Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Hacker, scienziati e pionieri. Storia sociale del ciberspazio e della comunicazione elettronica

Libro piacevole e scorrevole, che mostra la limpida curiosità dell'autore e risveglia quella del lettore. Sguardo sul progresso e sui suoi protagonisti, spesso nascosti ed adombrati da strategie commerciali che col progresso hanno poco a che fare.
La sintesi conclude "... senza rinchiuderla nella gabbia del copyright" e infatti l'autore ha rilasciato la propria opera con una licenza libera, una delle Creative Commons, che rende l'opera liberamente distribuibile... peccato che il venditore bookrepublik si sia arrogato l'illegittimo diritto di aggiungere la clausola "può es­se­re usato esclu­si­va­men­te per fi­na­li­tà di ca­rat­te­re per­so­na­le" e MLOL abbia rincarato con l'ancora più illegale "È vie­ta­ta ogni forma di ri­pro­du­zio­ne e di­stri­bu­zio­ne...non può es­se­re ri­ven­du­to o tra­sfe­ri­to ad altre per­so­ne". Insomma, due soggetti che NON detengono i diritti d'autore vorrebbero negare quello che l'autore ha liberamente deciso. Speriamo solo che la nostra biblioteca non debba sostenere dei costi per questa illegittima operazione degli operatori commerciali cui si è appoggiata!

Semplicemente database

Assolutamente scadente dal punto di vista editoriale, visto questo sconsiglierei qualunque e-book di queste edizioni.

Il pianeta di Standish

Racconto debole, con poco ritmo; dal linguaggio non semplice, ma povero; dalla struttura non fantasiosa, ma piuttosto disarticolata.
Ritenuto da alcuni "un libro onesto", dipinge invece in modo piuttosto subdolo un mondo immaginario dal quale il protagonista vorrebbe fuggire per venire nel nostro... Col risultato di nascondere le ingiustizie e gli errori del mondo in cui viviamo dietro ad un fittizio mondo peggiore che sembra costruito apposta per rendere il nostro desiderabile. Nessuna sottigliezza che spinga il lettore ad interrogarsi sul proprio presente, nessuno strumento che aiuti il lettore ad analizzare criticamente il mondo in cui vive, nessuna metafora che consenta una lettura su livelli diversi, solo una sconcertante identificazione del desiderio di libertà con la possibilità di bere bibite gassate.
L'invenzione di un nemico che sarebbe stata scadente nel periodo della guerra fredda, e che ora è solo anacronistica, in maniera imbarazzante,

Il pianeta di Standish - Sally Gardner

Racconto debole, con poco ritmo; dal linguaggio non semplice, ma povero; dalla struttura non fantasiosa, ma piuttosto disarticolata.
Ritenuto da alcuni "un libro onesto", dipinge invece in modo piuttosto subdolo un mondo immaginario dal quale il protagonista vorrebbe fuggire per venire nel nostro... Col risultato di nascondere le ingiustizie e gli errori del mondo in cui viviamo dietro ad un fittizio mondo peggiore che sembra costruito apposta per rendere il nostro desiderabile. Nessuna sottigliezza che spinga il lettore ad interrogarsi sul proprio presente, nessuno strumento che aiuti il lettore ad analizzare criticamente il mondo in cui vive, nessuna metafora che consenta una lettura su livelli diversi, solo una sconcertante identificazione del desiderio di libertà con la possibilità di bere bibite gassate.
L'invenzione di un nemico che sarebbe stata scadente nel periodo della guerra fredda, e che ora è solo anacronistica, in maniera imbarazzante,

Sette brevi lezioni di fisica - Carlo Rovelli

È bravo Rovelli quando deve fare divulgazione sul proprio campo di studi: la gravità quantistica ed ovviamente le sue premesse, la relatività e la quantistica. Risulta invece un po' stucchevole quando generalizza, fingendo che la visione fornita dalla gravità quantistica debba applicarsi a tutti i campi dello scibile umano indistintamente, come se fosse "la" risposta e non una (interessantissima e innovativa) teoria scientifica.
Simpatiche le prime cinque lezioni, dove l'autore, assieme a non pochi aneddoti, riporta le classiche metafore della divulgazione della relatività e della quantistica con un linguaggio lineare ed accessibile, aggiungendo una interessante visione sulla propria ricerca; mirate, come dice il libro stesso, a chi della scienza moderna conosce pochissimo.
Sbrodolate invece le ultime due, dove l'autore si avventura (pur partendo dalla solida fisica) in terre a lui ignote, citando autori che evidentemente conosce poco e contraddicendosi talvolta da solo nella foga di proiettare chi della scienza moderna continua a sapere poco in speculazioni malamente argomentate, basandosi, sembrerebbe, sull'assunto, giustamente sfatato in tutto il resto del libro, secondo il quale ciò che la scienza ancora non ha capito, non c'è...
Peccato, un libro che val la pena iniziare ma non val la pena finire e che perciò non lascia di sé granché da ricordare.

Ja - Thomas Bernhard

Agota Kristof, ne [i]L'analfabeta[/i], parla di questo libro. Inoltre già conoscevo l'autore per Il soccombente e alcune sue opere teatrali.
Forse mi aspettavo di più, ma resta molto interessante la scrittura corrosiva, che ben rappresenta le ossessioni del disfacimento. Questo piccolo libretto riesce con spietato sarcasmo a mettere a nudo molte delle paure che di solito, per "buona creanza", si tacciono.

La realtà non è come ci appare - Carlo Rovelli

Libro bello e interessante, che dopo una carrellata sulla storia della fisica fino al '900 resoconta in modo divulgativo l'avvicendarsi delle teorie del secolo scorso (relatività e quantistica) su cui poggia la nuova teoria (studiata dall'autore) della gravità quantistica.
Non ci si aspetti un testo approfondito sulle conseguenze "tecniche" delle nuove scienze, questo è piuttosto un trattato che approfondisce l'allargamento di orizzoni nella nostra visione del mondo che le scienze ci aprono.
Molto equilibrato, l'autore sa e spiega al lettore che la scienza non pretende di dare risposte definitive ma che ci permette un'incessante ricerca e ci sfida a rimettere continuamente in discussione le convinzioni che ritenevamo acquisite e le conoscenze che davamo per certe.

R: Nel mare ci sono i coccodrilli - Fabio Geda

È una storia terribile, anche se a lieto fine, ma raccontata con una tale delicatezza da parte del protagonista e dell'autore che dialoga con lui, da farne una lettura bellissima e toccante.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate