Canale Mussolini
3 2 0
Libri Moderni

Pennacchi, Antonio

Canale Mussolini

Abstract: Canale Mussolini è l'asse portante su cui si regge la bonifica delle Paludi Pontine. I suoi argini sono scanditi da eucalypti immensi che assorbono l'acqua e prosciugano i campi, alle sue cascatelle i ragazzini fanno il bagno e aironi bianchissimi trovano rifugio. Su questa terra nuova di zecca, bonificata dai progetti ambiziosi del Duce e punteggiata di città appena fondate, vengono fatte insediare migliaia di persone arrivate dal Nord. Tra queste migliaia di coloni ci sono i Peruzzi. A farli scendere dalle pianure padane sono il carisma e il coraggio di zio Pericle. Con lui scendono i vecchi genitori, tutti i fratelli, le nuore. E poi la nonna, dolce ma inflessibile nello stabilire le regole di casa cui i figli obbediscono senza fiatare. Il vanitoso Adelchi, più adatto a comandare che a lavorare, il cocco di mamma. Iseo e Temistocle, Treves e Turati, fratelli legati da un affetto profondo fatto di poche parole e gesti assoluti, promesse dette a voce strozzata sui campi di lavoro o nelle trincee sanguinanti della guerra. E una schiera di sorelle, a volte buone e compassionevoli, a volte perfide e velenose come serpenti. E poi c'è lei, l'Armida, la moglie di Pericle, la più bella, andata in sposa al più valoroso. La più generosa, capace di amare senza riserve e senza paura anche il più tragico degli amori. E Paride, il nipote prediletto, buono e giusto, ma destinato, come l'eroe di cui porta il nome, a essere causa della sfortuna che colpirà i Peruzzi e li travolgerà.


Titolo e contributi: Canale Mussolini : romanzo / Antonio Pennacchi

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2010

Descrizione fisica: 460 p. ; 23 cm

ISBN: 9788804546757

EAN: 9788804546757

Data:2010

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 853.92 Narrativa italiana. 2000- (22)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2010

Sono presenti 14 copie, di cui 2 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
01 - Civica centrale CCNC PENN 01-390540 Su scaffale Prestabile
07 - Don Milani N PENN TF-311231 Su scaffale Prestabile
08 - Italo Calvino N PENN TH-314722 Su scaffale Prestabile
12 - Alessandro Passerin d'Entrèves N PENN TN-317030 Su scaffale Prestabile
15 - Primo Levi N PENN TV-318170 Su scaffale Prestabile
04 - Cascina Marchesa N PENN TB-310543 Su scaffale Prestabile
06 - Alberto Geisser N PENN TE-313044 Su scaffale Prestabile
03 - Villa Amoretti PENN TA-322495 In prestito 25/09/2019
09 - Cesare Pavese N PENN TI-314651 Deteriorato Non disponibile
10 - Francesco Cognasso N PENN TL-313284 Su scaffale Prestabile
11 - Dietrich Bonhoeffer N PENN TM-318010 Su scaffale Prestabile
16 - Bianca Guidetti Serra N PENN TZ-307297 In prestito 09/09/2019
22 - Cartiera N PENN TR-1840 Su scaffale Prestito locale
23 - Rita Atria N PENN MAR-6673 Su scaffale Prestabile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Tralasciando la tendenza ad appoggiare la destra di Pennacchi, nel libro sono presenti diversi errori storici, tra i quali la convinzione dell'autore che il suffragio universale maschile sia arrivato solo con il fascismo. Ho iniziato a leggere il suo libro senza pregiudizi, ma a metà racconto ho deciso di interrompere. Lo consiglio a coloro che io personalmente chiamo i "nostalgici" del fascismo della prima ora, al fascismo populista che si professava di sinistra. Io personalmente l'ho trovato deplorevole.

Che mondo meraviglioso sarebbe se ogni suo angolo, anche il più riposto e insulso, avesse chi sa raccontarlo come Pennacchi ha fatto con l'Agro Pontino e la sua gente meticcia e poco politically correct.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.