1: I leoni di Sicilia
4 1 0
Materiale linguistico moderno

Auci, Stefania

1: I leoni di Sicilia

Abstract: Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione... E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri - il marsala - viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno - sott'olio e in lattina - ne rilancia il consumo in tutta Europa... In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l'espansione dei Florio, ma l'orgoglio si stempera nell'invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell'ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e - sebbene non lo possano ammettere - hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto - compreso l'amore - per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.


Titolo e contributi: 1: I leoni di Sicilia : romanzo / Stefania Auci

Pubblicazione: [Milano] : Nord, 2019

Descrizione fisica: 437 p. ; 23 cm

ISBN: 9788842931539

Data:2019

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Classi: 853.92 Narrativa italiana. 2000- (22)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2019

Sono presenti 23 copie, di cui 22 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
09 - Cesare Pavese N AUCI TI-327902 In prestito 09/09/2020
01 - Civica centrale CCNC AUCI 01-484411 In prestito 30/09/2020
03 - Villa Amoretti N AUCI TA-344830 In prestito
04 - Cascina Marchesa N AUCI TB-323340 In prestito 19/09/2020
07 - Don Milani N AUCI TF-322497 In prestito 16/09/2020
08 - Italo Calvino N AUCI TH-331957 In prestito 02/09/2020
09 - Cesare Pavese N AUCI TI-327907 In prestito
10 - Francesco Cognasso N AUCI TL-324934 In prestito
11 - Dietrich Bonhoeffer N AUCI TM-336167 In prestito
12 - Alessandro Passerin d'Entrèves N AUCI TN-331473 In prestito
13 - I ragazzi e le ragazze di Utoya N AUCI TS-310025 In prestito
15 - Primo Levi N AUCI TV-339697 In prestito 14/10/2020
16 - Bianca Guidetti Serra N AUCI TZ-320033 In prestito
23 - Rita Atria N AUCI MAR-12018 In prestito 03/08/2020
25 - Ginzburg N AUCI GIN-8256 In prestito 19/09/2020
90 - Bibliobus N AUCI BUS-2600 In prestito 05/09/2020
04 - Cascina Marchesa N AUCI TB-323516 In prestito
16 - Bianca Guidetti Serra N AUCI TZ-321369 In prestito 01/10/2020
33 - Centro Rete N AUCI SGB-4382 Su scaffale Prestito locale
08 - Italo Calvino N AUCI TH-332518 In prestito
10 - Francesco Cognasso N AUCI TL-325381 In prestito
13 - I ragazzi e le ragazze di Utoya N AUCI TS-310590 In prestito
15 - Primo Levi N AUCI TV-340464 In prestito
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Premesso che amo le saghe familiari, mi sono fidato dei pareri positivi di altri lettori che avevano ben recensito questo romanzo ed ora non posso che unirmi al coro di voci positive sull'opera.

Scritto con uno stile piano e semplice, riesce a coinvolgere il lettore in una vicenda che rimpolpa il reale, le vicende storiche note della famiglia Florio, con il verosimile, gli stati d'animo e le aspirazioni dei protagonisti ormai lontani nel tempo, restituendoci una narrazione realistica e introspettiva che ci fa amare (ma a tratti odiare) i suoi personaggi, tanto veri da uscire quasi dalle pagine.

E' un'opera composta, questi Leoni di Sicilia, quasi modesta, nella sua mancanza di pretese, lontana dal lirismo corale de I Vicerè di De Roberto e probabilmente mancante delle caratteristiche dell'immortale capolavoro del tipo de I Buddembrook di Mann, ma è totalmente adatta ai lettori di questo primo scorcio del XXI secolo che, giustamente, ne hanno fatto il fenomeno letterario del periodo e che ne stanno attendendo, me in testa, il seguito.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.