Lucio Beltrami

Biografia

twitter: @zioluc
anobii e goodreads: zioluc

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

La passeggiata - Robert Walser

Data la reputazione di questo libretto devo essermi perso qualcosa, perché dopo esser stato conquistato dall'arioso incipit la prosa pomposa mi ha asfissiato togliendomi il piacere della lettura. Di certo notevole per l'elogio della camminata errabonda e per una certa aria postmoderna.

LTI - Victor Klemperer

Ebreo sposato a una tedesca "ariana", negli anni del terzo reich, Klemperer perde la casa e il posto di docente all'università di Dresda ed è costretto a lavorare come operaio, ma si salva dai campi di sterminio e dal bombardamento del 13 febbraio 1945 che rade al suolo la città.

In quegli anni fatali tiene un diario e raccoglie in questo libro (LTI, ovvero "Lingua Tertii Imperii", la lingua del Terzo Reich) i suoi appunti apparentemente distaccati di filologo che annota i mutamenti inflitti dal regime alla lingua tedesca: abbreviazioni, superlativi, vezzi, censure, enfasi, idiosincrasie.

Un testo molto interessante dal punto di vista linguistico e politico, ma ancor di più un libro emozionante e incredibile, che ben più di qualsiasi diario di Anne Frank o Schindler's list mi ha proiettato nel quotidiano della Germania nazista, tra resistenti, scettici, entusiasti e opportunisti: i colleghi, amoici e conoscenti di Klemperer, tutti personaggi estremamente reali e umani, molto più vicini e angoscianti degli anonimi SS cui anni di libri e film ci hanno abituati. Specialmente in questi anni di fascismi che rialzano la testa in Europa.

La crepa - Carlos Spottorno, Guillermo Abril

Il fotografo Spottorno e il giornalista Abril nel giro di 3 anni compiono 4 o 5 viaggi in corrispondenza di confini critici dell'UE: Melilla, il Mediterraneo di Lampedusa, la Grecia e i Balcani, la Polonia e la Finlandia. Insieme offrono un reportage che racconta di un'Europa unita in disgregazione e di profughi che accorrono attirati come falene dalla luce di libertà, pace e ricchezza che contraddistingue il vecchio continente.

Le fotografie sono tutte trattate graficamente per trasformarle in una sorta di vignette da fumetto, soluzione che consente di uniformarle anche se non offre spunti particolarmente interessanti, mentre i testi spingono un po' sul tragico (L'Europa è gli sgoccioli?) senza offrire vere motivazioni o approfondimenti, però la lettura è comunque emozionante e interessante. La fotografia finale dal confine russo-finnico è davvero memorabile.

Macerie prime - Zerocalcare

Per fortuna dopo aver letto la seconda parte posso correggere in positivo il giudizio: se restano fastidiosi i piagnistei dello Zerocalcare bambino trentenne che ha paura di crescere, e un po' poco centrata la storia parallela nel mondo postapocalittico, le storie dei suoi amici sono un cupo quanto convincente ritratto della pracarietà esistenziale di oggi. Il tutto nello stile esilarante del nostro.

Più che umano - Theodore Sturgeon

Fin dalle prime frasi si viene trascinati in quello che non è il "solito" romanzo di fantascienza: non tanto per la trama trascendente che parla della moralità del successore dell'homo sapiens nella scala evolutiva, quanto per la prosa suggestiva talora precisa talora allusiva, per i punti di vista mutevoli che richiedono una attenzione sempre viva, per i personaggi poco "umani" eppure così coinvolgenti.
Grande scoperta.

L'anno della lepre - Arto Paasilinna

"Il mugnaio urlante" mi aveva molto divertito, "L'anno della lepre" mi ha un po' annoiato.
Questa favoletta su un uomo che sfugge alla sua vita attraverso un'esistenza bucolica risalendo la Finlandia è un'ottima lettura per ragazzini, ma non molto di più.
Particolarmente fiacca la scansione in capitoli che sono episodi autoconclusivi, puntate di un cartone animato degli anni '80 in cui il protagonista viaggia e incontra il prete, il poliziotto, il pescatore, i soldati, un orso ecc. Straniante l'umorismo finnico che si ritrova immutato nei film di Kaurismaki.

Isabelle Huppert

Isabelle Huppert è stata fotografata da QUALUNQUE fotografo famoso vi venga in mente. Ed è indubbiamente un soggetto interessante.

Figures & fictions - Tamar Garb

Panoramica molto interessante sulla fotografia del Sudafrica, con alcuni nomi molto noti (David Goldblatt, Guy Tillim, Pieter Hugo, Jodi Bieber) e altri a me sconosciuti ma quasi tutti decisamente avanzati nelle rispettive ricerche (reportage, ricerca artistica, ritratto). Bello anche il testo finale con dialoghi del curatore con ciascun autore.

Shortcomings - Adrian Tomine

Tomine non devia dal suo stile: tranches de vie di 20-30enni "normali", e fa bene perché il risultato è sempre sbalorditivo. Questa volta c'è il tema razziale degli statunitensi di origine asiatica a fare da filo conduttore di una storia d'amore poco fortunata.

Riflessi - Marco Corona

Si legge in pochi minuti, fortemente allusivo e frammentato è molto suggestivo, confesso però di non aver caoito la sotoria dei due fratelli protagonisti :-|

-

edit: scopro in ritardo che è solo il primo volume

Super spy - di Matt Kindt

Tanti racconti brevi ("dossier") su spie che si affrontano, uccidono e amano durante la seconda guerra mondiale. Niente male tutto sommato, ma ho trovato i disegni terribili, al punto da rendermi faticoso riconoscere i personaggi.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

libro prenotato risulta inesistente

Buongiorno, il libro

"Il volto del tempo : sessanta ritratti di uomini e donne del XX secolo" / August Sander
bct.comperio.it/opac/detail/view/sbct:catalog:213080

è stato da me prenotato qualche settimana fa, ora risulta che non ne esistono copie. Cosa è successo?
Grazie.

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate