momento la traversata più che viaggio verso l'altrove diventa viaggio verso gli altri, in uno slancio di inclusione che è insieme conoscenza e sentimento. Un'umanità dolente raccontata con uno sguardo intenso e partecipe, un tema di sofferta attualità, un documento storico di straordinaria importanza.

Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Trump
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Wolff, Michael

Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Trump

Rizzoli, 13/02/2018

Abstract: Retroscena clamorosi, segreti di famiglia e "Trump confidential" in un bestseller che ha fatto infuriare il presidente. Nel novembre 2016, l'elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti dà il via a un vero uragano nella politica americana, il più violento dai tempi del Watergate. Per documentarne gli effetti, Michael Wolff, giornalista di Washington che già durante la campagna elettorale aveva frequentato il quartier generale di Trump, si installa sui divani della Casa Bianca e osserva da vicino, "come una mosca sul muro", le azioni e le discussioni tra lo staff e il presidente. Il suo scopo è raccogliere confidenze esplosive non solo sulle faide interne che portano al licenziamento di strateghi di primo piano come Steve Bannon, l'anima nera della campagna elettorale, ma anche sui rapporti - al limite dell'alto tradimento - tra lo staff di Trump e la Russia e sui giudizi impietosi che i più stretti collaboratori danno del loro capo. Il risultato è un libro che Trump ha tentato invano di bloccare e che è diventato un caso mondiale perché racconta da una prospettiva unica la storia appassionante di un mandato imprevedibile e impetuoso quanto il presidente stesso.

Biologia della letteratura. Corpo, stile, storia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Casadei, Alberto

Biologia della letteratura. Corpo, stile, storia

Il Saggiatore, 19/01/2018

Abstract: Se è vero, come ha scritto Shakespeare, che siamo fatti della stessa materia dei sogni, è la materia dei sogni a dover essere indagata. Se, come sosteneva Cézanne, "il colore è il luogo dove si incontrano il nostro cervello e l'universo", va indagato il modo in cui il nostro cervello percepisce lo stimolo dei sensi e lo rielabora in forme, miti e metafore. Va indagata la biologia delle arti e della letteratura.Solo un'ottica che superi la divisione tra natura e cultura può dare conto dei processi che hanno condotto l'essere umano a costruzioni simboliche sempre più complesse, per rispondere a esigenze di sopravvivenza, di ritualità magica e religiosa o per imporre un ordine al cosmo, ritagliando nuclei di senso dal caos del molteplice.Guidato da questi stimoli e dalle più recenti scoperte della biologia, delle neuroscienze e dell'antropologia, Alberto Casadei individua nello stile il punto in cui avviene la mediazione decisiva fra natura e cultura: è grazie all'elaborazione stilistica che le propensioni biologiche elementari, legate alla percezione del ritmo, dell'analogia e della metafora, vengono utilizzate per dare vita ai mondi possibili della letteratura e dell'arte.Biologia della letteratura unisce questa prospettiva inedita a una rigorosa analisi critica, mostrando una storia letteraria ancora più ricca, in cui lo stile diviene l'elemento capace di condensare processi emotivi e cognitivi: un filo che lega la sorprendente stratificazione mitologica dell'epica di Gilgameš all'oscurità del Simbolismo, l'estasi del sublime alla rottura dei linguaggi retorici operata nel primo Novecento, fino alla svolta imposta dalle nuove tecnologie, dal Web e ancor di più dal Cloud. Oggi, come un Ulisse che, sprofondata ormai la nave, continua il proprio viaggio di conoscenza negli abissi marini, l'uomo si ritrova immerso in una realtà in cui lo stimolo percettivo è ubiquitario e ogni separazione tradizionale tra i linguaggi è caduta. La risposta, ancora una volta, è nell'adattamento e nell'elaborazione di uno stile sempre più ibrido e complesso.

Insania mundi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passi, Ermanno

Insania mundi

Passerino, 19/01/2018

Abstract: Surreali, visionarie, folli e disperatissime, le poesie di Insania Mundi sono dardi infuocati lanciati contro la vacuità del vivere.  Ermanno Passi nasce a Sulmona ma vive a Verona ormai da molti anni. 

Botta e risposta con gli aforismi inediti
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Porcelli, Simona

Botta e risposta con gli aforismi inediti

Passerino, 20/01/2018

Abstract: Sfida le tue giornate con gioia e riscattati dalle tristi situazioni con gli stravaganti scioglilingua degli -Aforismi di "Botta e Risposta"- suggeriti da Simona Porcelli. Fallo per il piacere di far tacere tutti (amici e avversari) e per accendere in te "il piacere di dire quello che gli altri non osano dire e non vogliono raccontare sulla loro vita". All'interno di questa Prima Edizione -Aforismi di "Botta e Risposta"- troverai quelle parole segrete che, non essendo mai state rilevate a nessuno, solo Simona Porcelli decide di raccontare e scrivere. In tal modo ci concede una buona opportunità per riscattarci nella vita e nell'arte tramite la tecnica del "Savoir Faire Vivre" che vive dentro di noi. Incredibilmente troverai tutte quelle risposte nello scoprire il piacere di vivere al fine di rispondere "ai vuoti" di tutta la nostra esistenza e per non smettere mai di ridere con i giochi dei paradossi e le colorate Suspense degli Aforismi. Quest'ultimi, realizzati e proposti da Simona Porcelli all'interno del Libro, servono per farci capire e mettere a nudo le trame dei colori bui che la vita ci riserba senza limiti. Consiglio vivamente di regalare questa Prima Edizione per emozionare, con la tecnica del "Savoir Faire Vivre", amici e avversari e per migliorare ancora di più sé stessi in modo da conoscersi più intensamente. E per finire, se ti siamo piaciuti o se vuoi trovare assieme a noi tanti straordinari amici, puoi trovarci sul nostro sito Facebook con tante altre curiosità e novità che portano questo il suo nome. Impara ad essere auto-ironico e cogli le sfumature divertenti della vita! Divertiti con gli -Aforismi di "Botta e Risposta"- ed apprezza il loro significato spiritoso! Sfrutta queste risposte pronte e applica gli strategici giochi di parole per riscattarti dalle tristi situazioni con gli stravaganti scioglilingua degli -Aforismi di "Botta e Risposta"- suggeriti da Simona Porcelli. Ricordati che nella vita occorre affrontare le diverse situazioni con animo spigliato.Per il piacere di vivere e vincere con sarcasmo e soddisfazione le diverse situazioni e le buffe ironie della sorte della vita quotidiana!

#Ti amo. #poesie
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Sole, Francesco

#Ti amo. #poesie

Mondadori, 06/02/2018

Abstract: #TiAmo è un libro di vita e soprattutto d'amore. Un percorso per amare senza paure né rimpianti: È il racconto di Luna, che concede ad un giovane scrittore incontrato nel mezzo di una triste notte, i segreti dell'amore e le sue #poesie. Un racconto per chi si sta innamorando, per chi ama da tempo, o per chi, per amore, sta soffrendo. Ha una tecnica di lettura particolare: In che stagione ti senti? Estate? Autunno? Inverno? Primavera? A seconda della risposta, inizia da lì e percorri il libro nel susseguirsi delle stagioni. Le stagioni dell'amore servono per guidare i nostri sentimenti e farci ascoltare maggiormente il nostro cuore, ricordandoci sempre che: Dove non c'è amore, è tempo perso.

Ultimo domicilio conosciuto. Tredici storie sulle pietre d'inciampo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Tarabbia, Andrea

Ultimo domicilio conosciuto. Tredici storie sulle pietre d'inciampo

Morellini Editore, 31/01/2018

Abstract: Un sampietrino rivestito in ottone su cui sono incisi un nome, una data e un luogo di nascita, una data e un luogo di morte.Un tassello della pavimentazione in rilievo, perché il passante ci inciampi con lo sguardo, perché si fermi un istante a leggere quello che vi è scritto sopra prima di passare oltre.Sono oltre 56.000 le vittime del nazismo che l'opera dell'artista Gunter Demnig ha riportato alla memoria. Oltre 56.000 Pietre d'inciampo, incastonate in tutta Europa, lì nei posti dove quelle vittime hanno abitato, dove avevano costruito a poco a poco la loro vita che hanno dovuto lasciare, per la brutalità della guerra, per ordine di quelle leggi razziali nel cui nome sono state commesse le peggiori nefandezze dell'umanità.Tredici autori, in collaborazione con la scuola di scrittura Bottega Finzioni di Bologna, donano una voce a chi da tempo l'ha perduta, a chi se l'è vista soffocare molti anni fa.Tredici opere, ideate sulla base di ricerche e documenti minuziosamente analizzati e studiati, che riportano in vita per il tempo di un racconto la memoria di Claudio e Gilda Sinigaglia, Ida Liuzzi, Iole, Ilma e Beatrice Ravà, Dante Padoa, Ada, Bice e Olga Corinaldi, Gino Benatti, Mario Sguazzini, Giorgio, Benedetto e Lina Melli.Perché il passato non rimanga sepolto nel tempo, ma scorra a fianco del presente e impedisca che gli errori che si porta dietro possano ripetersi di nuovo.Gli autori: Stefano Accorsi, Vanni J. Balestra, Laura Ballestrazzi, Antonio Bria, Silvia Cadonici, Ferdinando Cerrato, Leonardo Foriglio, Mattia Frigeri, Agnese Gorgolini, Antonella Gullotta, Michele Monni, Silvia Pelati, Eugenia Ragnoli, Andrea Settembrini

Edgar Allan Poe
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

Edgar Allan Poe

Passerino, 08/02/2018

Abstract: Edgar Allan Poe è stato uno dei più influenti scrittori americani, l'iniziatore del genere poliziesco, della letteratura dell'orrore e del giallo.  I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Un vaso d'alabastro illuminato dall'interno. Diari
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Byron, George G.

Un vaso d'alabastro illuminato dall'interno. Diari

Adelphi, 13/02/2018

Abstract: Un moto sussultorio accompagna il transito terreno di Byron: una furiosa galoppata che possiamo ripercorrere attraverso questi Diari, unici scampati al rogo delle sue memorie. Sono sei documenti di epoche cruciali: un diario londinese, all'apice del successo mondano e letterario; il diario di un viaggio nell'Oberland bernese; un diario ravennate ove s'intrecciano i conclamati amori con Teresa Guiccioli e i moti carbonari; un breve zibaldone; una raccolta di "pensieri slegati", che mostrano un Byron epigrammatico; e infine il diario della Grecia, interrotto dalla morte a Missolungi. Ne risulta un mosso ma preciso quadro della turbolenta traiettoria byroniana. Lo stile è secco, tagliente, vivace, corso da un brivido ancora settecentesco e un'elettricità tutta romantica. Le dolorose, feconde contraddizioni si fondono in un unicum che rivela la fascinosa, fatale sintonia tra l'autore-personaggio e la nuova generazione, motivo di una celebrità fino a lui impensabile; e poi il carisma, la natura camaleontica, il mistero e il magnetismo – ingredienti che, agitati come si conviene dalla sorte, vanno a comporre una miscela capace ancora di stordire.

Un'odissea. Un padre, un figlio e un'epopea
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Mendelsohn, Daniel

Un'odissea. Un padre, un figlio e un'epopea

Einaudi, 06/03/2018

Abstract: Quando Daniel Mendelsohn consente al padre Jay di seguire il suo seminario sull'Odissea, non conosce la portata del viaggio che insieme stanno per compiere. Settimana dopo settimana, il matematico ottantunenne prende posto fra le matricole del corso e, armato del suo impaziente rigore etico-scientifico, sfida gli insegnamenti dell'illustre classicista, suo figlio. A semestre concluso, poi, il loro viaggio prosegue oltre le mura dell'aula, in un'improbabile crociera a tema sulla via di Itaca. Daniel si scopre ora Telemaco, sulle tracce di un padre sconosciuto e inarrivabile, ora Odisseo, alle prese con la fragilità del decrepito Laerte. Ne nasce un memoir raffinato e struggente che sa dare carne, sangue e pensiero all'universalità dei classici. Nel gennaio del 2011, al primo incontro del seminario sull'Odissea tenuto da suo figlio Daniel, mescolato alle matricole diciottenni siede Jay Mendelsohn, matematico e ricercatore scientifico all'epoca ottantunenne. "Sarà un incubo", pensa Daniel a fine mattinata, quando appare chiaro che Jay non si atterrà al ruolo di silenzioso uditore che aveva immaginato per lui. Il vecchio Mendelsohn è cresciuto nel Bronx ed era ragazzo durante la guerra. Detesta la debolezza e il raggiro, valuta le cose in base alla fatica per ottenerle e la sua sola fede è nelle scienze esatte. Non può non aver da ridire sulla figura di Odisseo, il polytropos, l'uomo dalle molte svolte, ma anche dai molti trucchi, lacrime, aiuti divini, donne. "Non capisco perché dovremmo considerarlo un grande erooooe", ripete Jay per lo stupore divertito degli studenti. Eppure, settimana dopo settimana, affronta le tre ore di viaggio da Long Island al Bard College per apprendere dalla voce di suo figlio delle Vacche del Sole e di Penelope e del nostos. E va oltre: quando Daniel, quasi per gioco, gli propone una crociera nel Mediterraneo che ripercorra i luoghi dell'epopea, Jay acconsente. Per Daniel è un'esperienza pregna di rivelazioni: per mano a suo padre capisce appieno lo sgomento dell'Ade; nei ricordi coniugali del vecchio genitore ritrova la forza dell'homophrosynē, il "pensare allo stesso modo", e in quell'uomo inaspettatamente tanto aperto e socievole, in classe come a bordo, non riconosce forse un Odisseo dalle molte svolte? Di certo è un Laerte, il cui corpo caduco presenterà il suo conto di lí a breve. "Ma la nostra odissea l'avevamo vissuta, - osserva Daniel prima che accada, - per la durata di un semestre avevamo navigato insieme, per cosí dire, attraverso quel testo, un testo che a me - e ai lettori con lui - sembrava sempre piú relativo al presente e meno al passato". "Il viaggio complesso e multidimensionale di un padre e di un figlio, le loro peregrinazioni attraverso la vita e l'amore". "The New York Times Book Review" "Mendelsohn sa che c'è sempre una verità piú profonda da scoprire su coloro che pensiamo di conoscere meglio, noi stessi inclusi. La sua intelligenza scintilla a ogni pagina". "Los Angeles Review of Books" "Un libro riuscito e coraggioso, che è la dimostrazione della validità del messaggio piú imperituro dell'Odissea, ovvero che l'intelligenza vale poco se non si allea con l'amore". "The Observer"

Omero
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

Omero

Passerino, 15/02/2018

Abstract: Omero è considerato il più grande poeta epico dell'antica Grecia, autore dell'Iliade e dell'Odissea. I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Letteratura "d'avanguardia" in Tunisia attraverso i romanzi di 'Arousiyyah al-Nalout
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Isernia, Viviana

Letteratura "d'avanguardia" in Tunisia attraverso i romanzi di 'Arousiyyah al-Nalout

Passerino, 18/02/2018

Abstract: Un'analisi attenta su uno dei più interessanti fenomeni della letteratura tunisina.  Viviana Isernia ha sempre avuto una passione per la lingua e la cultura araba. Ha conseguito un corso di diploma universitario presso l'IBLV in Tunisia e due lauree in Italia ("Studi arabo –islamici" e "Traduzione Araba"). Da cinque anni collabora come traduttrice/interprete di lingua araba per tribunali, agenzie di traduzione italiane ed estere, ma il suo sogno è sempre stato di lavorare in campo letterario. Recentemente il suo sogno si è avverato. Attualmente, collabora nella realizzazione di una collana di poesie di autori maghrebini; per Faligi Editore è stato appena pubblicata la traduzione dall'arabo del romanzo "L'amante segreto" e, a breve, uscirà la traduzione sempre dall'arabo di un saggio e, dal francese, di un romanzo di un autore franco-maghrebino. I settori di suo maggiore interesse sono la letteratura d'immigrazione (prevalentemente nordafricana), i diritti umani e la letteratura al femminile.

Molière
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

Molière

Passerino, 21/02/2018

Abstract: Molière fu uno dei più grandi commediografi e attori del teatro francese.  I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Sempre
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Maggiani, Maurizio - Verdi, Luigi

Sempre

Chiarelettere, 22/03/2018

Abstract: "Non c'è fisico, non c'è teologo, non c'èmatematico, non c'è amante che possamettere la mano sul fuoco sulla parolaSempre. Eppure è come una culla,se ti metti lì dentro ti senti al sicuro.Un miracolo, no?"Sempre è il racconto intenso e appassionato di una vita vissuta in un'atmosfera di pervasiva sacralità del creato. Un racconto scandito da aneddoti e ricordi personali, piccole lezioni e grandi maestri, riflessioni e personaggi destinati a lasciare il segno. Questo libro ha un precedente nella voce. Due amici si ritrovano intorno a un tavolo e disegnano un percorso: ogni tappa è contrassegnata da una parola. Alcune sono sulla bocca di tutti, come libertà e bellezza, semplicità e leggerezza, altre invece non si usano più, come se non interessassero a nessuno: fedeltà, castità, pietà, gioia, grazia. Maurizio Maggiani, autore di libri indimenticabili come "Il coraggio del pettirosso" e "Il viaggiatore notturno", e Luigi Verdi, fondatore della seguitissima Fraternità di Romena, compongono un prezioso breviario lasciando ogni volta che le loro storie siano accompagnate da chi ha segnato le loro vite. Donne e uomini che hanno fatto ciò che ritenevano giusto, senza clamore, con pazienza, disciplina e sopportazione. "Lampadieri", li chiama Tom Benetollo, indomito pacifista che compare nel libro, "non per eroismo o narcisismo, ma per sentirsi dalla parte buona della vita. Per quello che si è."

Geografia di sguardi. Poesie 2006-2016
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Anzalone, Salvatore

Geografia di sguardi. Poesie 2006-2016

Robin Edizioni, 28/02/2018

Abstract: Questo libro raccoglie versi che hanno come denominatore comune la precarietà dell'umana esistenza, ridotta a immagini, sguardi che riflettono una realtà quasi evanescente. Il percorso di vita che negli anni ha prodotto nell'autore forti cambiamenti interiori lo ha mosso a raccontare la tenerezza di piccole creature riscoperte nella loro bellezza e preziosità grazie al rapporto con l'Assoluto. Così gli sguardi compongono una mappa, una sorta di geografia di uno spettatore che si sente parte del Tutto. Fratello e custode di ciò che pare insignificante. I luoghi sono lo scenario ispirativo condiviso con chi è capace di cogliere la suggestione di un episodio di poca importanza, una circostanza banale, in una atmosfera di risoluta quiete e intensa partecipazione.

Il pacco. Indagine sul grande imbroglio delle banche italiane
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Rizzo, Sergio

Il pacco. Indagine sul grande imbroglio delle banche italiane

Feltrinelli Editore, 22/02/2018

Abstract: Sono passati più di dieci anni da quando l'Italia ha scoperto gli intrighi dei "furbetti del quartierino", con le scalate bancarie che avevano già sconvolto il nostro sistema finanziario. Cosa lega quelle vicende agli scandali che oggi hanno fatto perdere 800 milioni di euro a migliaia di risparmiatori, riducendo sul lastrico alcune banche dell'Italia più ricca? Come è stato imbastito il grande imbroglio che, con la collaborazione di istituti finanziari di mezzo mondo, ha rischiato di affossare un pezzo importante del nostro paese? "In Italia la reazione a catena partita da Siena e alimentata dalla crisi fa saltare una dopo l'altra le banche delle regioni ricche, quelle che foraggiavano i distretti industriali. Salta la Cassa di risparmio di Ferrara. Salta Banca Marche. Salta la Cassa di risparmio di Chieti. Salta la Banca popolare dell'Etruria. Salta la Popolare di Vicenza. Salta Veneto Banca. E il virus continua a camminare. La storia è comune. Ha a che fare con la modestia oggettiva di una classe dirigente scelta con criteri discutibili che si installa sul ponte di comando delle banche grazie a relazioni di potere. Quando non per meriti politici se non direttamente partitici, come avvenuto al Monte dei Paschi di Siena." E proprio la banca senese, che ha dato inizio al contagio, ha fatto anche virare lo scandalo in tragedia, con la morte misteriosa di David Rossi, il capo della comunicazione della banca, precipitato dalla finestra del suo ufficio. In un'inchiesta capace di fare chiarezza una volta per tutte sui meccanismi malati e i rapporti di forza del sistema bancario, Sergio Rizzo racconta "una stagione terribile dove non è mancato proprio nulla. Neppure il sangue". E compie un viaggio nella provincia profonda, da Siena a Vicenza ad Arezzo, alla ricerca dell'origine del veleno che sta inquinando il potere finanziario italiano.

Dostoevskij
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

Dostoevskij

Passerino, 03/03/2018

Abstract: Fëdor Michajlovič Dostoevskij è stato uno dei massimi autori della letteratura mondiale.  I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Grazie per quello che avete fatto. Storia di militari e del loro ritorno a casa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Finkel, David - Albanese Teresa

Grazie per quello che avete fatto. Storia di militari e del loro ritorno a casa

Mondadori, 03/04/2018

Abstract: Da un conflitto all'altro. Due milioni di americani sono stati mandati a combattere in Iraq e in Afghanistan. Ora che sono tornati, quasi tutti dicono di sentirsi bene. Vanno avanti con le loro vite, mentre il ricordo della guerra sbiadisce lentamente. Ma poi ci sono gli altri, quelli per cui la guerra non è mai finita. Si calcola che di questi due milioni una percentuale tra il 20 e il 30 per cento sia rientrata con un disturbo da stress post-traumatico, cioè un problema mentale provocato dall'aver vissuto situazioni belliche particolarmente intense o drammatiche, una ferita psicologica anziché fisica. E le conseguenze sono depressione, ansia, insonnia, incubi, disturbi della memoria, cambiamenti di personalità, pensieri suicidi. Ovvero: esistenze spezzate, relazioni in frantumi, tutto un mondo da tenere insieme, con fatica, spesso in solitudine. Cinquecentomila veterani mentalmente feriti, un numero impressionante, una percentuale più alta rispetto ai conflitti precedenti. Ma come afferrare le vere dimensioni di questo numero, e tutte le sue implicazioni, in un paese che ha prestato così poca attenzione a quelle due guerre?Per rispondere a questa domanda David Finkel, giornalista del "Washington Post" e vincitore del premio Pulitzer nel 2006, in Grazie per quello che avete fatto ha scelto di raccontare le storie di alcuni reduci e dei loro familiari. Storie come quella del "grande sergente" Adam Schumann, che ha lasciato l'esercito ma continua a vivere circondato dai fantasmi dei compagni rimasti sul terreno in Iraq; o quella di Tausolo Aieti, un eroe agli occhi di molti, perseguitato dall'incubo ricorrente di non essere riuscito a mettere in salvo il suo amico; oppure quella di Nic DeNinno, che non può dimenticare l'uomo del suo plotone arso vivo in un blindato; o di Danny Holmes, tornato a casa con in tasca un congedo onorevole e lanciatosi dalle scale con una corda intorno al collo. Storie che si intrecciano inevitabilmente a quelle delle loro compagne: donne che controllano farmaci e pregano che domani vada meglio, che si chiedono come faranno a pagare le bollette e a crescere i figli, che giorno dopo giorno vedono sgretolarsi quello che resta dell'amore, del coraggio, della forza, della compassione. Sono storie di ferite mai rimarginate, di vite in bilico tra speranza e naufragio, di tentativi commoventi e tenaci di darsi un'altra possibilità. Di non pagare, da soli, tutto il prezzo della guerra.David Finkel ha vinto il premio Pulitzer nel 2006 per i suoi articoli sui rapporti tra Stati Uniti e Yemen apparsi sul "Washington Post". Corrispondente dal Kosovo, dall'Afghanistan e dall'Iraq, nel 2009 ha pubblicato I bravi soldati (Mondadori 2011), vincitore del premio Alex 2010.