Nel mare ci sono i coccodrilli
4 6 0
Materiale linguistico moderno

Geda, Fabio

Nel mare ci sono i coccodrilli

Abstract: Se nasci in Afghanistan, nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, può capitare che, anche se sei un bambino alto come una capra, e uno dei migliori a giocare a Buzul-bazi, qualcuno reclami la tua vita. Tuo padre è morto lavorando per un ricco signore, il carico del camion che guidava è andato perduto e tu dovresti esserne il risarcimento. Ecco perché quando bussano alla porta corri a nasconderti. Ma ora stai diventando troppo grande per la buca che tua madre ha scavato vicino alle patate. Così, un giorno, lei ti dice che dovete fare un viaggio. Ti accompagna in Pakistan, ti accarezza i capelli, ti fa promettere che diventerai un uomo per bene e ti lascia solo. Da questo tragico atto di amore hanno inizio la prematura vita adulta di Enaiatollah Akbari e l'incredibile viaggio che lo porterà in Italia passando per l'Iran, la Turchia e la Grecia. Un'odissea che lo ha messo in contatto con la miseria e la nobiltà degli uomini, e che, nonostante tutto, non è riuscita a fargli perdere l'ironia né a cancellargli dal volto il suo formidabile sorriso. Enaiatollah ha infine trovato un posto dove fermarsi e avere la sua età. Questa è la sua storia.


Titolo e contributi: Nel mare ci sono i coccodrilli : storia vera di Enaiatollah Akbari / Fabio Geda

Pubblicazione: Milano : Baldini Castoldi Dalai, 2010

Descrizione fisica: 155 p. : 1 c. geografica ; 21 cm.

ISBN: 9788860736475

EAN: 9788860736475

Data:2010

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Serie: Icone ; 24

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Classi: 853.92 Narrativa italiana. 2000- (22)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2010
Testi (105)
  • Contenuti: letteratura per ragazzi

Sono presenti 26 copie, di cui 10 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
03 - Villa Amoretti N GEDA TA-321554 Su scaffale Prestabile
09 - Cesare Pavese N GEDA TI-313940 In prestito 15/05/2021
16 - Bianca Guidetti Serra N GEDA TZ-306621 In prestito 09/06/2021
04 - Cascina Marchesa N GEDA TB-311210 Su scaffale Prestabile
10 - Francesco Cognasso N GEDA TL-312760 In prestito 15/05/2021
25 - Ginzburg N GEDA MAN-3381 Su scaffale Prestabile
07 - Don Milani N GEDA TF-311960 In prestito 14/10/2020
03 - Villa Amoretti N GEDA TA-322159 Su scaffale Prestabile
09 - Cesare Pavese N GEDA TI-314405 In prestito 13/05/2021
11 - Dietrich Bonhoeffer N GEDA TM-317650 Su scaffale Prestabile
04 - Cascina Marchesa N GEDA TB-311676 Su scaffale Prestabile
08 - Italo Calvino N GEDA TH-315912 Su scaffale Prestabile
03 - Villa Amoretti N GEDA TA-322534 Su scaffale Prestabile
16 - Bianca Guidetti Serra N GEDA TZ-307324 Su scaffale Prestabile
19 - BiblioSpazzi N GEDA ARQ-267 Su scaffale Prestito locale
15 - Primo Levi N GEDA TV-320059 Su scaffale Prestabile
18 - Bela Rosin N GEDA BEL-1495 In prestito
04 - Cascina Marchesa N GEDA TB-316048 Su scaffale Prestabile
11 - Dietrich Bonhoeffer N GEDA TM- In prestito 24/02/2021
11 - Dietrich Bonhoeffer N GEDA TM-0 In prestito 20/03/2021
22 - Cartiera N GEDA TR-1282 Su scaffale Prestito locale
36 - Biblioteca della Scuola Holden Fronte del Borgo 853.92.GED HOL-353 Su scaffale Prestito locale
01 - Civica centrale CCNC GEDA 01-461957 Su scaffale Prestabile
90 - Bibliobus N GEDA BUS-94 In prestito 16/05/2021
09 - Cesare Pavese N GEDA TI-325668 In prestito 21/04/2021
40 - Biblioteca del Circolo Unicredit di Torino N GED UC-21889 Su scaffale Prestito locale
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Storia in presa diretta, raccontata in modo asciutto, senza tante descrizioni o giri di parole, perchè come dice Enaiatollah: "I fatti, sono importanti. La storia, è importante. Quello che ti cambia la vita è cosa ti capita, non dove o con chi."

Lettura semplice e toccante : purtroppo è il racconto di una storia vera.

Mi è piaciuto molto, la storia è triste ma fortunatamente con un lieto fine almeno per lui. Molte persone leggendolo, forse cambieranno l'idea che hanno dei "clandestini" che "ci invadono"

non mi ha fatto impazzire la scrittura, il "come" è stato raccontato. Però la storia è così bella da far passare tutto in secondo piano. storia dell'odissea di un ragazzino che si divora in poco tempo. da leggere.

È una storia terribile, anche se a lieto fine, ma raccontata con una tale delicatezza da parte del protagonista e dell'autore che dialoga con lui, da farne una lettura bellissima e toccante.

Semplice e commovente. Dovrebbero leggerlo tutti, soprattutto tutte le persone che ancora credono che i clandestini vengano qui per divertimento o per un qualche malato spirito masochistico...

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.