Roveta, il torinese nient'altro che juventino