Sottomissione
4 3 0
Materiale linguistico moderno

Houellebecq, Michel

Sottomissione

Titolo e contributi: Sottomissione / Michel Houellebecq ; traduzione di Vincenzo Vega

Pubblicazione: Milano : Bompiani, 2015

Descrizione fisica: 252 p. ; 21 cm.

ISBN: 9788845278709

EAN: 9788845278709

Data:2015

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Classi: 843.92 Letteratura narrativa francese. 2000- (22)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2015

Sono presenti 15 copie, di cui 2 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
03 - Villa Amoretti N HOUE TA-334078 Su scaffale Prestabile
04 - Cascina Marchesa N HOUE TB-318572 Su scaffale Prestabile
07 - Don Milani N HOUE TF-317662 Su scaffale Prestabile
08 - Italo Calvino N HOUE TH-324041 Su scaffale Prestabile
01 - Civica centrale CCNC HOUE 01-451520 In prestito 21/04/2021
09 - Cesare Pavese N HOUE TI-321493 Su scaffale Prestabile
10 - Francesco Cognasso N HOUE TL-318993 Su scaffale Prestabile
11 - Dietrich Bonhoeffer N HOUE TM-327471 Su scaffale Prestabile
36 - Biblioteca della Scuola Holden Fronte del Borgo 843.91.HOU HOL-4208 Su scaffale Non disponibile
15 - Primo Levi N HOUE TV-332759 Su scaffale Prestabile
16 - Bianca Guidetti Serra N HOUE TZ-313883 In prestito 14/03/2021
23 - Rita Atria N HOUE MAR-7340 Su scaffale Prestabile
04 - Cascina Marchesa N HOUE TB-320757 Su scaffale Prestabile
25 - Ginzburg N HOUE GIN-5868 Su scaffale Prestabile
40 - Biblioteca del Circolo Unicredit di Torino N HOU UC-23924 Su scaffale Prestito locale
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

beh... davvero un bel libro... descrive un possibile futuro sul quale dovremmo seriamente ragionare... un libro da leggere e che fa riflettere

Molto riuscito, un Houellebecq trascinante tratteggia un futuro da incubo, dal suo solito... vertice di osservazione. Speriamo non sia un buon profeta!

E in virtù di cosa una vita ha bisogno di essere giustificata? La totaliltà degli animali e la schiacciante maggioranza degli uomini vivono senza mai provare il minimo bisogno di giustificazione.

Vivono perché vivono, tutto qua, è così che ragionano; poi immagino che muoiano perché muoiono, e che questo, ai loro occhi, concluda l'analisi.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.