Il piccolo libraio di Archangelsk
5 1 0
Materiale linguistico moderno

Simenon, Georges

Il piccolo libraio di Archangelsk

Abstract: Jonas non ce l'aveva con lei. Neanche adesso che se n'era andata. Sapeva che Gina non era cattiva. Anzi, era convinto che si sforzasse di essere una brava moglie. Gina era arrivata in casa sua come domestica; nella piccola libreria di libri d'occasione era entrata un giorno, ancheggiando e portandosi dietro un caldo odore di ascelle. Quando lui le aveva chiesto di sposarlo, sulle prime aveva rifiutato: Ma lo sa che genere di ragazza sono io? gli aveva chiesto. Sì, lo sapeva, come tutti in paese; ma voleva solo che lei fosse tranquilla. Ora lo aveva abbandonato, portandosi via l'unica cosa preziosa che lui possedesse, i suoi francobolli, e Jonas era stato colto da una vertigine. Per questo aveva cominciato a mentire. E per questo tutti, in paese, avevano cominciato a sospettare che fosse stato lui, il piccolo ebreo russo a cui nessuno era mai riuscito a dare del tu, a farla sparire.


Titolo e contributi: Il piccolo libraio di Archangelsk / Georges Simenon ; traduzione di Massimo Romano

Pubblicazione: Milano : Adelphi, [2007]

Descrizione fisica: 172 p. ; 22 cm.

ISBN: 9788845921360

EAN: 9788845921360

Data:2007

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: Biblioteca Adelphi ; 506

Nomi: (Autore) (Autore)

Soggetti:

Classi: 843.9 Narrativa francese. 1900-1999 (22)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2007

Sono presenti 8 copie, di cui 2 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
01 - Civica centrale CCNC SIME 01-356853 In prestito 11/12/2019
03 - Villa Amoretti N SIME TA-311246 In prestito 29/11/2019
04 - Cascina Marchesa N SIME TB-304431 Su scaffale Prestabile
06 - Alberto Geisser N SIME TE-305137 Su scaffale Prestabile
07 - Don Milani N SIME TF-304650 Su scaffale Prestabile
09 - Cesare Pavese N SIME TI-306772 Su scaffale Prestabile
11 - Dietrich Bonhoeffer N SIME TM-308334 Su scaffale Prestabile
15 - Primo Levi N SIME TV-306107 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Jonas Milk crede di appartenere a quella piccola comunità di provincia dove tutti si conoscono, si salutano. “Buongiorno signor Jonas”. Chiamarlo signor Milk sarebbe troppo.
Non ha mai pensato che chi lo circonda potrebbe attendere soltanto un pretesto per dar sfogo all’odio? L’odio per il diverso. Per lo straniero.
Ma Jonas guarda il mondo con i suoi occhi miopi che gli rendono una visione diversa degli uomini e delle cose. Almeno fino a che Gina esce di casa e non torna. Dov’è Gina? Gli sguardi - giudici implacabili - dei conoscenti lo costringono a dare una risposta che lui non ha. ”È andata a Bourges”. Quando torna non lo sa.
“Buongiorno”.
“Signor Jonas” non serve più.
"Lei è ebreo, non è vero?”.
Jonas è gentile, ha un animo buono, non ha mai giudicato gli altri. Non l’ha fatto nemmeno con Gina.
Pagherà.
La cordialità si fa improvvisamente astio. La disponibilità si trasforma in freddezza.
Com’è facile - in occasione di certi accadimenti - in una società arida e meschina eleggere il colpevole.
Si elevano a pretori, agiscono con la massima spietatezza. Lacerano l’anima e la vita del “colpevole” di turno con bocche che han più denti di uno squalo.
Hanno la coscienza lurida e non se ne rendono conto.
Capita. Troppe volte. Per non dire sempre.
Magari accadesse solo nei romanzi.

P.S. Monsieur Simenon, non leggevo un tuo libro dai tempi dell’adolescenza. Male. Molto male! Chiedo perdono. Rimedierò. Promesso!

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.