Duri a Marsiglia
4 2 0
Libri Moderni

Fusco, Gian Carlo

Duri a Marsiglia

Abstract: Duri a Marsiglia, scritto nel 1974, racconta le avventure (autobiografiche o no, non importa) di un adolescente italiano che si fa chiamare Charles Fiori e in poco tempo diventa bambu, soldato di marciapiede della mala, sempre mantenendo il suo sguardo meravigliato e insieme finto-cinico. Charles Fiori si immerge a capofitto tra i gangster corsi, calabresi e via dicendo dai panciotti colorati, dai nomi assurdi e dai traffici molteplici, in guerre senza quartiere, nel gran respiro della città. E ne nasce, ha scritto Giovanni Arpino, un feullieton inesausto, tutto giocato sull'onda del filone nero francioso, un po' Gabin e un po' teatro d'abord, tanto cinema in sequenza e grani di Prévert sparsi qua e là.


Titolo e contributi: Duri a Marsiglia / Gian Carlo Fusco ; introduzione di Tommaso De Lorenzis ; con una nota di Giovanni Arpino ; postfazione di Luigi Bernardi

Pubblicazione: Torino : Einaudi, [2005]

Descrizione fisica: XXVI, 192 p. ; 20 cm.

ISBN: 8806175440

EAN: 9788806175443

Data:2005

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Classi: 853.9 Narrativa italiana. 1900- (22)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2005

Sono presenti 9 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
03 - Villa Amoretti N FUSC TA-305977 Su scaffale Prestabile
01 - Civica centrale BCT 156.F.159 01-346739 Su scaffale Prestabile
06 - Alberto Geisser N FUSC TE-301901 Su scaffale Prestabile
07 - Don Milani N FUSC TF-300434 Su scaffale Prestabile
09 - Cesare Pavese N FUSC TI-303542 Su scaffale Prestabile
10 - Francesco Cognasso N FUSC TL-301836 Su scaffale Prestabile
11 - Dietrich Bonhoeffer N FUSC TM-304564 Su scaffale Prestabile
15 - Primo Levi N FUSC TV-301392 Su scaffale Prestabile
18 - Bela Rosin N FUSC BEL-82 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Charles Fiori, giovanotto poco raccomandabile, ma serio, con Les Fleurs du Mal dentro la tasca fuggito dall’Italia fascista, trova “famiglia” nella mala calabrese che si spartisce Marsiglia con còrsi e catalani.
Carles Fiori con Baudelaire in tasca. Oltre alla Walter.
Dopo tre anni di fanfaronate e romanticherie, ferocia e illegalità Charles l’abusif lascia questa Marsiglia che odora di sesso, soldi, droga e polvere da sparo, prima che si scopra la sua vera identità e i suoi trascorsi di libertario. E comincia un’altra storia.
Lo dice lui, Charles Fiori, che un venerdì, di buon mattino, con la sua valigetta contenente il minimo degli indumenti, e Il pane di Krotpokin, Il tallone di Ferro di London e I Fiori del Male di Baudelaire uscì di casa in punta di piedi “con un po’ di struggimento nel petto” in cerca di libertà. Con in tasca il suo Les Fleurs du Mal.

Ah, Fusco Fusco!, pensare che sei stato ignorato e poi dimenticato, così, come si beve un caffè. Merdasse, mes enfants!

Il capolavoro di Fusco, geniale e misconosciuto fuoriclasse della letteratura italiana. Una storia alla Jean Gabin raccontata con ironia e perfetta padronanza dei tempi narrativi.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.