Includi: tutti i seguenti filtri
× Biblioteca 01 - Civica centrale
× Soggetto Dio
× Data 2010
× Risorse Catalogo
Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Lingue Tedesco
× Materiale Registrazioni non musicali
× Nomi Tullio-Altan, Carlo
× Nomi *Touring *club *italiano
× Soggetto Psicanalisi

Trovati 7 documenti.

Risultati da altre ricerche: TorinoReteLibri

Il concetto di Dio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Brenifier, Oscar - Després, Jacques

Il concetto di Dio / Oscar Brenifier, Jacques Despres

Milano : Isbn, 2010

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Cos'è Dio? La domanda è evocativa, affascinante e dà spazio alle più svariate interpretazioni. Ma Oscar Brenifier e Jacques Després non hanno paura di confrontarsi con un'impresa così difficile, e in questo nuovo libro illustrato provano a dare delle risposte, affinando ulteriormente la pratica filosofica per bambini sviluppata nei precedenti volumi. Dopo le coppie di contrari filosofici, l'amore e l'amicizia, il senso della vita e il bene e il male, i due affrontano una tematica ancora più elevata. Rivolgendosi ai più piccoli, ma anche ai grandi. Dio esiste? È una semplice superstizione o il mistero alla base dell'origine del mondo? Decide della nostra vita - e della nostra morte o non ha nessun potere sulle nostre esistenze? Attraverso magnifiche illustrazioni in 3D e brevi frasi che colpiscono nel segno, le riflessioni c ontenute in questo libro regalano particolari suggestioni e punti di vista sorprendenti. E, pagina dopo pagina, sia i figli che i genitori si ritroveranno a emozionarsi, interrogarsi e crescere insieme. Età di lettura: da 8 anni.

Dio e la filosofia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gilson, Étienne

Dio e la filosofia / Etienne Gilson ; introduzione di Antonio Livi

4. ed

Milano : Massimo, 2010

L'amore di Dio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Weil, Simone

L'amore di Dio / Simone Weil

2. ed

Roma : Borla, 2010

Rivelami il tuo volto
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Zelinskij, Vladimir Kornelʹevič

Rivelami il tuo volto / Vladimir Zelinskij ; prefazione di Gianfranco Ravasi

Cantalupa : Effatà, 2010

Abstract: L.opera che abbiamo tra le mani è una guida a vedere e non solo a guardare, è una sorta di collirio che purifica gli occhi dellanima, simile a quello offerto da Cristo alla Chiesa di Laodicea, sorella di tante nostre comunità stiepide, cioè né fredde né calde: Ti consiglio di comperare da me collirio per ungerti gli occhi e recuperare la vista (Apocalisse 3,18), una vista sporcata da tante immagini vane e contaminate. [...] Padre Zelinskij convoca una folla inattesa di testimoni, spesso tenuti fuori dal tempio, eppure segnati dai semi del Verbo o dall'ansia della domanda e dell'attesa. La lista è sterminata: da Camus alla Weil, da Goethe a Heidegger, dalla Tsvetaeva a Bulgakov, da Pascal a Brodskij, da Dostoevskij a Stendhal, da Buber a Mandel'stam, da Rilke a Quasimodo e così via per almeno un centinaio di presenze che attestano non solo l'attrezzatura culturale dell'autore, ma anche ci ricordano che esiste un cortile dei Gentili, ove si guarda e si tende verso lo spazio sacro della fede e del mistero (dalla Prefazione di Gianfranco Ravasi).

Dio come tormento
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Castelli, Ferdinando

Dio come tormento : da Dante a Julien Green, scrittori di fronte al mistero / Ferdinando Castelli

Milano : Àncora, 2010

Abstract: Dal Dio comunione di amore di Dante al Dio dell'abisso di Baudelaire; dal Dio giudice di Shakespeare al Dio come mistero di Saint-Exupéry; dal Dio provvidente di Manzoni al Dio come tormento di Dostoevskij. Quanti possono essere i volti di Dio? Padre Castelli - da vero maestro - delinea un suo suggestivo e originale percorso nella letteratura da Dante alle soglie del XXI secolo, riletta come luogo di ricerca incessante e manifestazione a volte paradossale e imprevista del mistero divino.

Dio esiste?
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pessin, Andrew

Dio esiste? / Andrew Pessin

Milano : Armenia, 2010

Abstract: Che cosa hanno detto i pensatori più autorevoli di tutti i tempi sul divino? Nei venticinque secoli trascorsi molti pensatori di diversa estrazione hanno espresso le loro idee su Dio. In questo libro Andrew Pessin ne prende brevemente in esame novanta, a cominciare dai filosofi greci Platone e Aristotele per finire con i contemporanei Daniel Dennett e Richard Dawkins. Molti filosofi ammettono la loro fede in Dio, soprattutto i più antichi e i medievali, altri la negano, altri ancora si collocano in posizione intermedia, ossia credono nella divinità, ma non nella sua perfezione e infallibilità. Di qui alcune delle questioni fondamentali alle quali non è mai stata trovata risposta. Come si spiega il male nel mondo? Come si concilia l'onniscienza di Dio con il libero arbitrio dell'uomo? Secondo Cicerone, se Dio conosce gli eventi futuri in anticipo, allora non è possibile sostenere che l'uomo sia libero: non avrebbe meriti quando compie il bene né colpe quando commette cattive azioni. Per l'illuminista Voltaire la questione è: se Dio può fare miracoli e non interviene in difesa degli innocenti, possiamo ritenerlo onnipotente? Secondo Kierkegaard invece, Dio non è conoscibile per mezzo della ragione. Il rapporto con la divinità è una questione di fede e di passione, e prescinde dalla logica. E così via, dalla dichiarazione di Nietzsche secondo cui Dio è morto, all'affermazione di Paul Davies, sostenitore della tesi secondo cui la struttura dell'universo richiede un disegno intelligente.

Si fa presto a dire Dio
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Scarpi, Paolo

Si fa presto a dire Dio : riflessioni sul multiculturalismo religioso / Paolo Scarpi

Milano : Ponte alle Grazie, 2010

Abstract: Chi sono Yahweh, Dio, Allah, e le altre divinità del pantheon induista, o di quello greco, egizio? Dio sembra essere una presenza costante e nient'affàtto monolitica, anzi multiforme e ricchissima di sfumature, nella vita dell'uomo. Cosa sono quindi le religioni? Cosa significa tracciarne una storia oggi, agli albori del secondo millennio? Quali sono le radici profonde del fondamentalismo, così prepotentemente attuale oggi, e dell'universalismo religioso? Che sfide devono affrontare le grandi religioni di massa nell'epoca della globalizzazione? Sono domande cui Paolo Scarpi tenta di fornire una risposta, offrendo un'ampia panoramica che intreccia passato e presente, e che suggerisce molteplici punti di vista su temi apparentemente intoccabili. Ma ciò che più preme all'autore, ancor prima che fornire risposte, è formulare le domande giuste, restituendo alle parole il loro significato più autentico: è quindi necessario rivedere il nostro stesso concetto di religione, stabilire il peso dei filtri storici e sociali attraverso i quali osserviamo e viviamo il fenomeno religioso. Perché si fa presto a dire Dio, basandoci su convinzioni e credenze tanto radicate da sembrare verità incontrovertibili e nient'affàtto complesse. Al contrario, l'esercizio del dubbio e del pensiero critico si rivelano strumenti indispensabili anche per chi intende ricercare le tracce dell'eterno nella storia.