Lucio Beltrami

Biografia

twitter: @zioluc
anobii e goodreads: zioluc

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Il gioco delle perle di Venezia - Gianni Berengo Gardin

Hugo Pratt, fumettista italiano, crea il personaggio di Corto Maltese, marinaio apolide, che nelle sue avventure veneziane incrocia tale Baron Corvo (alias Frederick Rolfe), scrittore britannico, il quale in un testo cita la bottega di perle di vetro del padre di Berengo Gardin, fotografo italiano. Marco Steiner, scrittore che ha collaborato con Pratt, e Marco d'Anna, fotografo, mettono insieme tutto questo con alcuni riferimenti dell'opera di Thomas Mann. Premesse intrecciate e intriganti per i rimandi tra le varie opere, ma il risultato è una deludente carrellata di foto di Venezia (a volte molto belle anche negli accostamenti) e vignette di Pratt (piccole e poco evocative) accompagnate da un testo troppo fiacco per farne qualcosa di nuovo.

Sanctuaire - Gregory Crewdson

Crewdson per una volta abbandona i suoi costruitissimi set paracinematografici con luci artificiali, scenografi, costumisti ed attori per fotografare i set scalcinati di Cinecittà. Scalcinati al punto da essere obbligato dalla proprietà a specificare che le immagini riprendono i luoghi volutamente trasandati e sporchi per volontà dell'autore, che ha voluto che non si facesse pulizia.
Colpiscono le immagini più nebbiose, come sempre l'autore gioca su verità e finzione ma come per altri suoi lavori mi sono annoiato già dalla terza tavola.

Gabriele Basilico - Francesco Bonami

Panoramica dei lavori di Basilico con commenti dell'autore. Va bene come riferimento, ma il piccolo formato e l'assenza di altre strutture oltre alle brevi note non ne fanno un testo imperdibile.

Caricature architettoniche - Gabriele Neri

L'architettura e gli architetti nelle vignette satiriche dal 1800 ai giorni nostri, con qualche segnalazione per puntate dei Simpson, film di Jacques Tati e qualche graphic novel.
I capitoli tematici danno un quadro abbastanza completo del clima dell'epoca e delle trasformazioni architettoniche che giustificano la satira via via rivolta a case disumanizzanti, archistar eccentriche o stili moderni sacrileghi verso il passato. Il brodo è un po' allungato dal fatto che tutte le vignette riportate sono anche descritte nel testo, e anche per questo la lettura è velocissima. Avrei apprezzato la traduzione completa di tutte le illustrazioni, soprattutto perché non conosco il tedesco.
Per chi è interessato al tema, un volume molto piacevole.

Carla Cerati - Massimo Mussini

Prima raccolta sull'intera opera della fotografa e scrittrice Carla Cerati, che realizza dapprima fotografia di scena, poi reportage e ritratti parallelamente all'attività di narratrice. Ottima panoramica, ma la qualità delle immagini non è eccelsa e i soggetti toccati da Cerati non mi hanno appassionato pur colpendomi nella sua qualità di autrice totale (di cui non ho mai letto niente).

R: The photobook: a history / Martin Parr and Gerry Badger. Vol. 1 - Martin Parr and Gerry Badger

Primo di tre volumi che il fotografo Martin Parr, avido collezionista di cartoline e di fotolibri, dedica alla storia di questi ultimi assieme al critico Gerry Badger.
La vasta raccolta è divisa per capitoli tematici (non sempre solo cronologici) che offrono un testo introduttivo e una selezione di fotolibri con più immagini e un commento. Un lavoro necessario e ottimo.

I diabolici - Pierre Boileau, Thomas Narcejac

La coppia di ferro del noir francese anni '50 Boileau e Narcejac al suo meglio in uno dei suoi lavori più famosi, anche grazie alla trasposizione cinematografica di Clouzot (e scusate se è poco).
Pare che dei due autori uno si dedicasse all'intreccio e l'altro ai personaggi: in effetti la storia è solidissima e i protagonisti non si dimenticano facilmente, soprattutto per l'approccio che vuole inserire in una storia "gialla" elementi psicologici distorcenti, con strizzate d'occhio al metafisico e al soprannaturale, fino alla memorabile cattivissima frase di chiusura.

--

“Dall'altro lato del corridoio, dei piedi scivolano sul parquet della camera da letto. Il lampadario si accende. Una riga sotto la porta s'illumina. Lei è dietro, proprio dietro, eppure non può esserci nessuno dietro. Attraverso quell'ostacolo si ascoltano, i vivi e i morti. Ma da quale parte stanno i vivi, da quale i morti?”

Dire quasi la stessa cosa - Umberto Eco

Eco scrive del tradurre usando quasi esclusivamente esempi pratici, e in larga parte esempi che lo riguardano in prima persona come traduttore (ha tradotto in verità solo un paio di testi) o come autore tradotto.
Nonostante la sua proverbiale spocchia emerga a più riprese il saggio è interessantissimo, quasi sempre scorrevole e piacevole, e un'altra volta mi tolgo il cappello.

R: Stagioni diverse - Stephen King

4 racconti lunghi scritti da king negli anni 70/80:
- "Rita Hayworth e la redenzione di Shawshank" (da cui il film "Le ali della libertà"): buon melodramma carcerario privo di sfumature horror e pieno di amicizia, speranza e solidarietà.
- "un ragazzo sveglio" (da cui il film "L'allievo"): una coppia di protagonisti malvagi raccontati talmente da vicino da costringerci a capirli e nostro malgrado identificarci in parte, secondo l'idea sempre valida che l'oscurità alberga in ognuno di noi.
- "Il corpo" (da cui il film "Stand by me"): il coming of age di quattro dodicenni alla ricerca di un cadavere in un'estate afosa. Di gran lunga il migliore dei 4 racconti, trasuda sincerità, commuove e diverte intavolando discorsi niente affatto banali o semplici come le differenze sociali, la famiglia, l'amicizia. Si inserisce spesso la voce del narratore ormai adulto - alter ego di Stephen King - che così parla del mestiere dello scrittore e del rapporto tra arte e vita.
- "Il metodo di respirazione" è il racconto peggiore, suppongo voglia essere un omaggio ad autori dell'horror classico, come Blackwood, Bloch o addirittura Lovecraft, ma risulta solo involontariamente datato.

Terribili le tre paginette di chiusura dell'autore: una continua fastidiosa strizzata d'occhio per parlare della cronologia dei racconti e del rapporto di King con il suo lavoro: ero deciso a leggere il suo saggio "On Writing" ma ci penserò su.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

libro prenotato risulta inesistente

Buongiorno, il libro

"Il volto del tempo : sessanta ritratti di uomini e donne del XX secolo" / August Sander
bct.comperio.it/opac/detail/view/sbct:catalog:213080

è stato da me prenotato qualche settimana fa, ora risulta che non ne esistono copie. Cosa è successo?
Grazie.

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate