Entra in MediaLibraryOnLine (MLOL)

Accedi gratuitamente a e-book, quotidiani, riviste, musica e a molte altre risorse consultabili on line, scaricabili liberamente o in prestito elettronico. 

  • Username e password per l'accesso sono le medesime rilasciate con la tessera delle Biblioteche civiche torinesi.  
  • Il prestito degli e-book scaricabili è limitato a 2 (due) al mese solare per utente e ha una durata di 14 giorni.

Leggi la guida all'uso.


Cerca un e-book scaricabile da MLOL o sfoglia la lista delle novità

Includi: tutti i seguenti filtri
× Soggetto Scienze umane

Trovati 1837 documenti.

Mostra parametri
I bambini di Moshe. Gli orfani della Shoah e la nascita di Israele
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Luzzatto, Sergio

I bambini di Moshe. Gli orfani della Shoah e la nascita di Israele

Einaudi, 16/01/2018

Abstract: Sergio Luzzatto racconta qui l'avventura di un numero sorprendente di bambini ebrei, scampati alla Soluzione finale e rifugiati nell'Italia della Liberazione: circa settecento giovanissimi polacchi, ungheresi, russi, romeni, profughi dopo il 1945 tra le montagne di Selvino, nella Bergamasca. E racconta l'avventura di Moshe Zeiri, il formidabile ebreo galiziano che, ponendosi alla guida dei bambini salvati, consentirà loro di rinascere da cittadini del nuovo Israele. Questa è la storia di una redenzione. Tragicamente privati di una famiglia, di una casa, di una lingua, irreparabilmente derubati di ogni loro passato, gli orfani della Shoah vedono dischiudersi, grazie agli emissari sionisti, la prospettiva di un futuro nella Terra promessa: un futuro da costruire tutti insieme, maschi e femmine, come in una grande famiglia riunita in un "kibbutz Selvino". I bambini di Moshe sono orfani della Shoah rinati alla vita nell'Italia della Liberazione. Sono giovanissimi ebrei d'Europa centrale e orientale sfuggiti allo sterminio nazista, che nel 1945 hanno incontrato un uomo come Moshe Zeiri: il militante sionista che fondò e diresse a Selvino, nella Bergamasca, l'orfanotrofio piú importante dell'Europa postbellica. Falegname per formazione, teatrante per vocazione, Moshe faceva parte di un piccolo gruppo di ebrei a loro volta originari dell'Europa centro-orientale. Giovani immigrati in Palestina negli anni Trenta, che fra il 1944 e il 1945 hanno risalito l'Italia come soldati volontari nel Genio britannico, per cercare di salvare il salvabile. Se non il loro "mondo di ieri", la civiltà yiddish irrimediabilmente distrutta, almeno gli ultimi resti del popolo sterminato. Dopo il drammatico suo incontro con i bambini sopravvissuti, Moshe Zeiri li organizza a Selvino in una specie di repubblica degli orfani, e attraverso l'educazione sionistica li prepara a una seconda vita. Non piú la vita rassegnata delle vittime, "laggiú", nelle terre di sangue della Soluzione finale, ma la vita libera e forte dei coloni di Eretz Israel, nella Terra promessa. D'altra parte, la storia dei bambini di Moshe è anche la storia di un'illusione. Perché dopo la guerra d'indipendenza del 1948, l'utopia del "kibbutz Selvino" avrebbe finito per scontrarsi, nello Stato di Israele, con la realtà di nuovi (e brutali) rapporti di forza.

Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Damilano, Marco

Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia

Feltrinelli Editore, 08/03/2018

Abstract: "Via Fani è stato il luogo del nostro destino. La Dallas italiana, le nostre Twin Towers. Nel 1978, l'anno di mezzo tra il '68 e l'89. Tra il bianco e nero e il colore. Lo spartiacque tra diverse generazioni che cresceranno tra il prima e il dopo: il tutto della politica – gli ideali e il sangue – e il suo nulla."Il sequestro di Aldo Moro ha segnato la fine della Repubblica dei partiti. Marco Damilano torna su quell'istante, le nove del mattino del 16 marzo 1978, in cui il presidente della Dc fu rapito e gli uomini della sua scorta massacrati. Fu l'inizio di un dramma nazionale e di una lunga rimozione.Un viaggio nella memoria personale e collettiva, nei luoghi, nelle correlazioni con altri protagonisti di quegli anni come Sciascia e Pasolini. Le carte personali di Moro rimaste finora inedite, le foto, i ritagli, gli scambi epistolari con politici, intellettuali, giornalisti, persone comuni. La ricostruzione della sua strategia e della sua umanità, strappata all'immagine di prigioniero delle Brigate rosse e restituita al ruolo politico di chi aveva capito meglio di tutti l'Italia, "il paese dalla passionalità intensa e dalle strutture fragili", e la debolezza del potere.Dopo l'assassinio di Moro, il 9 maggio, al termine di 55 giorni di tragedia, sono arrivate la morte di Berlinguer, la dissoluzione della Dc, Tangentopoli e la latitanza di Craxi in Tunisia. Fino all'ultima stagione, con la politica che da orizzonte di senso per milioni di italiani si è fatta narcisismo e nichilismo, cedendo alla paura e alla rabbia. Per questo la voce di Moro parla ancora, come aveva previsto lui stesso: "Io ci sarò come un punto irriducibile di contestazione e alternativa".

59 curiosità sull'antico Egitto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

59 curiosità sull'antico Egitto

Passerino, 05/01/2018

Abstract: Un popolo straordinario, precursore in tanti campi, che creò il più antico Stato al mondo circa 4000 anni fa. I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Rerum novarum. Ediz. italiana e latina
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Leone XIII

Rerum novarum. Ediz. italiana e latina

Passerino, 08/01/2018

Abstract: Leone XIII (Vincenzo Gioacchino dei conti Pecci, Carpineto Romano 1810 - Roma 1903) è stato il 256º papa della storia della Chiesa Cattolica. Fu eletto al soglio pontificio nel 1878. Il documento più noto del suo pontificato è stato senza ombra dubbio la Rerum novarum, enciclica pubblicata nel 1891 e dedicata al tema scottante del lavoro. Il testo rappresenta il fondamento teorico della dottrina sociale della Chiesa Cattolica e la risposta alla questione operaia di fine Ottocento. Leone XIII esprime in maniera nitida la condanna delle dottrine socialiste del tempo, mettendo  poi pure in luce gli effetti sulla società delle trasformazioni economiche causate dall'affermarsi del capitalismo e del processo di industrializzazione. Chiare sono anche l'esortazione alla costituzione dell'associazionismo sindacale tra gli operai, l'orientamento cristiano dei rapporti tra i datori di lavoro e gli operai, l'affermazione del fondamentale ruolo dello Stato nella soluzione della questione del lavoro.Testo italiano e latino.  

La scienza occulta nelle sue linee generali
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Steiner, Rudolf

La scienza occulta nelle sue linee generali

Passerino, 08/01/2018

Abstract: "La scienza occulta nelle sue linee generali" (1910) è uno dei principali testi di riferimento dell'antroposofia, la disciplina esoterica fondata da Rudolf Steiner.  Rudolf Joseph Lorenz Steiner (Murakirály 1861  –  Dornach, 30 marzo 1925) è stato un esoterista e teosofo austriaco.Traduzione dal tedesco a cura di Emmelina De Renzis e Emma Battaglini.

Maximum illud. Ediz. italiana e latina
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Benedetto XV

Maximum illud. Ediz. italiana e latina

Passerino, 08/01/2018

Abstract: Benedetto XV (Giacomo Paolo Giovanni Battista della Chiesa, Pegli di Genova, 21 novembre 1854 – Roma, 22 gennaio 1922) è stato il 258º papa della Chiesa Cattolica. Si oppose fermamente alla Prima Guerra Mondiale definendola una "inutile strage". È stato uno dei promotori di massimo rilievo del rinnovamento missionario cattolico in atto nella prima metà del Novecento. Con la Maximum illud, celebre lettera apostolica pubblicata nel 1919, diede un nuovo impulso all'implementazione delle missioni cattoliche in tutto il mondo. Prese posizione contro gli interessi coloniali delle potenze occidentali con un'inversione di marcia che contribuì a riportare la missione della Chiesa sulla via evangelica.Testo in italiano e latino. 

Il fermo proposito
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pio X

Il fermo proposito

Passerino, 08/01/2018

Abstract: Pio X (Giuseppe Melchiorre Sarto, Riese 1835 - Roma 1914) è stato il 257º papa della Chiesa Cattolica. Nel 1903 fu eletto al soglio Pontificio succedendo a papa Leone XIII. Il suo pontificato si svolse in circostanze piuttosto articolate e spinose che interessarono le relazioni politico-diplomatiche tra la Chiesa e la Francia e in Italia per i fatti riguardanti la questione sociale. Con la pubblicazione della lettera enciclica Vehementer nos del 1906 il Pontefice romano prese posizione contro la separazione tra Stato e Chiesa, implementata dalla Francia. In Italia si adoperò per temperare il rigore delle disposizioni del Non expedit, ovvero il divieto per i cattolici di partecipare alla vita politica del paese imposto dal Pio IX nel 1874, permettendo la partecipazione dei cattolici alle elezioni politiche e, dunque, al parlamento italiano. Con l'enciclica Il fermo proposito pubblicata nel 1905 mise mano all'organizzazione del laicato inaugurando l'istituzione e lo sviluppo dell'Azione Cattolica. Nel 1954 Pio X fu proclamato santo sotto il pontificato di Pio XII.

L'Italia europea. Dall'unificazione all'unione
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bonini, Francesco - Di Maio, Tiziana - Tognon, Giuseppe

L'Italia europea. Dall'unificazione all'unione

Edizioni Studium S.r.l., 15/01/2018

Abstract: Obiettivo di questa ricerca collettiva, promossa dalla Lumsa, è indagare come l'Italia dall'Unificazione sia un attore necessario per il progressivo definirsi dello spazio politico, istituzionale, culturale e sociale europeo, come essa sia influenzata nel suo divenire da questo dato e come a sua volta contribuisca a caratterizzarlo. Il percorso, che implica ma non tematizza il termine ad quem - un termine peraltro mobile e indefinito - dell'Unione europea, è scandito in due periodi. Il primo ha due inizi, il 1848 e il 1861 e arriva al 1912, data di una guerra italiana ed europea, quella di Libia. Il secondo, attraverso due guerre mondiali, arriva fino al 1946, con l'approdo della Repubblica e della Costituente. Al di là di uno stantìo confronto di "modelli", il percorso che si propone in queste pagine vuole offrire elementi per disegnare, a partire da uno specifico percorso, una trama transnazionale. A misura di un'Europa in cui i diversi percorsi nazionali interagiscono in profondità, con modalità ed esiti che è ormai tempo di ricostruire nelle molteplici loro sedimentazioni e dimensioni problematiche e dunque nelle loro prospettive.

59 facts you may not know about ancient Egypt
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

59 facts you may not know about ancient Egypt

Passerino, 15/01/2018

Abstract: An incredible population that made ground-breaking discoveries in many industries and created the world's most ancient State, about 4000 years ago.Passerino Editore's mini ebooks are the quick, simple and complete guides you need to orientate yourself in the history of the world.

Un grande amico. Il Maritain di Piero Viotto
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pinna, Samuele

Un grande amico. Il Maritain di Piero Viotto

Edizioni Studium S.r.l., 16/01/2018

Abstract: Presentazione di Vittorio Possenti.  Postfazione di Gennaro Giuseppe Curcio.          A un anno dalla morte, il presente studio desidera essere un doveroso ricordo e un omaggio a Piero Viotto (1924-2017), il quale ha dedicato tutta la sua vita alla ricerca scientifica, trovando in Jacques Maritain (1882-1973) un punto di riferimento fondamentale e divenendo, a sua volta, egli stesso punto di riferimento per coloro che vogliono accostarsi alla vasta opera del filosofo francese, che - sul solco tracciato da san Tommaso - ha contemplato e trasmesso la Verità. Il volume si sofferma innanzi tutto sulla figura di Jacques Maritain in quanto filosofo cristiano così come tracciata da Viotto, il quale ne restituisce il pensiero metafisico in modo organico e completo mediante le sue numerose pubblicazioni. Se Umanesimo integrale è attentamente analizzato in diversi contributi da Viotto, di inestimabile valore sono le sue riletture di Maritain quale filosofo dell'educazione. L'opera si sofferma poi sugli ultimi scritti (2012-2016), quasi un testamento in cui sono riportati i capisaldi dell'interpretazione del pensiero maritainiano.

La razionalità pratica di Aristotele
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Berti, Enrico

La razionalità pratica di Aristotele

Edizioni Studium S.r.l., 19/01/2018

Abstract: Nell'Ottocento l'etica di Aristotele, che aveva dominato la cultura europea sin dagli inizi dell'era cristiana (il primo commento all'Etica Nicomachea risale ad Aspasio, II secolo d. C.), ebbe una breve eclissi, nel senso che fu temporaneamente soppiantata dall'etica di Kant e poi dall'utilitarismo e dalle scienze umane (antropologia, psicologia, sociologia). Ma quando, a metà del Novecento, ci si rese conto dell'incapacità delle scienze umane di dare giudizi di valore e quindi di orientare la prassi, venne riscoperta l'etica aristotelica, anzi la "filosofia pratica" di Aristotele, intesa come forma di razionalità non scientifica e tuttavia autentica, capace di orientare la prassi. Di qui la valorizzazione della "saggezza" a opera di Gadamer e della sua scuola, delle virtù in generale da parte di McIntyre e dei comunitaristi, della nozione di eudaimonia come piena realizzazione della capacità umane da parte di Martha Nussbaum e persino di un economista come Amartya Sen. Ma con la filosofia pratica di Aristotele è stata riscoperta anche la sua filosofia politica, che indica nella naturalità della polis la possibilità di un superamento dello Stato moderno ormai manifestamente in declino per la perdita dell'autosufficienza. Un'utilizzazione della politica aristotelica nella direzione di una società politica multinazionale si trova nel cosiddetto "gruppo di Chicago", formato dal cattolico J. Maritain, dal protestante R.M. Hutchins, dall'ebreo M.J. Adler e da altri, autori nel 1951 di un progetto di costituzione mondiale.A conferma dell'interesse che la razionalità pratica di Aristotele suscita ancora oggi, il dossier che qui presentiamo contiene interventi di un ambasciatore, Roberto Rossi, di un ingegnere, Faber Fabbris, di un'insegnante di liceo, Silvia Gullino, e di uno studioso alle sue prime esperienze di insegnamento universitario, Luca Grecchi.

La Shoah oggi
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Maletta, Sante - Peri, Maria

La Shoah oggi

Edizioni Studium S.r.l., 19/01/2018

Abstract: Ogni evento storico ospita una potenziale storia degli effetti attraverso la quale il suo senso si arricchisce nel tempo grazie alle interpretazioni dei posteri che lo studiano e lo meditano. Questo vale tanto più per la Shoah, un avvenimento talmente carico di senso da sembrare ad alcuni lettori indecifrabile, incomprensibile, inimmaginabile. Questo dossier intende presentare alcune recenti prospettive sulla Shoah che supportino gli insegnanti di storia nel difficile compito di una mediazione didattica disciplinare e interdisciplinare. Esso da un lato sceglie consapevolmente di non evitare un paio di questioni "imbarazzanti", quali la negazione della Shoah e la sua banalizzazione da parte della cultura di massa; dall'altro incoraggia il riferimento alle storie individuali come via d'accesso preferenziale alle vicende dell'attuazione dello sterminio e ai tentativi di resistenza e salvataggio.

Uccidete il comandante bianco. Un mistero nella Resistenza
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Pansa, Giampaolo

Uccidete il comandante bianco. Un mistero nella Resistenza

Rizzoli, 20/02/2018

Abstract: La storia che leggerete è anche un racconto della giovinezza vissuta dalla generazione che si trovò immersa nel mattatoio della seconda guerra mondiale. Il comandante bianco era uno di loro: Aldo Gastaldi, classe 1921, nome di battaglia Bisagno. Per ricostruire le sue vicende, e quelle dei commissari politici comunisti che lo avversavano, ho usato fonti molto diverse, a cominciare dalle memorie di chi è salito in montagna con lui nell'autunno del 1943, quando aveva appena ventidue anni. Ma mi sono avvalso anche di molti passaggi ideati da me. Ecco il ritratto di un giovane altruista, coraggioso, un cattolico che non aveva paura di morire, convinto che il suo destino fosse nelle mani di Dio. Non essere comunista lo rendeva diverso dai dirigenti rossi, la maggioranza nelle file dell'antifascismo armato. Eppure Bisagno guidava la divisione partigiana più forte della Liguria: la Cichero, una formazione delle Garibaldi. Ritenuto troppo legato alla Curia genovese e ai democristiani ancora clandestini, era destinato a entrare in contrasto con i quadri del Pci che puntavano a conquistare il potere in Italia. Lo scontro emerse con asprezza negli ultimi mesi della Resistenza. Il 21 maggio 1945, quando non si sparava più, Bisagno morì in un incidente stradale molto dubbio. Questo libro propende per un delitto deciso dal nuovo potere rosso. La storia del comandante della Cichero mi ha confermato una verità: a tanti decenni di distanza, esistono ancora molti aspetti della nostra guerra civile avvolti nel mistero. Qualcuno dovrà pur svelare certi enigmi. È un compito che non può essere assolto da un autore anziano come me. Ma avverto che non sarà un'impresa facile per nessuno. La storia della Resistenza sbandierata dai vincitori nasconde troppe menzogne. È una narrazione in gran parte falsa e va riscritta quasi per intero. Il tanto demonizzato revisionismo è un obbligo morale per chi non accetta che la propria nazione si regga su un racconto di se stessa viziato da troppe fake news, per usare un'immagine di moda. Soltanto alla fine di questo percorso lungo si potrà davvero ottenere la storia condivisa sempre invocata. G.P.

Chiesa senza storia, storia senza chiesa. L'inattuale "modernità" del problema chiesa-mondo
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Marengo, Gilfredo

Chiesa senza storia, storia senza chiesa. L'inattuale "modernità" del problema chiesa-mondo

Edizioni Studium S.r.l., 23/01/2018

Abstract: A cinquant'anni dal Vaticano II, Papa Francesco ha messo in campo la categoria di "crisi dell'impegno comunitario" per leggere lo stato dell'arte della vita della chiesa di oggi. Per comprendere in maniera adeguata questo giudizio è necessario rileggere il lungo e accidentato percorso del rapporto della chiesa con il mondo: i termini con i quali, ancora oggi, si è soliti affrontarlo, proprio perché "moderni" nella loro genesi, non sono più attuali e utili. Occorre prendere sul serio l'invito a riconoscere e accettare senza riserve l'attuale "cambiamento d'epoca": qui sembra aprirsi la strada per procedere a superare il divorzio tra la Chiesa e la storia, una tra le finalità al cuore del Vaticano II, ancora in attesa di essere pienamente recepito.

La donna non esiste. E l'uomo? Sesso, genere e identità
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Vassallo, Nicla

La donna non esiste. E l'uomo? Sesso, genere e identità

Codice Edizioni, 25/01/2018

Abstract: Negli ultimi anni il dibattito sul rapporto tra sesso, identità e genere si è intensificato. In pochi però se ne interessano, e molti purtroppo parlano a sproposito. I contributi raccolti in questo volume gettano su questi temi uno sguardo innovativo, multidisciplinare e spesso ribelle. Gli stereotipi oggi dominanti (e limitanti) di sesso e gender vengono superati, per concedere a ogni essere umano la propria individualità. Inoltre vengono affrontate alcune questioni cruciali. Quanti sono i sessi? Come si pone la biologia di fronte alla classificazione della appartenenza ai sessi e alla multidimensionalità dell'identità di genere? Come la bioetica ripensa l'"umano" dopo il superamento del binarismo sessuale? Le nostre città marginalizzano gli individui la cui vita sociale e privata non può essere ingabbiata in spazi specializzati? Che tipo di medicina è la medicina di genere? In quali modi il neurosessismo continua a manifestarsi nel rapporto comunicativo tra scienza e società civile?

59 curiosità sul papa
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

59 curiosità sul papa

Passerino, 25/01/2018

Abstract: 59 curiosità sulla più alta autorità religiosa riconosciuta nella Chiesa Cattolica."Ubi Petrus, ibi Ecclesia" (la Chiesa esiste solo dove è riconosciuto il primato di Pietro, cioè del Papa).Ambrogio da Milano  (Treviri 340 - Milano 397)I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Dal "Risorgimento" al "Rinascimento"
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Cotugno, Alessio

Dal "Risorgimento" al "Rinascimento"

Edizioni Studium S.r.l., 26/01/2018

Abstract: Al centro di questo libro è la storia incrociata di una coppia di parole, Rinascimento e Risorgimento, che hanno molto più in comune di quanto comunemente si creda.Al di là degli aspetti formali (in entrambe sono presenti lo stesso prefisso e lo stesso suffisso), ad avvicinarle è il tratto di strada che i loro significati hanno percorso insieme, fino al XIX secolo, quando i processi di costruzione di una storiografia nazionale resero necessaria la separazione dei loro destini.Il volume ripercorre così un segmento importante della storia d'Italia seguendo la vita e le avventure di due parole nelle quali essa può ancor oggi riconoscersi e identificarsi.

Patria
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Bruni, Francesco

Patria

Edizioni Studium S.r.l., 26/01/2018

Abstract: Patria racconta le connessioni con la sfera più profonda, fisica e biologica della persona (il padre e, ovviamente, la madre), e con le idee più astratte: per esempio, il mondo concepito come patria del sapiente nella filosofia degli Stoici. Ciò non toglie che a patria si sia accompagnato spesso l'aggettivo piccola.Il lavorio della mente umana si rivela inoltre nell'associare significati concreti e significati astratti, in un gioco indefinito di associazione e variazione di significati/idee. Patria non ha femminile, e però alla serie appartiene la coppia patrimonio/matrimonio.

La costola di Adamo. Santi, papi e teologi contro le donne
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Passerino Editore

La costola di Adamo. Santi, papi e teologi contro le donne

Passerino, 30/01/2018

Abstract: Legata a ragioni storiche più che dogmatiche, la misoginia delle autorità ecclesiastiche si manifesta fin dai primi secoli del Cristianesimo.Nell'ebook una breve rassegna di personalità del mondo cristiano che hanno scritto contro le donne. I mini-ebook di Passerino Editore sono guide agili, essenziali e complete, per orientarsi nella storia del mondo.

Il sugo della storia
0 0 0
Logo MediaLibraryOnline Risorsa locale

Montanari, Massimo

Il sugo della storia

Laterza, 01/02/2018

Abstract: Racconti gustosi, stranezze e pregiudizi sul cibo nelle parole di un grande storico dell'alimentazione.Al di là di informazioni che spesso riempiono lacune che nemmeno sospettavamo di avere (davvero sapevate perché si dice 'pasta al dente' e che in Azerbaigian, sulle rive del Caspio, si cucinano ottimi tortellini, affini del resto ai pelmeni siberiani?), queste storie di cibo che si leggono d'un fiato riescono davvero a fare Storia con la maiuscola. Franco Cardini, "Avvenire" Alzi la mano o meglio la forchetta chi non ha mai pensato che le melanzane alla parmigiana avessero a che fare con Parma. Invece la dizione corretta è parmigiana di melanzane e viene dal latino parma che significa scudo (la barriera che si costruisce intorno al ripieno). Questa e molte altre sorprese si trovano nel libro di Montanari, grande storico dell'alimentazione che ci aiuta a capire come nasce la nostra cultura gastronomica. Rocco Moliterni, "Tuttolibri"