Includi: tutti i seguenti filtri
× Biblioteca 01 - Civica centrale
× Data 2010
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Crovella, Giuseppe <musicista>
× Tutto testo Libro parlato Prestito riservato agli utenti con disabilità di lettura

Trovati 12774 documenti.

Fortunatamente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Charlip, Remy

Fortunatamente / scritto e illustrato da Remy Charlip

Roma : Orecchio acerbo, 2010

Abstract: Età di lettura: da 3 anni.

Tu...
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dodd, Emma

Tu... / Emma Dodd

Milano : L'ippocampo junior, 2010

Abstract: Mi piace ogni parte di te, i tuoi occhi, le tue orecchie, il tuo naso. Mi piace ogni parte di te, mi piaci tutto, da testa a coda. Questo tenero scimmiottino ha qualcuno di speciale che lo ama ogni giorno di più. Età di lettura: da 4 anni.

Piccole donne crescono
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Geronimo

Piccole donne crescono / [testo originale di Louisa May Alcott ; liberamente adattato da] Geronimo Stilton

Milano : Piemme, 2010

Sesto viaggio nel regno della fantasia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Stilton, Geronimo

Sesto viaggio nel regno della fantasia / Geronimo Stilton

Milano : Piemme, 2010

Abstract: Un grande pericolo si insinua nel regno della fantasia... Vermelia, la regina delle regine e custode del grande rubino di fuoco, vuole impossessarsi di un'altra potentissima pietra, lo zaffiro blu... Se ci riuscirà, l'intero Regno cadrà nelle sue mani. Inizia così un'altra fantastica avventura per Geronimo! Età di lettura: da 9 anni.

No, niente nanna!
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Blake, Stephanie

No, niente nanna! / Stephanie Blake

Milano : Babalibri, stampa 2010

Abstract: Simone e il suo fratellino Gaspare hanno costruito una supermega capanna. Ma ora è tempo di rientrare a casa. Quando è il momento di addormentarsi «Ahhh!» Gaspare si accorge di aver dimenticato la sua copertina nella capanna. E senza copertina, NO, NIENTE NANNA! Simone non riesce a convincerlo ad aspettare l’indomani e allora: «Gaspare! Dammi il mio mantello!» È deciso. È tempo per Simone di dimostrare al suo fratellino che lui è un Superconiglio. Certo, l’incontro con il mostro non se l’aspettava neanche il supereroe Simone…

Non tutti i bastardi sono di Vienna
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Molesini, Andrea

Non tutti i bastardi sono di Vienna / Andrea Molesini

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: Orgoglio, patriottismo, odio, amore: passioni pure e antiche si mescolano e si scontrano tra loro, intorbidate più che raffrenate dal senso, anch'esso antico, di reticenza e onore. Villa Spada, dimora signorile di un paesino a pochi chilometri dal Piave, nei giorni compresi tra il 9 novembre 1917 e il 30 ottobre 1918: siamo nell'area geografica e nell'arco temporale della disfatta di Caporetto e della conquista austriaca. Nella villa vivono i signori: il nonno Guglielmo Spada, un originale, e la nonna Nancy, colta e ardita; la zia Maria, che tiene in pugno l'andamento della casa; il giovane Paolo, diciassettenne, orfano, nel pieno dei furori dell'età; la giovane Giulia, procace e un po' folle, con la sua chioma fiammeggiante. E si muove in faccende la servitù: la cuoca Teresa, dura come legno di bosso e di saggezza stagionata; la figlia stolta Loretta, e il gigantesco custode Renato, da poco venuto alla villa. La storia, che il giovane Paolo racconta, inizia con l'insediamento nella grande casa del comando militare nemico. Un crudo episodio di violenza su fanciulle contadine e di dileggio del parroco del villaggio, accende il desiderio di rivalsa. Un conflitto in cui tutto si perde, una cospirazione patriottica in cui si insinua lo scontro di psicologie, reso degno o misero dall'impossibilità di perdonare, e di separare amore e odio, rispetto e vittoria.

Una canzone che ti strappa il cuore
0 0 0
Materiale linguistico moderno

OʼConnor, Joseph <1963- >

Una canzone che ti strappa il cuore / Joseph O'Connor ; traduzione di Massimo Bocchiola

Parma : Guanda, [2010]

Abstract: Nella Dublino oscurantista di inizio Novecento, la diciassettenne Molly Allgood muove i primi passi nel mondo del teatro e sogna un futuro da star in America. Ribelle, irriverente, bella, corteggiata da tutti, diventa l'amante di John Synge, il più importante drammaturgo irlandese, un genio inquieto, un poeta dal linguaggio forte e dalle passioni tempestose. Il loro è un amore tormentato, a volte crudele, spesso tenero, che sfida le convenzioni rigide dell'età edoardiana, la differenza di età e di estrazione sociale. Molti anni dopo, Maire O'Neill è una reliquia del passato, un'anziana attrice logorata dalla malinconia, dalle ambizioni e dai rimpianti di una vita. Molly, così l'hanno sempre chiamata, ormai si aggira sola e smarrita per le frenetiche strade di Londra. Nel suo mondo trasognato le figure reali si confondono con i fantasmi, con il vago chiarore dei luoghi e delle presenze che avverte intorno a sé: Dublino, le colline della contea di Wicklow, Londra, New York attraversano il tempo e lo spazio, come lo scenario di un immobile atto unico. L'antica storia d'amore proibita che Molly non ha mai dimenticato si riverbera negli oggetti e nei ricordi, in strane irruzioni diurne. Come in un lungo monologo a mezza voce, o in una vecchia canzone appena sussurrata, lo sgattaiolare del passato fuori dalle credenze dà vita a un romanzo struggente, intessuto di una luce magica, una storia di abbandoni e riconciliazioni che è un omaggio all'arte stessa di narrare.

La dea cieca
5 1 0
Materiale linguistico moderno

Holt, Anne

La dea cieca / Anne Holt ; traduzione di Giorgio Puleo

Torino : Einaudi, 2010

Abstract: Un piccolo spacciatore ucciso per le strade di Oslo. Un ragazzo olandese fermato in stato confusionale e coperto di sangue: il sospetto ideale sul quale concentrare le indagini. La donna che l'ha trovato, Karen Borg, è un avvocato civilista, ma il ragazzo dichiara di voler parlare solo con lei e di volerla come difensore. Ma c'è un secondo omicidio, quello di un avvocato di dubbia moralità, e sembra non avere alcun legame con il primo. Sembra soltanto, però. Spetta all'ispettrice Hanne Wilhelmsen andare a fondo su entrambi i delitti, fino a intuire collegamenti impensati. Può essere davvero possibile che droga, avvocati, corruzione e perfino servizi segreti siano legati da un'unica rete?

Un karma pesante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bignardi, Daria

Un karma pesante : romanzo / Daria Bignardi

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Quando ha sentito che a novembre compio quarantadue anni mi ha guardata negli occhi e ha detto: 'Quarantadue è multiplo di sette. Sarà un anno di grandi cambiamenti: stai pronta, Eugenia'. Eugenia Viola non crede nei multipli di sette, ma è sempre stata fin troppo pronta a mettersi in gioco. Era un'adolescente segnata da un dolore prematuro e ossessionata dalla ricerca della propria identità: oggi è una donna spericolata eppure saggia. Ciò che sa fare meglio, quel che le toglie il sonno, è il suo lavoro di regista. Ma quando improvvisamente la vita la obbliga a fermarsi, il film che ci racconta è quello dei tanti pezzi di sé lasciati per strada. La tredicenne affascinata dall'oscuro protagonista di un romanzo russo, la ragazza che parte per Londra in fuga dalla malattia del padre, la ventenne inquieta che approda nella Milano dei profondi anni Ottanta e poi nella New York degli anni Novanta. Fino al presente rigoroso, assediato dalle nevrosi degli Anni Zero ma riempito dall'amore imperfetto per Pietro e per le figlie Rosa e Lucia, le uniche capaci di ancorarla a terra. Un karma pesante getta uno sguardo insolito e brillante sui nostri ultimi trent'anni ed è insieme la storia di una donna spietata con se stessa ma teneramente fragile, allegra, materna, tanto dolorosamente vicina all'autenticità della vita che abbiamo l'impressione di conoscerla almeno quanto conosciamo noi stessi.

Il meccanico Landru
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vitali, Andrea <1956- >

Il meccanico Landru / Andrea Vitali

[Milano] : Garzanti, 2010

Abstract: In un freddo pomeriggio d'inizio gennaio 1930, alla stazione di Bellano scendono sei uomini malvestiti e con la barba lunga. È la squadra di meccanici che dovrà montare i nuovi telai elettrici nel cotonificio: come spesso accade nei momenti di crisi economica, servono macchine moderne per produrre di più con meno operai. Ma non è questo l'unico turbamento che gli intrusi portano nella piccola e quieta cittadina. Perché si trovano subito al centro di una memorabile rissa, che turba il ballo organizzato per festeggiare le nozze del principe Umberto con Maria José. Nel gruppetto c'è un meccanico dall'aria fascinosa e dal nome bizzarro: Landru. Saranno in molti, e per diversi motivi, a sperare che il misterioso ospite possa aiutarli a realizzare i loro desideri.

Canale Mussolini
3 2 0
Materiale linguistico moderno

Pennacchi, Antonio <1950- >

Canale Mussolini : romanzo / Antonio Pennacchi

Milano : Mondadori, 2010

Abstract: Canale Mussolini è l'asse portante su cui si regge la bonifica delle Paludi Pontine. I suoi argini sono scanditi da eucalypti immensi che assorbono l'acqua e prosciugano i campi, alle sue cascatelle i ragazzini fanno il bagno e aironi bianchissimi trovano rifugio. Su questa terra nuova di zecca, bonificata dai progetti ambiziosi del Duce e punteggiata di città appena fondate, vengono fatte insediare migliaia di persone arrivate dal Nord. Tra queste migliaia di coloni ci sono i Peruzzi. A farli scendere dalle pianure padane sono il carisma e il coraggio di zio Pericle. Con lui scendono i vecchi genitori, tutti i fratelli, le nuore. E poi la nonna, dolce ma inflessibile nello stabilire le regole di casa cui i figli obbediscono senza fiatare. Il vanitoso Adelchi, più adatto a comandare che a lavorare, il cocco di mamma. Iseo e Temistocle, Treves e Turati, fratelli legati da un affetto profondo fatto di poche parole e gesti assoluti, promesse dette a voce strozzata sui campi di lavoro o nelle trincee sanguinanti della guerra. E una schiera di sorelle, a volte buone e compassionevoli, a volte perfide e velenose come serpenti. E poi c'è lei, l'Armida, la moglie di Pericle, la più bella, andata in sposa al più valoroso. La più generosa, capace di amare senza riserve e senza paura anche il più tragico degli amori. E Paride, il nipote prediletto, buono e giusto, ma destinato, come l'eroe di cui porta il nome, a essere causa della sfortuna che colpirà i Peruzzi e li travolgerà.

Nel mare ci sono i coccodrilli
4 6 0
Materiale linguistico moderno

Geda, Fabio

Nel mare ci sono i coccodrilli : storia vera di Enaiatollah Akbari / Fabio Geda

Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2010

Abstract: Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l'incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l'Iran, la Turchia e la Grecia. Un'odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l'ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età. Questa è la sua storia.

Bell'Europa e dintorni
0 0 0
Seriali

Bell'Europa e dintorni

Milano : Giorgio Mondadori, 2010-

  • Non prenotabile
  • Fascicoli: 33
  • In prestito: 15
  • Prenotazioni: 0
La scala dorata
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Levi, Lia

La scala dorata / Lia Levi ; illustrazioni di Barbara Bongini

Milano : Piemme Junior, 2010

Abstract: Parigi, 1 858. Doriano e Alessandro sono figli di un diplomatico del regno di Sardegna deciso a convincere Napoleone III ad appoggiare la causa italiana contro gli austriaci. Tra feste, nuovi amici e piccoli segreti, anche i due ragazzi saranno coinvolti in questa delicata missione. Età di lettura: da 9 anni.

Scene dalla vita di un villaggio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Oz, Amos

Scene dalla vita di un villaggio / Amos Oz ; traduzione di Elena Loewenthal

Milano : Feltrinelli, 2010

Abstract: Un uomo capita, quasi per caso, in un pittoresco villaggio d'Israele, Tel Ilan. Tutto sembra immerso in una quiete pastorale, se non fosse che invece in quell'armonia formicolano segreti, fenomeni inquietanti, tresche amorose, eventi di sangue. Tocca al visitatore cercare di svelare l'enigma, o anche soltanto conciliarsi con tutti questi misteri. Come quello di Benni Avni, sindaco del villaggio, che un giorno riceve un biglietto dalla moglie con solo quattro parole: Non preoccuparti per me. Il marito naturalmente si preoccupa, la cerca in casa, in un rifugio antiaereo in rovina, in una sinagoga vuota, in una scuola - e questo è quanto. Non sapremo mai dov'è finita la moglie di Benni Avni. Né sapremo mai l'identità di quella strana donna, vestita da escursionista, che improvvisamente appare davanti all'agente immobiliare Yossi Sasson. O cosa è successo al nipote della dottoressa Ghili Steiner, che doveva arrivare al villaggio con l'ultimo pullman, ma non si è mai visto. O chi sia lo strambo Wolf Maftzir, che si infiltra nella vita e nella casa di Arieh Zelnik. Qualcosa di terribile è accaduto nel passato dei protagonisti di Tel Ilan. Qualcosa non è stato assorbito dalle loro menti e non è stato preservato nelle loro memorie, eppure esiste da qualche parte, nelle cantine, freme negli oggetti stessi, rivissuto ancora e ancora attraverso il dimenticare, in attesa del momento della rivelazione.

Le perfezioni provvisorie
3 0 0
Materiale linguistico moderno

Carofiglio, Gianrico

Le perfezioni provvisorie / Gianrico Carofiglio

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: Le giornate di Guido Guerrieri trascorrono in equilibrio instabile fra il suo lavoro di avvocato - un nuovo elegante studio, nuovi collaboratori, una carriera di successo - e la solitudine venata di malinconia delle sue ore private. Antidoti a questa malinconia: il consueto senso dell'umorismo, la musica, i libri e le surreali conversazioni con il sacco da boxe, nel soggiorno di casa. Tutto inizia quando un collega gli propone un incarico insolito: cercare gli elementi per dare nuovo impulso a un'inchiesta di cui la procura si accinge a chiedere l'archiviazione. Manuela, studentessa universitaria a Roma, figlia di una Bari opulenta, è scomparsa in una stazione ferroviaria, inghiottita nel nulla dopo un fine settimana trascorso in campagna con amici. Inizialmente Guerrieri esita ad accettare l'incarico, più adatto a un detective che a un legale. Poi, scettico e curioso a un tempo, inizia a studiare le carte e a incontrare i personaggi coinvolti nell'inchiesta. Tra questi, la migliore amica di Manuela, Caterina. Una ragazza dei suoi tempi giovane, bella, immediata al limite della sfrontatezza. L'avvocato, diviso fra imbarazzo e attrazione, si lascia accompagnare da lei nel ricostruire il mondo segreto di Manuela e le ragioni della sua scomparsa.

Baratti & Milano
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Baratti & Milano : in Torino / a cura di Elena Dellapiana, Isabella Massabò Ricci

Savigliano : L'artistica, 2010

Abstract: Caffè, pasticcerie, sala da tè: luoghi di incontro, confronto e discussione, luoghi per gustare e per mostrarsi, per esplorare nuovi linguaggi - politici, artistici e letterari -, crocevia di contaminazioni e contatti internazionali, che si tratti di liquori stranieri o di idee e mode che vengono da lontano. Dal recupero di tale atmosfera culturale nasce l'impianto di questo volume dedicato a Baratti & Milano, tra i più torinesi e internazionali locali storici della città.

La camera chiusa
5 1 0
Materiale linguistico moderno

Sjöwall, Maj - Wahlöö, Per

La camera chiusa : romanzo su un crimine / Maj Sjöwall, Per Wahlöö ; con una nota di Håkan Nesser ; traduzione di Renato Zatti

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: È una giornata assolata a Stoccolma e in una banca del centro riesce una rapina solitaria. Autore, sembra, una donna giovane. Questa, in fuga con il ricco bottino, ha fulminato con un colpo di pistola il solito che cercava di fare l'eroe. Bulldozer Olsson, entusiasta ed accanito procuratore, è sicuro che il colpo sia parte di un elaborato piano criminoso. Dietro questa ipotesi sguinzaglia la squadra speciale. Lo stesso giorno, Martin Beck, appena uscito da una lunga convalescenza e moralmente a pezzi come il suo matrimonio, da solo, senza i suoi, inizia a indagare su uno strano fatto. Un cadavere è stato rinvenuto in un monolocale: un anziano indigente, una pallottola gli ha spaccato il cuore. La camera è internamente chiusa, e il caso si avvia ad essere frettolosamente archiviato come suicidio; ma allora, dov'è l'arma? Metodico, implacabile e triste, mentre gli altri elaborano trappole clamorose, Martin affronta l'enigma da camera chiusa. Nessuno crederebbe che la rapina e il cadavere misterioso siano le due facce dello stesso imbroglio. Solo lui e forse perché si sente anch'egli dentro una camera chiusa. Per chi volesse conoscere cosa sia davvero «il poliziesco procedurale» e perché Sjòwall e Wahlòò ne sono considerati il re e la regina, questo nuovo romanzo della serie è la lettura adatta. C'è il coro rumoroso dei poliziotti, con le loro capricciose personalità; c'è la galleria variegata dei personaggi; e c'è la razionalità di un'indagine dalla logica metodica.

L'uomo sul tetto
5 1 0
Materiale linguistico moderno

Sjöwall, Maj - Wahlöö, Per

L'uomo sul tetto : romanzo su un crimine / Maj Sjöwall, Per Wahlöö ; traduzione di Renato Zatti

Palermo : Sellerio, 2010

Abstract: Una delle caratteristiche del ciclo di Martin Beck, con cui gli scandinavi Maj Sjöwall e Per Wahlöö hanno iniziato il poliziesco procedurale, è che gli attori di questa commedia umana in chiave criminale invecchiano in tempo reale. Per esempio, in questo romanzo, la figlia del commissario, che abbiamo conosciuto bambina alcuni romanzi prima, adesso, è una giovane capace di dare influenti consigli al padre. E questo uno degli effetti con cui gli autori intendevano conferire più oggettività alla loro creazione, per uno scopo dichiarato: Molte persone forse credono che i nostri libri siano dei cosiddetti gialli. Quello a cui in realtà stiamo lavorando è una seria indagine sociologica sulle relazioni dei poliziotti con i loro compagni di società. E lo facciamo insieme perché la materia è tanto vasta e perché non possiamo produrre uno studio corretto se non lo affrontiamo da diversi punti di vista. In questo caso quello dell'uomo e della donna. Eppure a leggere oggi questi romanzi su un crimine (così il sottotitolo ricorrente), un senso di pessimismo domina sulla sociologia, un profondo scetticismo sulle ragioni del cosiddetto ordine pubblico.

Una certa sera d'inverno
4 0 0
Materiale linguistico moderno

Baltaro, Gianna

Una certa sera d'inverno : l'ottava indagine del commissario Martini : giallo / Gianna Baltaro

2. ed

Torino : Angolo Manzoni, 2010

Abstract: L'ottava indagine del commissario Andrea Martini di Gianna Baltaro in un'edizione a caratteri grandi. Torino anni Trenta, il mondo dell'arte è messo in subbuglio da due efferati omicidi. Nel rione della Basilica della Consolata una ricca pittrice viene trovata uccisa nel suo atélier. Il secondo assassinio risulta collegato. Il commissario Martini indaga tra gli estrosi personaggi che ruotano attorno al Circolo degli Artisti, Palazzo Graneri. La sua perspicacia (come pure i suoi sentimenti) è messa a dura prova da imprevedibili colpi di scena. Ma la difficile inchiesta, al solito, perverrà alla soluzione. Anche se non a quella auspicata.