Lucio Beltrami

Biografia

twitter: @zioluc
anobii e goodreads: zioluc

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Kobane calling - Zerocalcare [i.e. Michele Rech]

Zerocalcare racconta i suoi due viaggi nel Kurdistan siriano martoriato dalla guerra ma illuminato da un'idea di convivenza che mette al primo posto i diritti di tutti.
Quando non cerca di produrre storie generazionali semi-inventate Zerocalcare da' il meglio.

Diario del cattivo papa - Guy Delisle

Brevi bozzetti umoristici e si suppone autobiografici su un papà moderatamente diseducativo. Delisle è simpatico ma non sempre strappa la risata come vorrebbe. Personalmente trovo molto più gusto nel segno grafico di qualche espressione buffa dei bambini che non nelle battute.
Dividerlo in 3 volumi con una vignetta per pagina è chiaramente un espediente spremisoldi da disprezzare.

Diario del cattivo papà - Guy Delisle

Brevi bozzetti umoristici e si suppone autobiografici su un papà moderatamente diseducativo. Delisle è simpatico ma non sempre strappa la risata come vorrebbe. Personalmente trovo molto più gusto nel segno grafico di qualche espressione buffa dei bambini che non nelle battute.
Dividerlo in 3 volumi con una vignetta per pagina è chiaramente un espediente spremisoldi da disprezzare.

Diario del cattivo papà - Guy Delisle

Brevi bozzetti umoristici e si suppone autobiografici su un papà moderatamente diseducativo. Delisle è simpatico ma non sempre strappa la risata come vorrebbe. Personalmente trovo molto più gusto nel segno grafico di qualche espressione buffa dei bambini che non nelle battute.
Dividerlo in 3 volumi con una vignetta per pagina è chiaramente un espediente spremisoldi da disprezzare.

Il montaggio cinematografico - Gael Chandler

Repertorio di tecniche di montaggio cinematografico: tutti gli stacchi sono illustrati con 2/6 fotografie e una breve nota. L'intento è quello di essere un manuale per cineasti, da cui la parte testuale molto scarna: peccato sia è scritto male e tradotto peggio, e in alcuni casi nemmeno le immagini sono chiarissime. Con poche parole in più poteva diventare un manuale illuminante, resta comunque una bella panoramica.

Obliquomo - Sergio Ponchione

In enorme debito (al limite del plagio) di Jacovitti e Segar, Ponchione è simpatico ma sia per la sceneggiatura che per le tavole non va oltre il citazionismo da studente delle scuole superiori che ha appena studiato l'espressionismo.

R: La ferocia - Nicola Lagioia

In bilico tra noir e saga familiare, un romanzo animato unicamente da personaggi ripugnanti e crudeli (da cui il titolo) sullo sfondo di una Bari senza più identità.
Non so se l'autore abbia pensato a Clara e al fratello minore Michele, ovvero quelli che più si avvicinano a essere i protagonisti, come figure positive in quanto uniche a distinguersi e opporsi al mondo di ipocrisia che li ha generati: personalmente sono quelle che ho più detestato.

Lagioia sceglie una narrazione frammentatissima in cui ogni pagina o anche ogni dieci righe si deve capire chi sta parlando. Temevo l'effetto "Underground" di DeLillo, libro che ho amato ma che mi è costato grandissima fatica (ancora ricordo con tenerezza il giorno che ho iniziato a leggerlo in inglese... ho desistito dopo 10 pagine), una fatica che sulle prime, visto anche il lessico letterario, mi aveva fatto pensare a un fastidioso sfoggio di umanesimo meridionale.
Invece proseguendo raggiunge un buon equilibrio e ho trovato gusto sia nel linguaggio che nello svolgersi della vicenda.

Weathercraft - Tim Woodring

Storia muta e molto lisergica con personaggi un po' disneyani e un po' alla Dalì. Ci sono momenti sgradevoli e altri esilaranti. Il disegno è curato ma non mi piace molto, invece apprezzo moltissimo i fumetti come questo che esplorano i limiti del linguaggio.

Quai d'Orsay : chroniques diplomatiques / Abel Lanzac scénario ; Christophe Blain dessin scénario ; Clémence Sapin, Christophe Blain couleur. 1 - Abel Lanzac scénario

Un uomo entra nello staff del ministro degli esteri francese come ghost writer dei suoi discorsi. Come rendere appassionante una storia del genere, fatta di burocrati, riunioni, telefonate, viaggi diplomatici e del tutto priva di una trama vera e propria? Accentuando le reazioni dei personaggi agli eventi che si succedono, caratterizzandoli molto, rendendo sexy una segretaria con pochi accenni nel disegno, facendo del ministro una sorta di turbine umano che scombussola i piani di tutti. Blain ci riesce molto bene, anche se alla fine del primo volume la sensazione è più quella che l'autore abbia fatto una scommessa con se stesso, perché pare non avere molto da dire.

Il gioco delle perle di Venezia - Gianni Berengo Gardin

Hugo Pratt, fumettista italiano, crea il personaggio di Corto Maltese, marinaio apolide, che nelle sue avventure veneziane incrocia tale Baron Corvo (alias Frederick Rolfe), scrittore britannico, il quale in un testo cita la bottega di perle di vetro del padre di Berengo Gardin, fotografo italiano. Marco Steiner, scrittore che ha collaborato con Pratt, e Marco d'Anna, fotografo, mettono insieme tutto questo con alcuni riferimenti dell'opera di Thomas Mann. Premesse intrecciate e intriganti per i rimandi tra le varie opere, ma il risultato è una deludente carrellata di foto di Venezia (a volte molto belle anche negli accostamenti) e vignette di Pratt (piccole e poco evocative) accompagnate da un testo troppo fiacco per farne qualcosa di nuovo.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

libro prenotato risulta inesistente

Buongiorno, il libro

"Il volto del tempo : sessanta ritratti di uomini e donne del XX secolo" / August Sander
bct.comperio.it/opac/detail/view/sbct:catalog:213080

è stato da me prenotato qualche settimana fa, ora risulta che non ne esistono copie. Cosa è successo?
Grazie.

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate