Claudia Bergantin

Biografia

Sono infermiera e da sempre mi interessano i popoli indigeni delle Americhe, mi piacciono gli autori sudamericani e più recentemente mi sono appassionata anche agli autori della Scandinavia ma, in verità, a volte è il libro a scegliere me e a portarmi nei luoghi e nelle epoche più disparati.

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Il fiume della coscienza - Oliver Sacks

Lo straordinario entusiasmo per tutte le forme della vita, che Sacks è riuscito a trasmettere in questi suoi ultimi scritti, lo conferma uno dei più incredibili narratori scientifici. Si parte dalle forme vegetali e dalla loro evoluzione seguendo quello che Sacks definisce “l’albero della vita” che “mostra l’antichità e l’affinità di tutti gli organismi viventi e come ad ogni ramificazione esista una discendenza con modificazione”. Si passa alla vita mentale degli organismi più semplici, alla fallibilità della memoria, al pensiero creativo e ci si lascia coinvolgere dalla passione per la conoscenza. Ecco il toccante testamento spirituale di un grande uomo: “Conoscere la mia unicità e la mia antichità biologica, sapere che sono biologicamente imparentato con tutte le altre forme di vita, mi riempie di gioia”. Nonostante la complessità dei temi trattati è un libro scorrevole e piacevole, che può contribuire ad aprire la mente.

Marta che aspetta l'alba - Massimo Polidoro

La freschezza con cui l'infermiera Mariuccia racconta la sua esperienza nell'ospedale psichiatrico di Trieste ai tempi di Franco Basaglia e del suo grande sogno di libertà dona a questo libro un gran valore di testimonianza di quegli anni mentre la storia di Marta, fatta internare dal cognato nello stesso ospedale con un sordido pretesto, è allucinante nella sua verità. Bravo l'autore: è riuscito a scrivere un libro toccante e coinvolgente grazie anche all'uso sapiente del dialetto.

Se il sole muore - Oriana Fallaci

A cinquant’anni dall’avventura lunare è avvincente e curioso leggere di quando gli uomini si stavano preparando a raggiungere la Luna e non solo la Luna, anche Marte. Oriana Fallaci ci mostra con grande bravura il lato umano e americano degli uomini che hanno contribuito all’evento. Resoconto pieno di speranze, illusioni e disillusioni, momenti commoventi calati nella storia personale della scrittrice. E’ toccante la franchezza di alcuni aspiranti conquistatori della luna e la loro diversità di carattere: dal pilota di nome Teodoro Freeman, che va in bicicletta e che sulla Luna non ci arriverà, a Charles Conrad detto Pete, un allegro fratello per l’autrice (“Prima o poi, in qualche luogo, in qualche modo, i fratelli si incontrano sempre”). Un libro che ci fa tornare al futuro di tanto tempo fa, con un po’ di nostalgia e inquietudine.

Sofía dei presagi - Gioconda Belli

Sofia è una donna che racchiude in sè la figura della bambina abbandonata, con tutte le sue domande angosciose che la portano ad avere reazioni forti e impulsive. L'altra protagonista del romanzo è la terra del Nicaragua, coi suoi colori, suoni, odori, magie e tradizioni ma anche vecchie superstizioni. "Da qualunque parte io provenga, ora faccio parte di questo luogo e non vedo perchè condannarmi o trattarmi come una lebbrosa". Lettura interessante e piacevole.

Viaggio in Sardegna - Michela Murgia

Un vero viaggio all'interno dell'isola e non solo in senso geografico. Dai murales di Orgosolo alla folle corsa al muretto che racchiude i terreni, tante storie di pietre, nuraghi, pozzi sacri e fonti. Michela Murgia mi ha fatto rivivere i suoni, i colori, i sapori e tante sensazioni incredibili di una Sardegna che ho avuto la fortuna di incontrare, in parte, più di trent'anni fa e che mi è rimasta nel cuore, ben oltre le sue pur favolose spiagge. Libro che merita di essere letto.

Ave Mary - Michela Murgia

Ho apprezzato molto la competenza dell'autrice che riesce a farci vedere, al di là delle costruzioni imposte dalle tradizioni cattoliche, sia la libertà di Maria nelle sue scelte che la parte femminile di Dio. Ne consiglio vivamente la lettura.

Salute e bugie - Salvo Di Grazia

Lettura utilissima e consigliata, perchè se si vuole essere "liberi di curarsi come si vuole e persino di non curarsi" la prima cosa da fare è informarsi, conoscere quello che ci viene proposto. "La vera libertà è l'informazione", così scrive l'autore. Quando siamo alla ricerca di miracoli, spesso troviamo qualcuno ce li vende, col risultato che è facile farci del male o trovarci con lr tasche svuotate. Il testo è chiaro e ci porta a scoprire come le cure fasulle e i farmaci inutili vengono riproposti ciclicamente da ciarlatani vecchi e nuovi, spesso con la complicità dei social-media.

R: Cromorama - Riccardo Falcinelli

Sorprendente, pieno di foto esplicative e di utili notizie storiche e scientifiche sul colore inteso come filtro con cui pensiamo la realtà. Il modo in cui guardiamo le cose cambia col tempo: dal bianco diventato nero di Cimabue al primo colore chimico (malva) usato dalla regina Vittoria per l'abito da cerimonia, fino al giallo dei Simpson, per non parlare di bevande di cui "gustiamo" il colore. Un libro completo che si fa leggere come un romanzo d'avventura, ricco e travolgente. Ne consiglio vivamente la lettura.

L'ora del tè - Alexander McCall Smith

I casi della detective Precious Ramotswe e della sua segretaria, signorina Makutsi fanno parte del quotidiano, sono "leggeri", quasi casalinghi, ma lo sfondo di queste storie è il superbo e bellissimo paesaggio naturale ed umano del Botswana. Il piacere sta tutto nella lettura tranquilla ma mai noiosa. Uno splendido SLOW BOOK.

La ciociara - Alberto Moravia

Ogni guerra, colpendo territori e popolazioni civili, è una profanazione e uno stupro. Il libro punta sull'aspetto eticamente devastante della guerra, di ogni guerra, che ci chiude "nella sua tomba di indifferenza e di malvagità" e da cui tornare "a camminare nella nostra vita, la quale era forse una povera cosa ma purtuttavia la sola che dovessimo vivere".

L'errore di Platini - Francesco Recami

Scritto negli anni Ottanta, relegato negli archivi, questo libro si rivela di sconcertante attualità nella sua tragica cupa crudezza. L'unico personaggio che si gode la vita è la nonna Isola di 86 anni che porta una ventata di ironia, in tutti i sensi. Da leggere.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate